Torta salata con finocchi e melanzane, vera bontà

Torta salata con finocchi e melanzane
Commenti: 0 - Stampa

Torta salata con finocchi e melanzane, una delizia ottima

La torta salata con finocchi e melanzane è una ricetta semplice da preparare, che si posiziona nella categoria delle torte salate all’italiana. Spesso basta una semplice pasta sfoglia, degli ingredienti ben scelti e il gioco è fatto. Ebbene, è il caso di questa torta salata con finocchi e melanzane, una prelibatezza semplice da preparare, che rende il massimo con il minimo sforzo. E’ anche abbastanza leggera, infatti se escludiamo il formaggio è quasi priva di grassi. Allo stesso modo è anche una pietanza “accessibile”, nel senso che può essere consumata dagli intolleranti al lattosio e al nichel. Il formaggio cremoso che consiglio per la ricetta, infatti, non contiene questa sostanza. Per quanto riguarda il glutine, è sufficiente optare per una della tante paste sfoglia gluten-free in commercio.

A suo modo, la torta salata con finocchi e melanzana è una pietanza salutare. Il riferimento è in particolare alle melanzane e ai finocchi. Delle melanzane parlerò meglio in un prossimo paragrafo, in questo vorrei soffermarmi proprio sui finocchi, una verdura molto consumata e data troppo per scontata. I finocchi possono dare molto sia dal lato del gusto, sia in termini nutrizionali. Non tutti sanno che il finocchio è veramente in grado di risolvere i problemi addominali grazie principalmente all’anetolo, una sostanza che di fatto impedisce le contrazioni involontarie. Il finocchio vanta soprattutto proprietà depurative, specie nei confronti del fegato. E’ anche ricco di antiossidanti, come i flavonoidi, che riducono il rischio di contrarre i tumori. I finocchi, poi, contengono grandi dosi di vitamina C e di sali minerali quali potassio, calcio e fosforo. Infine, hanno un apporto calorico davvero minimo, pari a 9 kcal per 100 grammi.

L’asso nella manica di questa torta salata con finocchi e melanzane

Il vero segreto di questa torta salata, però, non sta nei finocchi o nella melanzane, bensì in un altro ingrediente: il formaggio Exquisa fresco cremoso senza lattosio. La caratteristica principale di questo formaggio è l’assenza di lattosio, un dettaglio non da poco visto che l’intolleranza a questa sostanza è un disturbo molto diffuso, specie tra la popolazione europea. Ad ogni modo, la rimozione del lattosio non viene eseguita attraverso processi chimici, bensì con un metodo del tutto naturale: il latte viene sottoposto all’enzima lattasi, che scompone il lattosio nei più digeribili glucosio e galattosio.

Torta salata con finocchi e melanzane

Ovviamente, l’assenza di lattosio non è l’unico pregio di questo prodotto. In primis è molto buono, persino più buono rispetto agli altri formaggi cremosi. Il processo per eliminare il lattosio, infatti, non compromette minimamente il sapore. E’ dotato poi di una texture morbida e uniforme, che migliora la cremosità e lo rende davvero versatile. Il formaggio cremoso senza lattosio Exquisa è realizzato con la migliore materia prima e, in virtù di ciò, dimostra ancora una volta l’attenzione di Exquisa per la qualità e l’accessibilità.

La melanzana, un ortaggio perfetto e ricco di fibre

L’altro ingrediente principale di questa torta salata con finocchi è la melanzana. Anche in questo caso si tratta di un alimento che fa parte della tradizione gastronomica italiana, a tal punto da essere protagonista di un numero elevato di ricette, da nord a sud. La caratteristica principale delle melanzane è il loro colore. Non si tratta di un dettaglio da poco, dal momento che il “viola” è dovuto alla presenza delle antocianine, sostanze antiossidanti che fanno bene all’organismo e aiutano a diminuire le probabilità di contrarre il cancro.

Le melanzane sono considerate un alimento depurativo, che può aiutare anche in caso di ritenzione idrica. Aiutano a combattere anche la stipsi in quanto contengono parecchie fibre ed esercitano una funzione blandamente lassativa. Le melanzane sono anche una miniera di vitamine: contengono la vitamina A, la B, la C, la K e la J. Per quanto riguarda i sali minerali, contengono soprattutto potassio, calcio e fosforo. Infine, le melanzane si caratterizzano per un apporto calorico minimo, che si attesta sulle 25 kcal per 100 grammi.

Ecco la ricetta della torta salata con finocchi e melanzane:

Ingredienti:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia consentita;
  • una confezione di formaggio Exquisa fresco cremoso Senza Lattosio;
  • una melanzana, un finocchio e un peperone;
  • un rametto di timo fresco;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione della torta salata con finocchi iniziate sbucciando le verdure, poi lavatele, affettatele e cuocetele alla griglia per pochi minuti con un po’ di olio extravergine d’oliva. Stendete la pasta sfoglia e adagiatela su due teglie ricoperte di carta da forno. Poi spalmate il formaggio cremoso Exquisa e adagiate anche le verdure grigliate (melanzana, finocchio e peperone). Infine aggiustate di sale e cuocete al forno (già riscaldato) per 20 minuti a 200 gradi. Distribuite sulla superficie un po’ di timo sminuzzato, fate raffreddare un po’ e servite.

5/5 (329 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

TI POTREBBE INTERESSARE

Wraps con barbabietole e formaggio

Wraps con barbabietole e formaggio, un piatto insolito

Wraps con barbabietole e formaggio per valorizzare le tortillas. Le wraps con barbabietole e formaggio sono un’idea molto interessante per un finger food corposo, ricco di sapore e nemmeno troppo...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Quesadillas con pollo

Quesadillas con pollo per valorizzare le celebri tortillas

Quesadillas con pollo, un finger food da leccarsi i baffi Le quesadillas con pollo sono uno splendido esempio di finger food messicano. Ne sono anche l’esponente più semplice, visto che rispetto...

Crostata tricolore con fiocchi di latte

Crostata tricolore con fiocchi di latte, davvero ottima

Crostata tricolore con fiocchi di latte, ricetta che stuzzica il palato La crostata tricolore con fiocchi di latte è una quiche dal sapore suggestivo, che coniuga una leggerezza spiccata con un...

Pizza tricolore

Pizza tricolore con Exquisa, ottima per il 2...

Pizza tricolore con Exquisa, gusto e colore per uno snack gustoso La pizza tricolore con Exquisa è una suggestiva idea per festeggiare il 2 giugno all’insegna del gusto. In quel giorno si celebra...

Pizza con patate e lardo

Pizza con patate e lardo, una variante grassa...

Pizza con patate, lardo e miele, un’eccezione alla regola La pizza con patate, lardo e miele non è certamente il più dietetico degli snack. D’altronde, ben poche pietanze possono considerarsi...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-09-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti