Torta salata di calamaretti, rendete speciale il vostro Natale!

Torta salata di calamaretti, per dare il via ufficiale alle festività natalizie

Niente di meglio della torta salata di calamaretti per iniziare le festività con il giusto spirito! Una ricetta sana, gustosa, che unisce ingredienti importanti per la nostra salute, tra cui, ad esempio, i calamaretti. Non solo, per questa creazione culinaria, mi sono avvalsa di un prodotto fresco molto versatile, la pasta sfoglia di Exquisa, di cui dirò di più a breve. Ora, non ci resta che scoprire qualcosina di più su alcuni ingredienti della mia torta salata con calamaretti.

Calamaretti, è arrivato il momento di goderne al meglio

Il calamaro è un mollusco appartenente alla famiglia Loliginidae. Il cosiddetto calamaro comune (o europeo) è il Loligo vulgaris. In 100 grammi di calamaro crudo troviamo tante proteine (74%), lipidi (23%) e carboidrati (3%). I calamaretti iniziano a essere di stagione nel mese di settembre, ma continuano a rimanere disponibili sul mercato fino al mese di febbraio.

Il calamaro è povero di grassi saturi ed è una fonte importante di omega 3, acidi grassi alleati della salute, soprattutto di quella di cuore e arterie; contiene proteine di qualità elevata, vitamine del gruppo B e zinco (per il buon funzionamento del metabolismo), fosforo (per ossa e denti), rame (per la sintesi dell’emoglobina e dei tessuti connettivi, per la pigmentazione di pelle e capelli, per il metabolismo cellulare e per il controllo della funzionalità del cuore) e, infine, selenio (per le difese antiossidanti dell’organismo). Ricordate però che si tratta di un alimento ricco di colesterolo, perciò fate attenzione al suo consumo!

Torta salata di calamaretti

Pasta sfoglia di Exquisa, una valida alleata in cucina

Senza grassi idrogenati, conservanti, coloranti e lattosio. Impossibile? Assolutamente no. Si tratta della pasta sfoglia fresca di Exquisa. A beneficio della nostra salute, non credete? Per questa ragione, ho deciso di scegliere questo prodotto come base per la mia ricetta della torta salata di calamaretti. In cucina, infatti, è essenziale preferire prodotti di qualità, veri alleati nella preparazione di prelibatezze tutte da gustare! Dal sapore inconfondibile, la pasta sfoglia di Exquisa è la scelta ideale per chi è intollerante al lattosio e per chi, ad esempio, segue un regime vegano e/o vegetariano.

Ed ecco la ricetta della torta salata di calamaretti

 Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 kg di calamaretti puliti
  • 2 rotoli di pasta sfoglia consentita
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 tuorlo
  • 300 gr di pomodorini ciliegini
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Pulite i pomodorini sotto abbondante acqua fresca; tagliateli a spicchi e metteteli in uno scolapasta a riposare per circa mezz’ora così che perdano la maggior parte dei loro liquidi.

Nel frattempo, sciacquate velocemente i calamaretti sotto acqua fresca quindi, dopo aver fatto soffriggere uno spicchio d’aglio in una padella, fatevi rosolare i calamaretti.

Infine, aggiungete i pomodori, regolate di sale e pepe e continuate a cuocere per circa 5 minuti.

Srotolate un rotolo di pasta sfoglia di Exquisa e adagiatela in una pirofila dai bordi alti; bucherellate il fondo aiutandovi con i rebbi di una forchetta e quindi adagiatevi all’interno il composto preparato in precedenza.

Infine, srotolate il secondo rotolo di pasta sfoglia e utilizzatelo per creare un “coperchio” alla torta salata. Con gli scarti di pasta sfoglia create delle decorazioni a vostro piacere e spennellate il tutto con il tuorlo d’uovo.

Infornate il tutto a 190°C per circa 15-20 minuti in forno ventilato, evitando di farla bruciare e togliendola dal forno qualora dovesse fosse abbastanza dorata.

Servite al centro della tavola con un angolo aperto.

Buon appetito!

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *