Cestini di pane appetitosi: idea da non sottovalutare!

cestini di pane
Commenti: 0 - Stampa

Una ricetta veloce e versatile: i cestini di pane appetitosi

In ogni stagione e per qualunque occasione, i cestini di pane si rivelano la scelta giusta. Si tratta di una pietanza adatta agli intolleranti, in quanto priva di glutine e lattosio, che si prepara molto velocemente (preparazione 15 minuti e cottura 12-15 minuti) e si presenta come un perfetto antipasto o una golosa merenda. Nelle giuste quantità, può rappresentare un piatto unico, proprio come accade per la pizza e le torte salate. È una ricetta semplice e particolare, versatile e adatta a tutti… È l’ideale anche per il brunch della Festa del Papà!

Conquista i bambini e gli adulti, e si prepara con pochi ingredienti genuini: pane in cassetta morbido senza glutine (integrale o ai cereali), uova biologiche, Parmigiano Reggiano, panna di soia, olio, sale, pepe e verdure (pisellini, carota e zucchina cotti a vapore, e un po’ di mais lessato). In poche parole, i cestini di pane contengono tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno e anche molto di più!

Gli ingredienti principali: fanno sempre la differenza

Come abbiamo detto, per questo piatto servirà del pane in cassetta, morbido e senza glutine, possibilmente integrale o ai cereali. Questo alimento renderà il nostro pasto ricco di fibre e di carboidrati. Questi nutrienti si concretizzano in un migliore assorbimento di zuccheri e grassi, maggiore sazietà e regolari funzioni intestinali, ma anche in energia in grande quantità. Scegliendo questo alimento, i nostri cestini di pane assicurano la totale assenza di glutine e sono comunque sostanziosi, in particolare se accompagnati dalle uova.

Queste ultime, soprattutto quelle biologiche, possono donarci un buon apporto proteico ed energetico, vitamine di qualità e proprietà organolettiche uniche. Un po’ di Parmigiano Reggiano non fa altro che amplificare le caratteristiche della ricetta dei cestini di pane, sia da un punto di vista del sapore che a livello nutrizionale. Inoltre, si tratta di uno dei latticini che possono essere consumati con più tranquillità dagli intolleranti al lattosio: non fa male ed è ricco di sostanze nutritive e, soprattutto, di minerali capaci di rinforzare le ossa e aiutarci a prevenire tante delle numerose malattie dell’apparato scheletrico e non solo.

Il Parmigiano Reggiano  è un’eccellenza gastronomica tutta italiana, un prodotto di qualità che vanta riconoscimenti in tante parti del mondo. Prodotto da oltre un secolo in provincia di Modena, è un formaggio a lunga stagionatura, di elevate qualità nutrizionali, un “made in Italy” ricercato, che fa onore alla nostra gastronomia.

Oltre alla bontà del prodotto ed alla tradizionale “qualità”, ciò che rende particolarmente ricercato questo formaggio sono sicuramente le sue qualità nutrizionali. Il Parmigiano Reggiano Malandrone è un formaggio a pasta dura di lunga stagionatura. Nel tempo arriva a perdere gran parte del suo contenuto d’acqua, che arriva sulle nostre tavole con una percentuale che generalmente non supera il 30%. Il restante 70% è rappresentato da macro-nutrienti.

La parte “green” dei cestini di pane appetitosi

Come accennato in precedenza, in questa ricetta non mancano i vegetali: utilizzeremo un po’ di piselli e di mais, di carote e zucchine. Questi alimenti donano ai cestini di pane appetitosi un ulteriore tocco di gusto e un valore aggiunto. Infatti, si rivelano ricchi di antiossidanti, importanti per la lotta ai radicali liberi e per tenere alla larga numerose patologie, ma anche di vitamine e minerali in quantità, e di tanti altri interessanti fitonutrienti.

La cottura a vapore, in particolare, permette di mantenere intatti gran parte di quest’ultimi, salvaguardando anche i sapori autentici di questi ingredienti dei cestini di pane. Pertanto, abbiamo proprio a che fare con una pietanza speciale e piena di buone qualità, non credete? Vi consiglio di prepararla per la Festa del Papà… insieme a tanti altri assaggini perfetti per un brunch domenicale in suo onore. Non resta che assaporarla e farmi sapere!

Ed ecco la ricetta dei cestini di pane

Ingredienti per 4 cestini

  • 4 fette di pane in cassetta morbido senza glutine, possibilmente integrale o ai cereali
  • 2 uova bio
  • 1 cucchiaio di abbondante di Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato
  • 2 cucchiai di pisellini
  • 1/2 carota
  • 1/2 zucchina
  • 2 cucchiai di chicchi di mais
  • 50 ml di panna Accadi
  • q.b olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale fino e pepe nero

Preparazione

Cuocete le verdure a vapore. La zucchina e la carota andranno ridotte a piccoli cubetti di circa 1 cm – 1 cm e ½ di lato.

Una volta tiepide, versatele in una ciotola insieme ad un uovo leggermente sbattuto, la panna, il parmigiano grattugiato, sale e pepe; poi mettete da parte e preparate i cestini.

Accendete il forno e portatelo ad una temperatura di 180° ventilato.

Su un piano da lavoro, adagiate le fette di pane in cassetta, togliete la crosta e, con un mattarello, stendetele e appiattitele un po’; spennellatele poi con un uovo sbattuto.

Oliate leggermente uno stampo da muffins nelle cavità, utilizzando un pennello per farlo alla perfezione; prendete la fetta di pane e adagiatecela delicatamente dentro, dando la forma di un cestino (premendo un poco con le dita nella parte interna e facendola aderire alla base) e lasciando i lati un po’ svolazzanti e sporgenti.

Riempite ogni cestino con il composto di verdurine, infornate per 12-15 minuti (finché appariranno ben dorate). L’importante è tenerli d’occhio: se vedete che si dorano troppo, abbassate a 150° per gli ultimi minuti oppure spegnete prima il forno.

Servite caldissimi, sono un finger food davvero goloso!

5/5 (386 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio

Crostata con cioccolato e crema di formaggio, una...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè, un dolce originale La crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè è un dolce squisito, dal gradevole impatto visivo e in grado di...

Camembert al forno

Camembert al forno, una ricetta per la festa...

Camembert al forno con verdure, come valorizzare questo formaggio Il camembert al forno con verdure e crostini è una ricetta veloce, che offre la massima resa al minimo sforzo. Infatti, il...

torta al cacao con pralinato di arachidi

Festa del papà: Torta al cacao con pralinato...

Un dolce pensiero per il migliore dei papà Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare con una torta al cacao con pralinato di arachidi il giorno di S. Giuseppe, che ogni 19 Marzo in Italia...

Quadrotti fondenti

Quadrotti fondenti ciocco-caffè per la Festa del Papà

Cosa sono i quadrotti fondenti ciocco-caffè? I quadrotti fondenti ciocco-caffè sono un dolce delizioso, adatto alle occasioni in cui l’allegria e la convivialità la dovrebbero fare da padrone....

Torta al caffe di cicoria

Festa del papà con la Torta al caffè...

Una torta per un papà davvero speciale! Cari papà sta arrivando il vostro giorno e per il 19 Marzo vi vogliamo dedicare una deliziosa Torta al caffè. E' una proposta alternativa alle solite...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


15-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti