Uova di starna? Scopriamo le loro caratteristiche!

Uova di starna
Commenti: 0 - Stampa

Le principali qualità delle uova di starna

Uova di starna? Scopriamo le loro caratteristiche!. La nostra alimentazione dev’essere varia e ricca di cibi di qualità. Tra gli alimenti da non sottovalutare troviamo senz’altro le uova che, come ben sappiamo, vengono definite “complete” da un punto di vista nutrizionale. Infatti, sono ricche di proteine ad alto valore biologico e contengono tutti gli aminoacidi essenziali di cui il nostro organismo ha assolutamente bisogno. Di uova, fortunatamente, ce ne sono per tutti i gusti e oggi parliamo delle uova di starna!

Non sono molto grandi, ma al loro interno nascondono nutrimento e bontà. Chiaramente, non sono neanche facili da reperire. Tuttavia, facendo parte delle uova categorizzate come commestibili, non mancano gli allevatori che si prendono cura dell’esemplare e propongono alla propria clientela una discreta quantità di uova di starna. Infatti, quest’uccello di piccole dimensioni e dal piumaggio particolare vive anche nella nostra penisola, ma spesso viene confuso con la pernice rossa e la coturnice… Entriamo nel dettaglio!

Uova di starna

Un esemplare dalle notevoli peculiarità

La Perdix Perdix, nota appunto come starna, colpisce molto per il suo aspetto: le sue piume colorate e le sue mille “decorazioni” cromatiche catturano l’attenzione, proprio come il suo becco arcuato verso il basso e le sue dimensioni ridotte (28-32 centimetri di lunghezza, per un peso che varia dai 290 ai 500 grammi). Ha un portamento elegante, una forma ben delineata e le differenze tra il maschio e la femmina sono veramente poche, ma le uova di starna sono molto diverse da quelle a cui siamo abituati.

Come dicevo prima, sono decisamente piccole e presentano un guscio di un colore bianco sporco. Sono ricche di minerali e vitamine di qualità, di proteine e grassi. Sono sazianti e nutrienti, sostanziose e dotate di un sapore particolare, che ha garantito una notevole soddisfazione a tutti coloro che hanno avuto la possibilità di assaporarle. In cucina, le uova di starna si possono usare al posto delle classiche uova, sia durante la preparazione di piatti salati che di pietanze dolci… È tutta una questione di gusti!

starna

Oltre alle uova di starna, anche la carne è molto apprezzata

Questo esemplare è amato non solo per le sue uova, ma anche per la sua carne. A portarla in tavola sono soprattutto coloro che amano la cacciagione e gli alimenti dal sapore piuttosto forte e intenso. Quindi, oltre alle uova di starna, potrete provare persino l’arrosto ripieno e altre delizie culinarie perfette per le occasioni più speciali. Anche in questo caso, si potrà contare su un mix di gusto e nutrimento da non sottovalutare e persino su un’ottima figura da fare con gli ospiti!

Detto questo, non vi resta che pensare un po’ alle vostre ricette preferite: per quale di esse potreste usare le uova di starna? Fatemi sapere!

La deliziosa insalata con cavolfiore e uova sode potrà animare il pasto!

Una tavolozza di colori in una semplice ciotola: è questo ciò che l’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli rappresenta. Si tratta di un piatto completo, ricco di gusto, nutriente, veloce e soprattutto genuino! Con questa ricetta, portiamo l’arte in ogni singola porzione e in ogni boccone, regalando ad ogni ospite e familiari un pasto sana e naturale.

Se amate gli ingredienti principali dell’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli, il consiglio è di provare al più presto questa pietanza. Pur se appare tipicamente estiva, fresca e capace di travolgere con i sapori in particolare nelle giornate più calde dell’anno, la verità è che si mangia con piacere e soddisfazione in qualunque periodo dell’anno. Grazie agli ingredienti utilizzati, da scegliere con attenzione e prediligendo la qualità, potrete portare in tavola innumerevoli benefici e un fantastico intreccio di sapori.

Le qualità degli ingredienti: da non sottovalutare!

Dovreste sapere che il cavolfiore contiene un buon quantitativo di vitamina C (acido ascorbico) e una buona quota di carotenoidi (precursori della vitamina A). La forte presenza di antiossidanti ne fa un valido alleato contro l’invecchiamento e nella prevenzione dei tumori, rendendo l’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli molto salutare. È importante inoltre considerare l’apporto di fibre dato dal cavolfiore, che si trasforma in un ottimale potere saziante e nella capacità di regolare il transito intestinale.

Anche l’indice glicemico viene efficacemente riequilibrato grazie alle fibre e, quindi, possiamo definire questo ortaggio un vero e proprio toccasana.  L’uovo fa da padrone nel campo delle proteine, comprendendo quasi tutti gli amminoacidi essenziali necessari alla corretta sintesi proteica nelle cellule. Essendo povero di carboidrati, rende l’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli più leggera rispetto al classico primo di pasta, rivelandosi comunque un ottimo piatto unico ideale per il pranzo. E che dire dei rapanelli?

A tavola con l’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli…

Con questa ricetta, porteremo in tavola anche i rapanelli, ortaggi dal basso contenuto calorico, ma dall’elevato contenuto di acqua, fibre, sali minerali e vitamine (acido ascorbico soprattutto) molto importanti per il mantenimento del corretto equilibro di tutto l’organismo. Le loro proprietà però non si fermano qui: grazie ad essi, un buon piatto di insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli si digerisce bene e offre una potente azione diuretica e depurativa.

Dovreste sapere che la rafanina, contenuta in questi ortaggi, sembrerebbe inoltre possedere proprietà battericide e batteriostatiche… Insomma, innumerevoli caratteristiche benefiche sono racchiuse in un piatto così sano, ma allo stesso tempo talmente gustoso da essere quasi irrinunciabile! Perciò, l’insalata con cavolfiore, uova sode e rapanelli vi conquisterà appieno con il suo tripudio di colori e con il suo mix di sapori unici e nutrienti.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 cavolfiore da circa 750 gr,
  • 10 uova di starna o di quaglia,
  • 8 rapanelli,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva,
  • 2 cucchiai di aceto di mele,
  • 2 cucchiaini di cerfoglio tritato,
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Mettete le uova in acqua fredda, sistematele sul fuoco e lasciatele cuocere contando 4/5 minuti dall’ebollizione.

Appoggiate il cavolfiore su un tagliere, eliminate le foglie e, con un coltello, togliete il gambo. Sempre con il coltello, dividetelo a cimette e immergetele per qualche minuto in acqua fredda. Poi, scolatele e cuocetele al vapore per 10 minuti.

Tagliate i rapanelli a fettine con una mandolina. Mettete le cimette e i rapanelli in una terrina e condite il tutto con olio, aceto, sale, pepe e cerfoglio tritato.

Mescolate bene e unite le uova sode, sgusciate e tagliate a spicchietti. Servite subito in tavola.

 

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Olio al basilico

Olio al basilico, un condimento aromatizzato speciale

Olio al basilico, dove e come utilizzarlo L’olio al basilico è un’idea spettacolare per un condimento che sappia valorizzare i piatti. Incarna alla perfezione lo spirito della cucina italiana,...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto lungo....

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico,...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Salsa verde per bollito

Salsa verde per bollito, un condimento rustico e...

Salsa verde per bollito, gli utilizzi in cucina La salsa verde per bollito di carne è un condimento presente in molti paesi e che indica un insieme di preparazioni, più che una ricetta in...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


28-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti