logo_print

Cipolline in agrodolce: contorno per palati esigenti

Cipolline in agrodolce
Stampa

Le cipolline, un contorno classico e prelibato

Le cipolline in agrodolce sono un contorno strepitoso. Potrete abbinare queste cipolline borretane praticamente con tutto, sia calde che fredde, ma il più classico degli abbinamenti è quello con salumi e formaggi. Potrete proporre queste cipolline come sfizioso antipasto o come portata di un aperitivo di terra. Il bello di queste cipolline è il contrasto tra l’aspro, il dolce ed il salato. Un sapore così lascia il segno ed è per tutti gli amanti della cipolla una portata immancabile, da proporre spesso e volentieri!

Questo loro gusto peculiare le rende perfette in abbinamento a carne, pesce e verdure, praticamente qualsiasi cosa. Per preparare questa leccornia bastano pochi minuti e pochissimi ingredienti. Quindi cosa state aspettando? Prendete appunti e correte ad acquistare le cipolline borretane al mercato!

Cipolline buone da leccarsi i baffi!

Quando mettiamo in cottura le cipolline in agrodolce, il profumino tipico avvolge tutta la cucina e già riesce a farci venire l’acquolina in bocca. Queste cipolline, piccole, paffute e dalla forma schiacciata, possono essere lavorate e conservate sott’olio o sott’aceto, ma è in agrodolce che si esalta al meglio il loro sapore. Non a caso, le cipolline in agrodolce sono una delle pietanze tipiche, tradizionali e maggiormente esportate nel mondo, a partire dalla nostra bella Italia.

Cipolline in agrodolce

Il consumo di queste cipolline, oltre ad essere un piacere per il palato, garantisce all’organismo eccellenti proprietà nutrizionali. Le cipolline borretane, infatti, contengono pochissimi grassi, qualche carboidrato e moltissime proteine, mucillagini, vitamina C, sali minerali e composti dello zolfo. La sapienza degli antichi, anche in questo caso non sbaglia! Le cipolle sono antibiotici naturali, capaci di proteggere il fegato e stimolare la diuresi.

Sfiziose cipolline in agrodolce per ogni occasione

Quando si hanno ospiti, le cipolline in agrodolce sono una pietanza guardata da alcuni con diffidenza. La cipolla, così come l’aglio, sembra essere un tabù per alcune persone, come se non potesse essere consumata in autonomia ma solo come ingrediente utile per insaporire le pietanze. Superato questo pregiudizio ed assaggiata anche solo una cipollina, il sapore rende più di mille parole!

Assicuratevi dunque di convincere anche i più scettici ad un assaggio ed il gioco si risolverà da sé, anzi, avrete così solo il problema di dover preparare altre cipolline! Sulla nostra tavola vanno sempre a ruba e siamo certi sarà così anche per voi! Fate scorta di borretane e dedicatevi a questa specialità con amore, l’ingrediente segreto che le renderà ancor più buone.

Ed ecco la ricetta delle cipolline in agrodolce:

Ingredienti:

  • 500 gr. di cipolline borretane
  • 1 rametto di rosmarino
  • 20 gr. di zucchero semolato
  • 1/2 dl di aceto di riso
  • 1 dl di acqua
  • q. b. di sale

Preparazione:

Per preparare le cipolline in agrodolce il primo passo, obbligato, è lavarle con cura sotto l’acqua fresca e sbucciarle. Mettete, poi, a bollire una pentola con dell’acqua salata e scottatevi le cipolline per 5 minuti.

Scolate le cipolline e mettetele direttamente in padella con zucchero, aceto, acqua ed un pizzico di sale, portando a cottura per 15 minuti. Le cipolline in agrodolce, così preparate, potranno essere subito servite a tavola oppure conservate sott’olio o sott’aceto. Buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


12-01-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti