Ricetta della Fonduta di Parmigiano Reggiano, il buono che fa bene

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    4 Ore 45 Minuti
  • Tempo di Cottura
    20 Minuti
  • Tempo Totale
    4 Ore 20 Minuti
ricetta fonduta di parmigiano reggiano

La ricetta della fonduta di Parmigiano Reggiano conquisterà i palati più raffinati. Provatela!

E’ festa di sapore nelle nostre tavole in presenza del parmigiano reggiano.

Mangiato integro, grattugiato, fuso: sono tante le forme in cui siamo abituati a conoscerlo ed apprezzarlo, tanti i sapori ricchi ed intensi con i quali sapientemente è in grado di accompagnare tante pietanze. E noi, troppo poco sappiamo di un alimento così salutare, nutriente.

Miniera di calcio, questo è noto. Supercibo per bimbi ed anziani, di questo forse, lo si è meno consapevoli.

Eh già, perché non tutti sanno che il parmigiano reggiano è in grado di favorire la crescita di un bacillo denominato Bifidus, utile per mantenere il nostro intestino sano.

No al parmigiano perché grasso: retaggio di una scarsa cultura alimentare

Sbagliano coloro che dichiarano di non voler consumare parmigiano reggiano per via della presenza dei grassi in esso contenuti. Se è vero, infatti, che in esso sono presenti dei grassi è pur vero che la loro natura è a noi amica.

Il grasso non è da censurare ed abolire a priori, si tratta di una presa di posizione del tutto scorretta: bisogna piuttosto prestare attenzione  alla tipologia di grasso contenuta nei nostri cibi, perché se è vero che quest’ultimo  in sé e per sé è il nemico numero uno delle nostre arterie (oltre che della nostra linea) è altrettanto vero che ci sono alcuni grassi, come quelli insaturi, che sanno preservare la nostra salute come pochi elementi al mondo sanno fare.

Il grasso presente nel parmigiano reggiano non deve essere considerato come un deterrente al suo consumo, poiché trattasi di grassi “buoni”, in grado di garantire protezione alla nostra salute contro, ad esempio, colesterolo e problemi alle ossa, ai denti ed agli occhi.

Parmigiano reggiano … in tutte le salse

Contrariamente a quanto si pensi, se sottoposto a calore il parmigiano reggiano non perde le sue proprietà. Se fuso esso si trasforma in una crema spalmabile golosa e nutriente, che nulla ha da invidiare a prodotti dolciari delle industrie più conosciute ai giorni d’oggi.

Abituiamo i nostri figli, sin da piccoli, a mangiare cose sane, a prediligere fonti così salubri e ricche di nutrienti benefici, in luogo di merendine dalle dubbie proprietà nutrizionali.

Presentiamo ai nostri anziani, che tanto hanno bisogno di calcio, fosforo e vitamina D, una bella fonduta di parmigiano reggiano, deliziamo i loro occhi e i loro palati con un piatto che, probabilmente, non hanno mai visto prima sulle loro tavole.

Ecco di seguito ingredienti e preparazione di un piatto davvero unico e speciale, adatto anche chi soffre di intolleranza al nichel.

Ingredienti per 4 persone

  • 2 dl latte fresco intero
  • 1 tartufo nero
  • 400 gr parmigiano reggiano 36 mesi
  • 4 uova
  • 1 tuorlo
  • 30 gr burro
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Grattuggiate il parmigiano reggiano e mettetelo a bagno nel latte. Lasciatele macerare per almeno quattro ore.
  2. Rompete le uova separando i tuorli dagli albumi e raccogliendo ciascun tuorlo in quattro piattini.
  3. Trascorso il tempo di macerazione, scolate. Mettete a scaldare a bagnomaria, il recipiente in cui si preparerà la fonduta. Unite il burro e lasciatelo sciogliere completamente.
  4. Quando il burro e sciolto, aggiungete il parmigiano con tre cucchiai del suo latte di infusione e mescolate in continuazione fino a quando il formaggio è completamente fuso.
  5. Aggiungete quindi un primo tuorlo e mescolate fino a quando si è incorporato del tutto. Unite un successivo uovo e così via, aspettando sempre che il tuorlo precedente si sia ben incorporato prima di aggiungere il successivo.
  6. Se non bastassero i quattro tuorli, aggiungete il quinto e infine pepate a vostro piacere. Servite con crostini di pane tostati

Sei intollerante o credi di essere intollerante al nichel? Scarica gratuitamente la nostra guida!

ebook gratuito nichel

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *