Banana bread: per la colazione e non solo

banana bread
Commenti: 2 - Stampa

Una buona colazione con il banana bread!

Il pane alle banane è super gustoso e ottimo per iniziare la giornata. Se viene tostato, è ancora più delizioso! Il banana bread è una valida soluzione per usare le banane mature.  È nato in America e in seguito è spopolato in tutto il mondo, per la facilità nell’esecuzione e perché piace a tutti. Un’altra versione è quella della banana cake, cotta al vapore principalmente nei paesi orientali come Cina, Indonesia e Vietnam. In particolare, preparano un dolce chiamato Kue Nagasari, molto simile a un muffin.

Poiché le banane sono ampiamente disponibili in tutto il Paese, non c’è da meravigliarsi se la maggior parte dei dolci è a base di banana. Tornando al banana bread, lo si può trovare più spesso nei libri di ricettari americani, nelle varie varianti con noci, cioccolato, canditi, uvetta, cannella, miele… e chi più ne ha più ne metta! La mia versione, come sempre, sarà senza glutine e senza burro.

I valori nutrizionali di questa fantastica ricetta

In percentuali maggiori, la banana contiene acqua, carboidrati, proteine, grassi e fibre alimentari. Questi valori possono cambiare in base alle coltivazioni, al grado di maturazione e alle condizioni di crescita. La polpa è ricca di vitamine e sali minerali (quali calcio, fosforo, ferro e potassio) e rende il banana bread ancor più sostanzioso e nutriente. Dobbiamo considerare inoltre che il contenuto di potassio è molto elevato: una banana ne contiene 396 milligrammi, pari all’1% del nostro fabbisogno giornaliero.

Quindi, possiamo contare su un minerale essenziale, che agisce su ipertensione e malattie correlate, come attacchi cardiaci e ictus. Ci sono molte varietà di banane utili per preparare il banana bread e, in realtà, quella che tutti conosciamo non fa parte delle musaceae (nome scientifico della specie alla quale appartiene il banano). La cavendish (nana o gigante) è la varietà coltivata in tutte le aree tropicali del centro America, dell’Africa e delle Filippine.

banana bread

Le altre varietà di banana perfette per preparare il banana bread: a voi la scelta!

In cucina si impiega anche un’altra varietà di banana, ovvero il Platano: si può trovare sotto forma di farina; si può cucinare anche arrosto, bollito o fritto; ed è un ingrediente di tanti piatti tipici dei paesi esotici. Tra le altre varietà troviamo inoltre la rossa Royo, la Lacatan e la Lady’s Finger, che però non arrivano nel nostro Paese per la bassa resistenza al trasporto. Pertanto, se le vorreste usare per il banana bread, dovrete reperirle direttamente nei Paesi di produzione… E questa potrebbe essere una buona scusa per fare un bel viaggio!

Ormai di ricette con le banane ne possiamo trovare tante, in quanto questo frutto viene usato persino al posto della pectina, come addensante per marmellate. Si usa anche per la preparazione del gelato e dei sorbetti che piacciono tanto ai bambini! Insomma, avete l’imbarazzo della scelta e tante varietà utili per creare dei piatti salutari e gustosi… ma oggi pensiamo al banana bread!

Ingredienti per un banana bread

  • 250 gr di farina di riso
  • 100 gr di farina di ceci
  • 4 banane mature
  • 80 gr di zucchero di canna
  • 3 uova bio
  • 60 gr di olio di arachidi
  • 75 gr di noci (tritate grossolanamente)
  • 1 cucchiaino di polvere di cannella
  • Zeste di limone
  • Vaniglia in polvere
  • 1 bustina di lievito

Preparazione

Preriscaldate il forno a 160 gradi e foderate uno stampo da plumcake con la carta forno.

In una ciotola, setacciate le farine con il lievito. Sbucciate le banane e schiacciatele con una forchetta.

Montate le uova con lo zucchero, unite le banane, poi l’olio, la zest di limone grattugiata, la vaniglia, le noci e le farine setacciate. Amalgamate bene con una spatola e versate il composto nello stampo da plum cake.

Infornate per circa 30 minuti e, prima di sfornare, fate la prova stecchino.

Potete servire il banana bread (o plum cake alla banana) a colazione, tagliato a fette e tostato, oppure per accompagnare il thè delle cinque.

5/5 (402 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Banana bread: per la colazione e non solo

  • Dom 22 Nov 2020 | Alessia Guabello ha detto:

    Ottima ricetta! Semplice, veloce e nutriente!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cutizza alla comasca

Cutizza alla comasca, una merenda tradizionale

Cutizza alla comasca, una ricetta semplice e gustosa Oggi vi presento una ricetta cui sono molto legata, ossia la cutizza alla comasca. Si tratta di una preparazione tradizionale, e per la...

colazione per gli studenti

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

Merenda per i ragazzi

La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni...

La merenda pomeridiana non è solo un piacere. La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine...

Barrette con frutta secca e miele

Barrette con frutta secca e miele, ottime a...

Barrette con frutta secca e miele, un break leggero e nutriente Le barrette con frutta secca e miele sono una splendida idea per la colazione o per un break gustoso. Un’idea che coniuga gusto,...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Skyr con ananas e ribes

Skyr con ananas e ribes, una colazione nutriente

Skyr con ananas e ribes, una colazione diversa dal solito Lo Skyr con ananas e ribes è un’idea spettacolare per una colazione diversa dal solito, che presenta tutte le caratteristiche del...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-11-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti