bg header
logo_print

Muffin al cocco: una gustosa idea per la colazione!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

muffin al cocco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 40 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (452 Recensioni)

I muffin al cocco rappresentano una vera delizia per il palato, ma cosa succede quando desiderate gustarli senza glutine, senza lattosio e a basso contenuto di nichel, e allo stesso tempo rispettare una dieta vegetariana? La buona notizia è che è possibile!

In questa avventura culinaria, esploreremo una ricetta speciale che soddisferà tutte queste esigenze dietetiche, dimostrando che anche le restrizioni alimentari possono essere soddisfatte con dolcezza e creatività. I muffin al cocco non solo saranno una festa per il vostro palato, ma offriranno anche una soluzione deliziosa e inclusiva per chiunque voglia godersi questa prelibatezza senza preoccupazioni. Preparatevi a scoprire il piacere dei sapori naturali ea deliziare il vostro spirito gourmet!

Ricetta muffin al cocco

Preparazione muffin al cocco

Preriscaldate il forno a 175 gradi. Dividete i tuorli dagli albumi.Sciogliete il burro a bagnomaria. In una terrina montate 8 tuorli con lo zucchero e aggiungete l’essenza di lime. Mescolate fino ad ottenere un composto spumoso.

In un’altra terrina montate a neve due albumi e incorporate all’impasto con il burro fuso.

Aggiungi il cocco disidratato e mescolate con cura tutti gli ingredienti.

Lasciate riposare il composto al fresco per 30 minuti circa. Imburrate e infarinate gli stampini. Versate il composto negli appositi stampini da muffin senza riempirli troppo e infornare per 18 minuti circa.

Lasciate raffreddare prima di sfornarli e serviteli con una spolverata di zucchero a velo.

Ingredienti muffin al cocco

  • 200 gr. di cocco disidratato grattugiato
  • 150 gr. di zucchero
  • 6 tuorli d’uova
  • 2 uova intere
  • qualche goccia di essenza di lime
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • q.b. zucchero a velo
  • burro chiarificato e farina di riso per gli stampini 

Gusto e salute per aprire la giornata? Muffin al cocco!

Gusto e salute, due elementi chiave per iniziare la giornata con il piede giusto, e cosa c’è di meglio dei deliziosi muffin al cocco per soddisfare entrambi questi criteri?

La colazione è universalmente riconosciuta come il pasto più importante della giornata. È il carburante che ci fornisce l’energia necessaria per affrontare le sfide che il giorno ci riserva. Ma non è solo una questione di nutrizione; è anche un momento prezioso per rilassarsi, prendersi il proprio tempo e, perché no, indulgere in un po’ di creatività culinaria.

Ecco dove entrare in gioco i muffin al cocco. Questi dolci piccoli e gustosi sono una scelta ideale per la colazione. Sono semplici da preparare, il che significa che non trascorrere ore in cucina al mattino. Ma nonostante la loro semplicità, i muffin al cocco sono un’autentica festa per il palato.

Il cocco aggiunge una nota tropicale e una piacevole dolcezza ai vostri muffin, mentre i loro ingredienti nutrienti li rendono una scelta salutare. Con fibre, vitamine e minerali, i muffin al cocco offrono un mix perfetto di gusto e nutrizione per iniziare bene la giornata.

Quindi, la prossima volta che desideriamo una colazione che sia un vero piacere per il palato e un regalo per il vostro benessere, considerando che i muffin al cocco sono una scelta deliziosa e salutare. Siate creativi con la presentazione, gustateli con una tazza di caffè o tè preferito, e iniziate la giornata con un sorriso e l’energia necessaria per affrontare tutto ciò che vi aspetta. Buon appetito!

I benefici del cocco

Il cocco è un frutto tropicale che offre una serie di benefici per la salute, grazie alla sua composizione nutrizionale unica. Ecco alcuni dei principali benefici del cocco:

Il cocco è ricco di nutrienti essenziali. La sua polpa è una fonte di fibre alimentari, vitamine (come la vitamina C, la vitamina B6 e la niacina), minerali (come il potassio, il ferro e il magnesio) e antiossidanti. E’ noto per il suo alto contenuto di grassi saturi, ma questi grassi sono principalmente costituiti da acidi grassi a catena media (AGCM). Gli AGCM sono facilmente digeribili e possono avere effetti benefici sulla salute del cuore e del cervello.

Il succo di cocco e l’acqua di cocco sono bevande naturali e rinfrescanti, ricche di elettroliti come il potassio e il sodio, che possono aiutare a mantenere l’equilibrio dei fluidi nel corpo e prevenire la disidratazione. Contiene acido laurico, un tipo di acido grasso che può avere proprietà antimicrobiche e antivirali. Può contribuire a rafforzare il sistema immunitario e combattere le infezioni.

L’olio di cocco è ampiamente utilizzato in prodotti per la cura della pelle e dei capelli. È noto per le sue proprietà idratanti e può essere utilizzato per lenire la pelle secca, migliorare la lucentezza dei capelli e persino come protezione solare naturale.

Le fibre presenti nella polpa di cocco possono aiutare a migliorare la digestione e prevenire problemi intestinali come la stitichezza. E’ fonte di energia diretta, il che potrebbe aiutare a controllare l’appetito e favorire la perdita di peso. Nonostante il contenuto di grassi saturi, alcune ricerche suggeriscono che il consumo moderato di cocco potrebbe avere effetti benefici sulla salute cardiovascolare, tra cui il miglioramento dei livelli di colesterolo.

Il cocco è una buona fonte di manganese, un minerale importante per la salute delle ossa e delle cartilagini.È importante notare che, anche se il cocco offre molti benefici per la salute, è ricco di calorie e grassi. Pertanto, il consumo dovrebbe essere moderato, soprattutto se si segue una dieta a basso contenuto calorico o se si hanno problemi di peso. Vieni con qualsiasi alimento, la moderazione è la chiave per godere dei benefici del cocco senza eccedere nelle calorie e nei grassi. Consultate sempre un professionista della salute o un dietologo se avete domande specifiche sulla vostra dieta o sulla salute.

Conosci gli AGCM?

Gli acidi grassi a catena media (AGCM) sono una categoria di acidi grassi saturi che si distinguono per la loro lunghezza delle catene carbonio. Gli AGCM hanno solitamente da 6 a 12 atomi di carbonio nella loro struttura molecolare, mentre gli acidi grassi a catena lunga ne hanno più di 12. Questa differenza nella lunghezza delle catene di carbonio influisce sul modo in cui gli AGCM vengono metabolizzati nell’organismo e sui loro effetti sulla salute.

Sono presenti in vari alimenti, tra cui il cocco, l’olio di cocco e il burro chiarificato (ghee). Sono noti per diversi benefici per la salute, tra cui:

  • Facile digestione : sono digeriti più rapidamente rispetto agli acidi grassi a catena lunga. Vengono assorbiti direttamente dall’intestino tenue e trasportati al fegato, dove possono essere utilizzati come fonte immediata di energia.
  • Supporto per la perdita di peso : sono stati studiati per il loro potenziale ruolo nella promozione della perdita di peso. Se pensi di aumentare il metabolismo e contribuire a una maggiore sensazione di sazietà.
  • Fornitura di energia rapida : possono essere rapidamente convertiti in energia, rendendoli una fonte di combustibile immediata per il corpo. Questo li rende particolarmente utili per gli atleti o per chi segue una dieta a basso contenuto di carboidrati.
  • Potenziale effetto antimicrobico : in particolare l’acido laurico presente nell’olio di cocco, possono avere proprietà antimicrobiche e antibatteriche, che potrebbero contribuire a combattere infezioni e patogeni.
  • Benefici per la salute cerebrale : Alcune ricerche suggeriscono che gli AGCM possono avere benefici per la salute del cervello e potrebbero essere utili nella gestione dei disturbi neurologici come l’epilessia e il morbo di Alzheimer.

Tuttavia, è importante notare che non sono privi di calorie e dovrebbero essere consumati con moderazione come parte di una dieta equilibrata. Inoltre, l’olio di cocco, che è una fonte comune di AGCM, contiene anche una percentuale significativa di acidi grassi saturi, quindi è importante fare attenzione a non eccedere nelle quantità.

Come con qualsiasi aspetto della dieta, è consigliabile consultare un professionista della salute o un dietologo prima di apportare cambiamenti significativi alla propria alimentazione o di introdurre nuovi alimenti nella dieta.

Muffin al cocco uno tira l’altro

Parlando dei muffin al cocco, è interessante esplorare non solo la deliziosa ricetta, ma anche la storia affascinante di questi dolci che hanno conquistato il palato di molte persone in tutto il mondo.

La parola “muffin” ha una storia che risale al lontano 1703. La prima testimonianza del termine, scritta come “moofin”, può far pensare a un’origine francese. Tuttavia, l’etimologia esatta della parola rimane oggetto di dibattito e interpretazione.

La storia dei muffin è affascinante perché riflette anche le dinamiche sociali dell’epoca. Inizialmente, sembra che i muffin fossero considerati un cibo tipico delle classi meno agiate e dei lavoratori al servizio dei nobili inglesi. Erano semplici e accessibili.

Tuttavia, il loro status sociale ha subito una trasformazione durante l’epoca vittoriana. Durante questo periodo, i muffin hanno fatto il loro ingresso nei salotti nobiliari, diventando un dolcetto raffinato e di tendenza. È in questo periodo che emerge la figura del “muffin men”, venditore ambulante specializzato nella vendita di muffin.

Ora, dopo questo breve ma affascinante viaggio nella storia dei muffin, possiamo immergerci nella preparazione di questi deliziosi muffin al cocco. La ricetta è sorprendentemente semplice e garantirà che la tua giornata inizierà con gusto e con una generosa dose di energia!

Ricette con cocco ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (452 Recensioni)
Riproduzione riservata

4 commenti su “Muffin al cocco: una gustosa idea per la colazione!

  • Gio 6 Set 2018 | Alessandra ha detto:

    Che forma buffa! Sembrano ritagliati…. forse bruciacchiati?

    • Gio 6 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno, le garantisco che non erano affatto bruciacchiati. Ottimi davvero!

  • Dom 16 Set 2018 | Patrizia ha detto:

    Buonasera.
    I muffin al cocco non richiedono lievito?

    • Dom 16 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Patrizia buonasera, no in questi muffins non abbiamo messo lievito. Non si gonfiano esageratamente ma le garantisco che il risultato è stato perfetto!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...