Tempo di picnic? Torta salata con cavolo nero

torta salata con cavolo nero
Commenti: 0 - Stampa

Per le prime gite arriva il momento della torta salata con cavolo nero

Se siete qui, probabilmente amate cucinare e state cercando una nuova ricetta per un picnic  e siete davvero fortunati perché oggi ho deciso di proporvi la ricetta della torta salata con cavolo nero e fiocchi di latte. È buona calda ed è buona fredda, motivo per cui potrete assaporarla a casa e potrete portarla persino ad una gita fuori porta! L’apprezzeranno anche i bambini e offrirà a tutti il giusto carico di energia. Si tratta di una ricetta semplice e veloce da preparare, perfetta per i picnic primaverili, che richiederà l’uso di pochi ingredienti…

La pasta sfoglia senza lattosio verrà accompagnata dal Parmigiano Reggiano, dall’uovo, dalla maggiorana, da un po’ di sale e noce moscata, e – ovviamente – dal cavolo e dai fiocchi di latte. Anche questi ultimi potranno essere scelti nella variante ad alta digeribilità (più avanti vi darò altri dettagli in merito!). Insomma, si tratterà di una torta salata ideale per tante altre occasioni. Con alimenti genuini, un po’ di manualità e tanto amore, potrete preparare una pietanza unica!

Un mix di sapori unici e di interessanti sostanze nutritive!

Naturalmente, se ho scelto di consigliarvi la torta salata con cavolo nero e fiocchi di latte, significa che ci troviamo di fronte a una ricetta che può darvi grandi soddisfazioni. Questo è dovuto di certo all’ingrediente protagonista, ovvero al cavolo nero. È un potente antinfiammatorio naturale, dotato di proprietà depurative, antiossidanti e remineralizzanti. Ci regala un’abbondanza di vitamina C e di sostanze nutritive in grado di favorire il nostro benessere a livello generale.

Questo virtuoso e saporito ortaggio può essere scelto al posto degli spinaci, che vengono usati più volte per la preparazione delle torte salate. Per quanto riguarda i fiocchi di latte, possiamo dire invece che solitamente non vengono usati per queste ricette… Si predilige più frequentemente la ricotta. Nonostante ciò, penso che per questa  torta salata con cavolo nero siano la scelta perfetta.

Exquisa ci propone un prodotto da non sottovalutare, senza conservanti e privo di lattosio, preparato con latte fresco e prestando una particolare attenzione alla lavorazione degli ingredienti.

Torta salata con cavolo nero

La torta salata con cavolo nero e fiocchi di latte è facile da preparare

Come ben sapete, alla base delle più golose pietanze salate simili a quella che vi consiglio oggi, c’è sempre una buona pasta sfoglia. Quest’ultima è dotata di una fragranza particolare. La sua consistenza è l’ideale per la preparazione di sfiziosi prodotti da forno. Tuttavia, per prepararla ci vuole tempo e pazienza. Così, quando ne ho bisogno, uso volentieri la pasta sfoglia senza lattosio già pronta, proposta sempre dal marchio Exquisa. È ottima per preparare la torta salata con cavolo nero in modo facile e veloce, e si rivela idonea per tante altre ricette.

Non preoccupatevi però! Innanzitutto, sarà gustosa come quella fatta in casa e, in secondo luogo, potrete avere la certezza di portare in tavola una pietanza genuina. Infatti, viene preparata senza l’aggiunta di grassi idrogenati e senza conservanti. In più, è perfetta anche per vegetariani e vegani. Ottimo, non credete? Così potrete accontentare ampiamente i vostri ospiti! Dopo questi consigli, non mi resta altro che dirvi come preparare la torta salata con cavolo nero e fiocchi di latte… Siete pronti?  Sicuramente sì. Mettiamoci al lavoro!

Ed ecco la ricetta della torta salata con cavolo nero e fiocchi di latte

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia Exquisa
  • 150 gr. di cavolo nero lessato
  • 1 confezione di Fiocchi di latte Senza Lattosio Exquisa
  • 20 gr. di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • q.b. sale
  • qualche fogliolina di maggiorana
  • una grattatina di noce moscata
  • 1 uovo + 1 tuorlo

Preparazione

Tirate fuori la pasta sfoglia dal frigo e fatela riposare a temperatura ambiente per 10 minuti. Nel frattempo, preparate il ripieno.

Mettete il cavolo nero in una ciotola e tagliatelo finemente. Unite i fiocchi di latte, un pizzico di sale, la maggiorana, un pizzico di noce moscata e l’uovo. Poi amalgamate bene.

Preriscaldate il forno a 200 gradi. Srotolate la pasta sfoglia e mettetela con la carta da forno in una pirofila, ritagliate la pasta in eccesso e tenetela da parte. Bucate il fondo con una forchetta e riempite con il cavolo nero ai fiocchi di latte.

Con la pasta tenuta da parte decorate la superficie della torta, formando la classica griglia delle crostate. Battete leggermente il tuorlo e spennellate il bordo e la griglia di pasta.

Infornate per circa 25-30 minuti, sfornate e servite.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Schiscetta della studentessa

Schiscetta della studentessa, un pasto sano e veloce

Le pietanze della schiscetta della studentessa Oggi vi presento la schiscetta della studentessa, un vero e proprio menù, più che una pietanza. Una proposta gastronomica per chi, per un motivo o...

petto di anatra ed insalata

Pranzo in ufficio con petto di anatra ed...

Pranzo al volo con petto di anatra ed insalata. Se sei alla ricerca di un’idea golosa e pratica per l’ufficio, nutriente e particolare, questa ricetta del petto d’anatra ed insalata con mix di...

schiscetta pollo al curry

Schiscetta orientale con spiedini di pollo al curry

Una schiscetta ai profumi d’oriente. Oggi la schiscetta orientale con spiedini di pollo al curry. Un'idea molto golosa composta principalmente da due pietanze: gli spiedini di pollo al curry...

Club sandwich

Pranzo al sacco completo per gite fuori porta

Club sandwich, chips di frutta e mela: il pranzo al sacco è servito Gita scolastica in vista? Non sapete cosa preparare per i piccoli di casa? Nessun problema con questo pranzo al sacco, ricco e...

focaccia al rosmarino con tartare di salmone

La focaccia al rosmarino con tartare di salmone

Picnic con la focaccia al rosmarino, tartare di salmone. La focaccia al rosmarino con tartare di salmone per la tua gita!. Avete in programma un’uscita fuori porta o un picnic con tanto di...

cake salato alla zucca e olive

Cake salato alla zucca e olive verdi per...

Cosa mi porto a lavoro per pranzo? Ecco il cake salato che fa per te! Il cake salato alla zucca e olive verdi è uno dei piatti che vi consiglio di portare a lavoro. Sana e nutritiva, questa...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


05-06-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti