Grano naturalmente gluten free? Non ancora!

Tempo di preparazione:

Una sperimentazione 100% italiana

Un paio di anni fa, sembrava di essere molto più vicini a ottenere un grano naturalmente gluten free, adatto ai celiaci. Ad avvicinarsi a questa soluzione è stata l’Università di Foggia e la  ricercatrice Carmela Lamacchia con il brevetto Gluten FriendlyTM. Questa sperimentazione è andata avanti per diversi anni, anche a livello internazionale, per poterne confermare gli effetti.

La tecnica del Gluten FriendlyTM si basa sull’utilizzo di acqua e microonde che, secondo lo studio, aiuterebbe, attraverso le alte temperature, a modificare la struttura del grano e a eliminare il glutine dal grano, rendendolo adatto anche agli intolleranti a questa sostanza.

I dubbi della comunità scientifica sul grano naturalmente gluten free

Non tutti sono d’accordo con i risultati della ricerca dell’Università di Foggia. La rivista scientifica Food and Chemical Toxicology, infatti, ha pubblicato uno studio di altri ricercatori che hanno messo in dubbio i risultati della ricerca dell’Università di Foggia. Secondo l’articolo, infatti, la tecnica non eliminerebbe il glutine ma tenderebbe solamente a nasconderlo, mettendo a rischio la salute dei celiaci.

fake news

Secondo quanto riportato dalla Fondazione Veronesi, inoltre, Carmen Gianfrani e Gianfranco Maione, ricercatori del Cnr, hanno dichiarato alla rivista dell’Associazione Italiana Celiachia: “Le proteine sono risultate detossificate dal glutine soltanto in apparenza. La metodica immunoenzimatica adottata, infatti, non le ha riconosciute. Ma in realtà il glutine non risultava rimosso dalla granella, come si è scoperto osservando alcuni suoi frammenti in grado di scatenare la reazione immunitaria a livello dei villi intestinali”.

La ricerca continua

Trovare una soluzione che porti a un grano senza glutine è ancora un lungo processo. Tuttavia, sono molte le sperimentazioni e gli studi in questo campo a livello nazionale e internazionale. Non ci resta altro che aspettare che gli scienziati siano in grado di arrivare a risultati certi e positivi per tutti gli intolleranti al glutine.

Nel frattempo, in attesa di notizie positive, ricordate che esistono tutta una serie di alimenti sostitutivi che ci permettono di affrontare la nostra celiachia e di assaporare pietanze senza rischi, senza dover rinunciare al gusto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *