Energia e bontà… con i ghiaccioli al mango e caju!

ghiaccioli al mango e caju
Stampa

È tempo di provare i ghiaccioli al mango e caju: ecco tutti i motivi per farlo!

Le stagioni più calde si presentano come il periodo ideale per portare in tavola dessert freschi, sia a merenda che dopo cena. Pertanto, che ne dite di provare i ghiaccioli al mango e caju? Se amate i sapori particolari ed esotici, sicuramente li apprezzerete e, dopo averli assaggiati la prima volta, non vedrete l’ora di prepararli di nuovo! Questi sfiziosi e freschi snack faranno ovviamente lo stesso effetto anche sui vostri familiari e amici… indipendentemente dall’età!

Prepararli non sarà affatto difficile e potrete dire di aver provato uno spuntino gustoso, ma anche nutriente, energetico e remineralizzante. Infatti, i ghiaccioli al mango e caju ci permettono di assaporare tutto il gusto di questi frutti in ogni loro sfaccettatura, in quanto preparati con pochi ingredienti, genuini e perfetti per garantirci un ottimo apporto nutrizionale. Perciò, andiamo a conoscere meglio questi alimenti e poi prepariamo i nostri ghiaccioli!

Un super-frutto da non sottovalutare…

Il mango è un frutto esotico molto amato per la sua dolcezza e succosità. È un alimento che promuove il buonumore e che conquista il palato, offrendoci inoltre numerose azioni benefiche per il nostro corpo, di cui oggi potremo usufruire grazie ai ghiaccioli al mango e caju. Il primo alimento protagonista della ricetta è stato oggetto di numerose ricerche, che ne hanno evidenziato in particolare la capacità di contrastare e prevenire alcune tipologie di cancro. Non a caso, è uno dei più amati superfood a nostra disposizione!

Tra l’altro, è una buona fonte di vitamine, in particolare la A, e di fibre. Queste caratteristiche nutrizionali lo rendono adatto a chi desidera perdere peso e perfetto per favorire il benessere dell’apparato gastrointestinale. Pertanto, con i ghiaccioli al mango e caju sarà possibile gioire di questi effetti benefici, ma anche dell’azione del lupeol, una sostanza antiossidante che vanta proprietà antinfiammatorie e antitumorali.

ghiaccioli con mango e caju

Le altre peculiarità dei ghiaccioli al mango e caju!

Il mango è persino un ottimo diuretico e un valido depurativo, ed è l’ideale per contrastare la ritenzione idrica e i danni causati dai radicali liberi. Ma cosa possiamo dire dell’altro ingrediente dei ghiaccioli al mango e caju? Quest’ultimo è un particolare frutto esotico, originario del Brasile e ricco di proprietà ancora da scoprire! Il suo nome deriva dal termine “acaiu”, che significa “noce che si riproduce”. Si divide in due parti: un frutto e un grande “seme”, consumato crudo o come la frutta secca e molto simile all’anacardo.

Grazie a numerose ricerche ed esperienze, sappiamo che è molto buono, dolce e morbido (infatti, lo usano per preparare succhi, liquori e gelati), nonché carico di vitamina C (ne presenta una quantità 5 volte superiore a quella proposta dagli agrumi), vitamina K, magnesio, fosforo, zinco e potassio. È un alimento proteico e capace di offrire un buon apporto di fibre, ma anche azioni antinfiammatorie e antibatteriche. Ne esistono ben 20 specie… tutte deliziose e perfette per preparare i ghiaccioli al mango e caju!

Ingredienti per 12 ghiaccioli

  • 200 gr. di polpa di caju
  • 200 gr. di polpa di mango
  • 150 ml latte di cocco o latte di riso o acqua minerale
  • q.b. zucchero di cocco (facoltativo)

Preparazione

Mescolate la polpa di caju e quella di mango con il latte di cocco fino a raggiungere la consistenza desiderata. Aggiungete lo zucchero se lo ritenete necessario .

Versate il composto negli stampini per ghiaccioli e mettete nel congelatore per qualche ora.

CONDIVIDI SU

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


08-07-2018
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti