Pere al rosmarino caramellate, un eccezionale dessert

Oggi vogliamo stupire: prepariamo le Pere al rosmarino caramellate

Che bella ricetta, non credete? Già dal nome, le Pere al rosmarino caramellate ci conquistano e ci fanno apparire nella mente immagini di dessert sfiziosi, leggeri e adatti anche agli intolleranti. Questo dolce gluten-free è molto semplice da preparare e permette di portare in tavola un mix di sapori autentici e di proprietà nutrizionali uniche. Come mai vi dico questo? Perché, per la sua realizzazione, andremo ad usare una particolare modalità di cottura: la cottura sottovuoto a bassa temperatura. Sapete di cosa si tratta?

Non è difficile da portare a termine ma, tuttavia, avrete bisogno di strumenti appositi… Una volta usati, non vi pentirete di certo di averli a disposizione e inizierete a utilizzarli tutte le volte che potrete. In pratica, grazie a un sacchetto sottovuoto, si possono cuocere gli alimenti a bagnomaria e a bassa temperatura. La cottura sarà lenta, ma gli alimenti non perderanno i loro succhi, i loro sapori intensi e la loro innata consistenza. Useremo questo metodo anche per preparare le pere al rosmarino… e vedrete che ne sarà valsa la pena!

Cosa porteremo in tavola grazie alla cottura sottovuoto a bassa temperatura?

Come dicevo, abbiamo a che fare con una modalità di cottura che ci consente di preservare i sapori e i valori nutrizionali dei cibi. Pertanto, dato che il sapore della pera e del rosmarino li conosciamo, direi che è fondamentale sapere quali sono le sostanze nutritive che possiamo assimilare grazie a questo dessert. Con una gustosa porzione di Pere al rosmarino caramellate, di certo l’apporto di vitamine, minerali e antiossidanti non mancherà. Lo stesso vale per le fibre e i carboidrati.

Nello specifico, è interessante sapere che il frutto protagonista della nostra ricetta è carico di calcio, potassio, magnesio, fosforo e vitamina C. Contiene anche una sostanza chiamata boro, ovvero una valida alleata del cervello: migliora i riflessi e ottimizza le nostre capacità di memorizzazione. In generale, sappiate che, con una porzione di pere al rosmarino (e mangiando più spesso questo frutto!), potrete contare su tante altre interessanti proprietà. Gioirete di azioni benefiche di cui il vostro corpo non può proprio fare a meno!

Pere al rosmarino caramellate

Le altre potenzialità da considerare prima di preparare le Pere al rosmarino caramellate

In base a quello che abbiamo visto finora, probabilmente vi verrà da chiedervi perché non si dice che “una pera al giorno toglie il medico di torno!”… La verità è che questo vale un po’ per tutta la frutta. Nel caso delle pere al rosmarino, è importante dire inoltre che porteremo in tavola delle valide alleate dell’apparato gastrointestinale (in particolare grazie a fibre e pectina) e delle ossa. Infatti, grazie al loro valore nutrizionale, le pere ci aiutano a contrastare il graduale processo di demineralizzazione ossea, riducendo così il rischio di osteoporosi.

Questo frutto è persino un grande amico dell’apparato cardiovascolare. L’elevato contenuto di fibre offre un’interessante azione sui livelli di colesterolo: mangiando frequentemente le pere, possiamo ridurre la quantità di colesterolo cattivo accumulato nell’organismo. Sapevate tutte queste cose? In ogni caso, ripensarci prima di preparare il dessert a base di Pere al rosmarino caramellate non è mica una cattiva idea… Queste buone notizie vi aiuteranno a prepararlo con più entusiasmo e ad assaporarlo con più soddisfazione!

Ricetta preparata al corso di bassa temperatura dallo chef Danilo Angè

Ed ecco la ricetta delle Pere al rosmarino caramellate

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. di pere decana
  • 200 gr. di zucchero semolato
  • 1 rametto di rosmarino
  • 60 gr. di burro chiarificato
  • 300 gr. di pasta sfoglia consentita
  • 2 dl. di salsa inglese al caffè

Preparazione

Caramellate lo zucchero con poca acqua e versatene metà in 6 stampini. Unite 1 decilitro di acqua a quello rimasto, rimettete sul fuoco fino a farlo sciogliere e lasciate raffreddare.

Sbucciate le pere, tagliatele a spicchi, inseritele in un sacchetto da cottura insieme al caramello e al rosmarino. Condizionate sottovuoto, cuocete nel bagno termostatato a 82°C per 40 minuti e lasciate raffreddare.

Tagliate il burro a fettine e disponetelo sopra il caramello negli stampini. Adagiatevi le pere sgocciolate, coprite con uno strato di pasta sfoglia e cuocete in forno a 190°C per 12 minuti.

Lasciate intiepidire e servite le tatin con la salsa al caffè.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *