bg header
logo_print

Mini plumcake all’arancia, dei dolcetti gustosi e leggeri

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

mini plumcake all arancia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (6 Recensioni)

Mini plumcake all’arancia, un dolcetto per ogni occasione

I mini plumcake all’arancia sono varianti particolari dei classici plumcake. Le differenze principali risiedono nelle dimensioni, in questo caso molto più contenute, e nell’impasto. Questo delizioso impasto all’arancia non accoglie solo l’aroma, grazie alla buccia d’arancia, ma ne integra anche la polpa. Il risultato è un dolce morbido, delicato e adatto a tutte le occasioni. E’ un must come fine pasto, magari associato a un buon caffè. Tuttavia è ottimo anche a colazione o per un break dolce. Per quanto concerne la qualità delle arance, vi consiglio di utilizzare quelle biologiche. Sono più buone e la loro buccia fornisce maggiori garanzie in termini di sicurezza.

Stesso discorso per le proprietà nutrizionali con una una spiccata abbondanza di vitamina C, che impatta profondamente sulle difese dell’organismo e lo aiuta ad assorbire il ferro. Non un dettaglio di poco conto, se si considera la diffusione di patologie simili all’anemia. Per il resto, le arance abbondano di sali minerali e acido citrico, che è presente anche nel limone. Quali arance utilizzare per i nostri plumcake? Di base vanno bene tutte le varietà, benché siano succose e ricche di aroma. Potete optare per le varietà di arance più dolci, come le clementine, o per quelle più intense, come le navel.

Ricetta mini plumcake all'arancia

Preparazione mini plumcake all'arancia

Per la preparazione dei mini plumcake all’arancia iniziate lavando bene due arance e mettetele a cuocere In una casseruola con dell’acqua per circa 30 minuti. Trascorso questo lasso di tempo, e ancora bollenti, scolate le arance e mettetele nel mixer. Frullatele aggiungendo lo zucchero, poi versate la polpa di arance frullata in una terrina, fatela raffreddare poi aggiungete prima 3 uova intere e poi 3  tuorli.

Amalgamate bene e poi integrate la farina di mandorle e la vaniglia in polvere. Mescolate con la frusta fino ad ottenere un composto grumoso ma omogeneo che mettete con un mestolo negli stampini da plumcake antiaderenti spruzzati con lo staccante e spolverizzati con lo zucchero. Fate cuocere i mini plumcake in forno già caldo a 160° per 30 minuti circa. Fateli raffreddare poi serviteli tagliati a fettine  con qualche goccia di sciroppo d’acero,  una spolverata di zucchero a velo e una grattatina di scorza d’arancia.

Ingredienti mini plumcake all'arancia

  • 3 arance bio
  • 3 uova e 3 tuorli
  • 125 gr. di zucchero di canna grezzo
  • 125 gr. di farina di mandorle
  • 1 cucchiaio di vaniglia in polvere
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero
  • q. b. di zucchero a velo
  • q. b. di scorza d’arancia.

L’impatto gradevole della vaniglia

Le ricette sui plumcake abbondano, del resto sono tra i dolci più diffusi in assoluto e oggetto di numerose varianti. Proprio questa ricetta dei mini plumcake all’arancia ne è una dimostrazione, viste le peculiarità che la contraddistinguono. Permangono però alcuni elementi ricorrenti, come l’aggiunta di determinati aromi, tra cui la vaniglia. La vaniglia è una spezia molto utilizzata in cucina, benché oggetto di pregiudizi da parte dei più salutisti. Il riferimento è alla presunta portata calorica, che farebbe male alla linea. E’ vero, l’apporto calorico è importante, ma in genere della vaniglia non si utilizzano che dosi minime, dunque l’impatto sulla linea è davvero nullo.

Di contro, la vaniglia dolcifica e aromatizza, dunque è una risorsa per la preparazione degli impasti. Contiene poi la vanillina, una sostanza responsabile dell’aroma, che esercita anche una funzione antiossidante. Proprio per queste sue proprietà, la vanillina contribuisce a rallentare l’invecchiamento, riduce l’impatto dei radicali liberi e aiuta a prevenire alcune forme tumorali. Quanta vaniglia è necessario inserire nell’impasto? Non è una domanda di poco conto, visto che rischia di coprire gli altri sapori. In questo caso dovrebbe bastare un cucchiaio di vaniglia in polvere per ogni etto di farina.

Perché abbiamo scelto lo sciroppo d’acero?

I mini plumcake all’arancia si fanno apprezzare per la guarnizione. Sia chiaro, da questo punto di vista avete ampio margine di discrezione in quanto potete arricchirli come meglio credete. Tuttavia, una buona alternativa potrebbe essere rappresentata dallo sciroppo d’acero, un condimento ideale per una ricetta dolce e dall’impasto morbido, simile ai pancake. Perché abbiamo scelto proprio lo sciroppo d’acero? Lo sciroppo d’acero è l’ideale in quanto il suo sapore è allo stesso tempo aromatico, dolce e leggero.

Inoltre, lo sciroppo d’acero è più salutare di quanto si possa immaginare. In primo luogo presenta un indice glicemico non troppo elevato, inferiore a quello dello zucchero. Ciò significa che non determina un aumento considerevole della glicemia, una buona notizia per i celiaci e per chi sta sostenendo una dieta dimagrante. Infatti, a picchi glicemici elevati corrisponde un senso della fame maggiore e poco controllabile.

Come preparare l’impasto dei mini plumcake all’arancia?

L’impasto di questi mini plumcake all’arancia è molto particolare in quanto è ricco di aromi, tra cui spicca la scorza d’arancia, che viene impiegata in fase di guarnizione. L’impasto, invece, viene arricchito da un composto realizzato dalla sua polpa. Questa, dopo un lungo periodo di cottura, viene frullata e arricchita con lo zucchero. Il composto così ricavato viene addizionato con le uova e i tuorli, e infine con la farina e con la vaniglia. A proposito della farina, ho preferito compiere una scelta “inclusiva”, scegliendone una adatta ai celiaci. Sto parlando della farina di mandorle, che è priva di glutine e con un sapore corposo e vagamente dolce. In questo modo viene bilanciata e valorizzata la tendenziale acidità delle arance.

La farina di mandorle può dare molto anche dal punto di vista nutrizionale, infatti è ricca di vitamina E, che funge da antiossidante, e di grassi benefici per il cuore e per la circolazione. Sul piano calorico, si pone sullo stesso livello delle altre farine. Inoltre è adatta anche alle persone che non soffrono di problemi di assorbimento del glutine. Il risultato finale è un dolcetto dal gusto particolare, che piace a chiunque.

Ricette di plumcake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...