Stupire con il petto di anatra leggermente affumicato!

petto di anatra leggermente affumicato
Commenti: 0 - Stampa

Un menu speciale con il petto di anatra leggermente affumicato

Noi italiani siamo abituati per lo più a consumare pollo, tacchino, carne di manzo o di maiale. Ogni tanto, però, dobbiamo cambiare… Che ne dite del petto di anatra leggermente affumicato con salsa all’arancia? Questa ricetta è sensazionale sotto ogni punto di vista. Infatti, ci permette di portare in tavola una pietanza ricca di gusto e nutrimento, e persino diversa dal solito. Non a caso, si tratta di un tipo di carne che non mangiamo con frequenza.

Inoltre, la salsa all’arancia in accompagnamento a questo alimento si presenta come un valore aggiunto che renderebbe speciale proprio ogni pasto! Perciò, i motivi per provare un buon petto di anatra leggermente affumicato non mancano. Se poi consideriamo il metodo di cottura e l’apporto di nutrienti su cui potremo contare, la situazione migliora notevolmente! A questo punto, non ci resta che scoprire tutte le altre ragioni per cui vi suggerisco di portare in tavola questo delizioso secondo piatto adatto agli intolleranti. Poi, passeremo alla pratica!

Carne di anatra, cosa dovreste sapere a riguardo?

Come dicevo poco fa, la carne di anatra non è molto presente nella nostra alimentazione. Tuttavia, si tratta comunque di un prodotto altamente pregiato e molto usato nella cucina francese e cinese. È una carne calorica, che però contiene più proteine che grassi, e che propone inoltre elevati livelli di potassio e fosforo, e discrete quantità di magnesio, calcio e ferro. Questi nutrienti arriveranno chiaramente in ogni piatto di petto di anatra leggermente affumicato con salsa all’arancia, insieme a una buona quantità di vitamine del gruppo B.

Possiamo trovare questa carne tutto l’anno all’interno dei nostri mercati, per poi portarla in tavola con la consapevolezza di avere a disposizione un alimento decisamente energizzante, saziante e nutriente. Prima di preparare il nostro petto di anatra leggermente affumicato dovreste inoltre considerare che la carne di anatra selvatica è più grassa e meno tenera rispetto a quella proveniente da un allevamento. Pertanto, per favorire la digestione, sarebbe opportuno evitare la cacciagione.

petto di anatra leggermente affumicato

Petto di anatra leggermente affumicato con salsa all’arancia: non solo carne

Questa ricetta è davvero particolare e non solo per via della carne utilizzata: anche gli altri ingredienti vi consentiranno di stupire piacevolmente ogni ospite. Cosa useremo? Oltre alle arance, gli alimenti che potranno donare un valore aggiunto al petto di anatra leggermente affumicato saranno il miele di acacia, il rosmarino, l’uva mista, le fragole, il kiwi e le more… Sì, è proprio una ricetta da vero chef! Siete d’accordo? In ogni caso, non dovrete preoccuparvi.

Un quid in più di questa ricetta è l’affumicatura. L’aroma di fumo è diventato tradizionale in molti cibi, dal salmone affumicato alla pancetta, al prosciutto, fino al whisky e al tè cinese. Inoltre, quando si cucina direttamente sul fuoco, il fumo, anche se non intenzionalmente, conferisce aromi che non si possono imitare in una rosticceria elettrica.

Il fumo, in tutte le cucine di campagna, è quindi un aroma; nelle pianure indiane lo strano odore acre del letame che brucia stagna nell’aria dopo una giornata afosa e dà il suo aroma alla cucina dei villaggi indiani. Il fumo aromatico del fuoco di mirto e ginepro profuma l’agnello allo spiedo che si mangia presso il focolare di qualche pastore sulle montagne della Sardegna. Basta grigliare la carne, o cuocerla comunque su un fuoco di legna o di carbone di legna e si sente salire l’aroma di fumo; sarebbe anzi difficile impedirlo.

Infatti, con prodotti di qualità e strumenti efficienti, potrete fare la differenza e ottenere risultati perfetti, pur non essendo cuochi esperti. Perché ho parlato di “strumenti”? È molto semplice: come vi anticipavo all’inizio del post, il metodo di cottura e qualche innovazione in cucina potrà decisamente cambiare le cose… E noi useremo la cottura sottovuoto a bassa temperatura. Sapete di cosa si tratta? Scoprirete tutti i dettagli nella speciale sezione della scuola di cucina di NonnaPaperina.it. A quel punto, non potrete fare a meno di preparare un delizioso petto di anatra leggermente affumicato con salsa all’arancia!

Ed ecco la ricetta del petto di anatra leggermente affumicato

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 anatra
  • 2 petti di anatra
  • 1 dl. di vino rosso
  • 200 gr. di sedano, carote e cipolle
  • 2 arance
  • 30 gr. di miele di acacia
  • 1 mazzetto di rosmarino
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 100 gr. di uva mista
  • 80 gr. di fragole
  • 1 kiwi
  • 80 gr. di more
  • 20 gr. di zucchero semolato
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Disossate l’anatra, tenete da parte i petti e tagliate il resto a pezzetti. Fate rosolare in padella senza condimento. Sfumate con il vino rosso, lasciate evaporare e unite le verdure a pezzetti. Poi coprite con acqua e lasciate ridurre fino a ottenere un quarto del volume iniziale. Frullate, salate e pepate.

Tagliate la scorza delle arance alla julienne, fatela sbollentare per 3 minuti in acqua leggermente zuccherata e scolatela.

Spremete le arance, unite il miele e lasciate ridurre fino a ottenere una consistenza mielosa. Unite le scorze e la riduzione di arancia al fondo di cottura dell’anatra.

Salate e pepate i petti di anatra, e inseriteli in un sacchetto da cottura con il rosmarino. Condizionateli sottovuoto, fateli cuocere nel bagno termostatato per 2 ore a 52°C, toglieteli dal sacchetto e fateli rosolare in padella con il burro.

Tagliate i petti di anatra a fette, disponeteli nei piatti di portata, unite la frutta a spicchi, il fondo di cottura e affumicate con l’apposito utensile.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di puntarelle con avocado

Insalata di puntarelle con avocado, un piatto leggero

I tanti colori dell’insalata di puntarelle con avocado e gamberi L’insalata di puntarelle con avocado e gamberi è un'ottima idea per un piatto leggero, che riesca a soddisfare la vista e il...

Coscia di oca al bergamotto

Coscia di oca al bergamotto, un secondo agrodolce

Coscia di oca al bergamotto, un secondo gourmet per tutti i palati La coscia di oca a bassa temperatura profumata al bergamotto è un secondo elegante e dal sapore particolare, in grado di...

Coscia di carre di agnello aromatizzato al rosmarino con mirepoix di fagiolin

Coscia di agnello al rosmarino alla provenzale 

La Coscia di agnello è un piatto da leccarsi i baffi. Un taglio di carne davvero prelibato è la coscia di agnello. Quando la trovo dal macellaio non riesco a resistere alla tentazione di comprarla....

Stinco di maiale laccato al miele

Stinco di maiale laccato al miele… una vera...

Avete mai assaggiato lo stinco di maiale laccato al miele? Se ancora non avete assaporato un buon piatto di stinco di maiale laccato al miele e senape, con indivia, uvetta e pinoli, oggi vi dirò...

coniglio farcito con le verdure

Il coniglio farcito con le verdure: una vera...

Per la preparazione della ricetta del coniglio farcito alle verdure , ho utilizzato alcuni macchinari ed accessori che non dovrebbero mai mancare in una cucina che si rispetti. Su tutti, si è...

Pancia di maiale in agrodolce

Pancia di maiale in agrodolce con scampi ai...

Tutta la bontà della pancia di maiale in agrodolce con scampi ai pistacchi Siete alla ricerca di un secondo piatto adatto agli intolleranti e perfetto per offrire agli ospiti qualcosa di unico? In...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-02-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti