Grano naturalmente gluten free? Non ancora!

Grano naturalmente gluten free
Commenti: 0 - Stampa

Una sperimentazione 100% italiana

Grano naturalmente gluten free? Non ancora!. Un paio di anni fa, sembrava di essere molto più vicini a ottenere un grano naturalmente gluten free, adatto ai celiaci. Ad avvicinarsi a questa soluzione è stata l’Università di Foggia e la  ricercatrice Carmela Lamacchia con il brevetto Gluten FriendlyTM. Questa sperimentazione è andata avanti per diversi anni, anche a livello internazionale, per poterne confermare gli effetti.

La tecnica del Gluten FriendlyTM si basa sull’utilizzo di acqua e microonde che, secondo lo studio, aiuterebbe, attraverso le alte temperature, a modificare la struttura del grano e a eliminare il glutine dal grano, rendendolo adatto anche agli intolleranti a questa sostanza.

I dubbi della comunità scientifica sul grano naturalmente gluten free

Non tutti sono d’accordo con i risultati della ricerca dell’Università di Foggia. La rivista scientifica Food and Chemical Toxicology, infatti, ha pubblicato uno studio di altri ricercatori che hanno messo in dubbio i risultati della ricerca dell’Università di Foggia. Secondo l’articolo, infatti, la tecnica non eliminerebbe il glutine ma tenderebbe solamente a nasconderlo, mettendo a rischio la salute dei celiaci.

fake news

Secondo quanto riportato dalla Fondazione Veronesi, inoltre, Carmen Gianfrani e Gianfranco Maione, ricercatori del Cnr, hanno dichiarato alla rivista dell’Associazione Italiana Celiachia: “Le proteine sono risultate detossificate dal glutine soltanto in apparenza. La metodica immunoenzimatica adottata, infatti, non le ha riconosciute. Ma in realtà il glutine non risultava rimosso dalla granella, come si è scoperto osservando alcuni suoi frammenti in grado di scatenare la reazione immunitaria a livello dei villi intestinali”.

La ricerca continua

Trovare una soluzione che porti a un grano senza glutine è ancora un lungo processo. Tuttavia, sono molte le sperimentazioni e gli studi in questo campo a livello nazionale e internazionale. Non ci resta altro che aspettare che gli scienziati siano in grado di arrivare a risultati certi e positivi per tutti gli intolleranti al glutine.

Nel frattempo, in attesa di notizie positive, ricordate che esistono tutta una serie di alimenti sostitutivi che ci permettono di affrontare la nostra celiachia e di assaporare pietanze senza rischi, senza dover rinunciare al gusto!

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti glutenfree

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Intolleranza al riso

Intolleranza al riso, un disturbo raro ma invalidante

Le cause dell’intolleranza al riso L’intolleranza al riso esiste, sebbene non sia tra le più diffuse. D’altronde, quando si parla di intolleranza alimentare, il pensiero corre a ben altre...

Intolleranza alle solanacee

Intolleranza alle solanacee, come combatterla al meglio

Cosa sono le solanacee? Per comprendere i rischi e i meccanismi che stanno dietro all’intolleranza alle solanacee è necessario capire cosa si intenda per solanacee. Il termine è, infatti,...

Rotolo di focaccia con salame

Gli insaccati e i salumi sono sempre gluten-free?

Alimenti gluten-free, una questione delicata Tra gli insaccati, i salami sono davvero privi di glutine? Il dubbio emerge sempre quando si scopre di essere celiaci. D’altronde la paura più grande...

utensili da cucina

Utensili da cucina: attenzione alla contaminazione

Organizzarsi con gli utensili da cucina per evitare la contaminazione dei cibi? Come evitare la contaminazione degli utensili da cucina? Come organizzarsi al meglio per evitare che il glutine possa...

News su Celiachia e intolleranza al glutine

News su Celiachia e intolleranza al glutine

Un'intolleranza sempre più diffusa tra adulti e bambini. News su Celiachia e intolleranza al glutine. La celiachia rappresenta un’intolleranza sempre più diffusa, motivo questo per essere al...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-07-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti