bg header
logo_print

Minestrone con asparagi e pesto, un primo sano e gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

minestrone con asparagi e pesto
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 12 ore 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Minestrone con asparagi e pesto, non la solita minestra

Il minestrone con asparagi e pesto è un primo piatto che da un lato riconcilia la tradizione e dall’altro concede spazio alla creatività. Infatti è portatore di sentori rustici e di un modo per fortuna mai tramontato di intendere la cucina. Allo stesso tempo, propone una mantecatura particolare, a base di pesto. Al netto di tutto ciò, i protagonisti della ricetta rimangono gli asparagi.

Gli asparagi sono tra gli ortaggi più apprezzati, in quanto hanno una texture tra il morbido e il croccante. Sono anche molto salutari poiché ricchi di vitamine e sali minerali. L’apporto calorico è minimo, pari a 25 kcal per 100 grammi, inoltre esercitano uno straordinario potere diuretico. Il merito va ad alcune sostanze in essi contenuto, ma anche all’abbondante apporto di acqua. In occasione di questa ricetta gli asparagi vanno bolliti insieme alle altre verdure, poi vanno puliti con cura e utilizzate solo le punte.

Ricetta minestrone con asparagi

Preparazione minestrone con asparagi

Per preparare il minestrone con asparagi e pesto procedete così. Ammollate i fagioli borlotti per circa 12 ore. Mondate e lavate le zucchine, le carote, il peperone, il sedano e le patate, poi tagliate tutto a cubetti. Ora sbucciate la cipolla e fatela a fette sottili, poi pulite gli asparagi e utilizzate le punte.

Intanto lessate i fagioli e aggiungete un pizzico di sale solo alla fine. Scolateli quando sono ancora sodi e al dente e versateli in un’altra casseruola di terracotta con le verdure e le patate. Coprite a filo con acqua fredda, poi portate ad ebollizione e fate bollire per 30 minuti, unendo altra acqua calda se necessario. Infine frullate metà del minestrone e proseguite la cottura. Poi aggiungete il pesto e un pizzico di pepe, poi mescolate per bene e servite il piatto tiepido.

Ingredienti minestrone con asparagi

  • 150 gr. di zucchine
  • un peperone rosso e uno giallo
  • 150 gr. di carote
  • 1 gambo di sedano
  • 50 gr. di cipolla
  • 450 gr. di patate
  • 350 gr. di fagioli borlotti
  • 15/20 punte di asparagi
  • 4 cucchiaio di pesto
  • q. b. di sale
  • q. b. di pepe. 

Le interessanti proprietà dei peperoni

Un altro ingrediente fondamentale in questo minestrone con asparagi e pesto sono i peperoni. I peperoni incidono sul sapore con la loro dolcezza “corposa”, ma anche sul colore, infatti la lista degli ingredienti comprende un peperone rosso e un peperone giallo. Al di là dell’aspetto, che differenza corre tra le due varietà? Molto banalmente, i peperoni rossi contengono più licopene e luteina, mentre i peperoni gialli più betacarotene.

Si tratta di tre antiossidanti che esercitano una funzione antitumorale e rallentano l’invecchiamento. Le differenze sul sapore non sono molte, ma sono comunque interessanti. In particolare, i peperoni rossi sono più dolci di quelli gialli. Per quanto concerne l’apporto nutrizionale, invece, tutti i peperoni si differenziano per una spiccata abbondanza di vitamina C (utile per l’assorbimento del ferro e per il sistema immunitario) e di potassio. Sono anche poco calorici e molto digeribili se i peperoni vengono spellati per bene.

Un focus sui fagioli borlotti

Anche i fagioli borlotti ricoprono un ruolo importante nel minestrone con asparagi e pesto. Il loro sapore è molto corposo e in grado di spiccare in mezzo a tanti ingredienti. Il borlotto è una delle varietà più apprezzate proprio per la resa al palato, nonché per la sua versatilità. E’ anche decisamente nutriente e rende onore al detto secondo cui “il fagiolo è la carne dei poveri”. Il riferimento è soprattutto alle proteine, che sono molto abbondanti: 100 grammi di fagioli borlotti apportano ben 23 grammi di proteine.

Per il resto sono ricchi di calcio, una sostanza in genere associata al latte e ai suoi derivati, nonché utile per la salute delle ossa e dei denti. Sono anche ricchi di zinco (che ottimizza le difese dell’organismo) e di vitamine del gruppo B, coinvolte nel metabolismo energetico. In occasione di questa ricetta i fagioli vanno tenuti a mollo per una dozzina di ore. Poi vanno bolliti per il tempo necessario (in genere tre quarti d’ora) e integrati agli altri ingredienti per una seconda fase di cottura.

Quali patate utilizzare nel minestrone con asparagi e pesto?

Nel minestrone con asparagi e pesto non potevano mancare le patate, che intervengono non solo sul sapore ma anche sulla consistenza. Le patate sono ricche di amido, che rilasciano a seguito della cottura. Questo amido, una volta in contatto con gli altri ingredienti, favorisce una migliore amalgama e rende il tutto molto più cremoso.

A questo punto si pone l’interrogativo su quali patate utilizzare, d’altronde le varietà sono numerose. La scelta spesso è tra le patate a pasta gialla e quelle farinose. Le patate a pasta gialla apportano sentori più intensi, ma sono anche più croccanti. Le patate farinose, invece, sono più tenui e vantano una texture morbida, che si sfalda quasi nell’immediato. Dunque una varietà vale l’altra ed ognuna ha dei pro e dei contro, quindi la scelta sta a voi. In ogni caso, le patate sono nutrienti e tutto sommato leggere, in quanto non vanno oltre  le 80-90 kcal per 100 grammi.

Una mantecatura davvero perfetta

Il vero punto di forza di questo minestrone con asparagi e pesto è la mantecatura. Già è abbastanza insolito chiamare in causa questa tecnica culinaria per un primo piatto che dovrebbe essere liquido, o almeno morbido, ma vi assicuro che è quanto mai azzeccata. Ad ogni modo, la mantecatura viene realizzata con il pesto, che insaporisce il piatto e gli conferisce una consistenza gradevole e un po’ granulosa. Per l’occasione vi consiglio il classico pesto alla genovese, in quanto il basilico si abbina alla perfezione con le verdure impiegate per il minestrone.

Ovviamente nessuno vi vieta di utilizzare varianti di pesto più sui generis, tuttavia fate attenzione ad abbinare sentori compatibili tra di loro. Tenete presente che il pesto si inserisce già su un minestrone atipico, che per certi versi assomiglia a una vellutata. Inoltre una parte degli ingredienti va frullata con il minipimer, mentre l’altra conserva intatta la sua consistenza “brodosa”.

5/5 (1 Recensione)

Ricette di minestrone ne abbiamo? Certo che si!

Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...