Cestini croccanti con crema e frutta, gioia al palato

Cestini croccanti con crema e frutta
Commenti: 0 - Stampa

Cestini croccanti con crema e frutta fresca, il momento ideale per questo dessert

I cestini croccanti con crema e frutta fresca sono un’idea davvero carina, oltre che gustosa, per un dessert, una merenda o perchè no anche per la colazione. Spiccano per l’impatto visivo, che presenta elementi che potremmo definire persino artistici (soprattutto lato decorazione). Ovviamente hanno un sapore delizioso, in perfetto equilibrio tra la componente della frutta, della crema e della pasta fillo. Sono adatti a tutte le occasioni, ma io le consiglio in particolare per la Festa della Donna, ricorrenza che va onorata, perché no, anche concedendosi qualcosa a livello gastronomico.

I cestini croccanti con crema e frutta fresca sfatano il mito del “se è buono è grasso”. In realtà, pur rappresentano quanto di meglio offre la pasticceria mignon, non sono più calorici di altri dessert. Anzi, la crema è formata in larga parte dal formaggio spalmabile, che non eccede in quanto ad apporto calorico. La quantità di zucchero, poi, non è affatto eccessiva. La frutta, infine, essendo “fresca” è per sua natura magra.

Il valore aggiunto dei cestini croccanti con crema e frutta fresca

A differenza della maggior parte dei cestini croccanti a base di crema, un ruolo importante è ricoperto dal formaggio. Anzi, dal formaggio fresco senza lattosio Exquisa. Si tratta di una scelta che alcuni potrebbero definire audace, ma che a mio avviso risulta azzeccata. Anche perché, almeno questo formaggio, è poco sapido, dunque può essere riequilibrato aggiungendo ingredienti dolci come lo zucchero e l’estratto di vaniglia.

Tra l’altro, il formaggio fresco senza lattosio Exquisa è un prodotto salutare, simbolo della volontà di Exquisa di offrire solo prodotti bio, equilibrati, nutrienti e poco grassi. Come suggerisce il nome, è totalmente privo di lattosio, il ché consente il consumo anche da parte degli intolleranti a questa sostanza. Non si tratta di un dettaglio da poco dal momento che l’intolleranza al lattosio, certo a vari livelli, è un disturbo condiviso da buona parte della popolazione occidentale (in particolare dell’Europa).

Cestini croccanti con crema e frutta

I pregi dei frutti di bosco

Se i cestini croccanti di crema e frutta sono così buoni il merito è anche dei frutti di bosco, che per quanto appaiano come decorazione in realtà contribuiscono in maniera determinante a formare l’identità “organolettica” di questa preparazione. Tra l’altro, i frutti di bosco non sono solo buoni ma fanno anche bene all’organismo. Per esempio, contengono grandi quantità di acido folico, ovvero la vitamina B9, che contribuisce in maniera significativa alla salute dell’apparato cardiocircolatorio.

I frutti di bosco sono anche una fonte importante di polifenoli, sostanze naturali che rappresentano dei veri toccasana per il sistema cognitivo. Secondo alcuni recenti studi, infatti, contribuiscono a prevenire l’insorgenza dell’Alzheimer e di altre patologie legate al declino delle capacità cognitive. Un effetto simile è provocato dagli antociani, particolarmente presenti nei frutti di bosco. Queste sostanze combattono efficacemente le infezioni ed esercitano una funzione depurativa, rinfrescante e digestiva. Ovviamente i frutti di bosco si caratterizzano anche per un apporto calorico trascurabile, quindi sono adatti a qualsiasi tipo di dieta o regime alimentare controllato.

Ecco la ricetta dei cestini croccanti con crema e frutta fresca

Ingredienti per 4 cestini:

  • 4 fogli di pasta fillo fresca;
  • 100 gr. di yogurt denso intero senza lattosio;
  • 120 gr. di formaggio fresco cremoso Exquisa senza lattosio;
  • alcune gocce di estratto naturale di vaniglia;
  • 1 mango;
  • 2 cucchiai di zucchero di canna polverizzato finissimamente;
  • frutti di bosco misti fra mirtilli, more e ribes;
  • qualche fogliolina di menta fresca per decorare;
  • granella di pistacchio;
  • q. b. di olio di semi di girasole.

Preparazione:

Per la preparazione dei cestini croccanti con crema e frutta iniziate stendendo la pasta fillo e tagliandola in 12 quadratini dalle dimensioni di 8 cm (o anche 10×10 al limite). Date una spennellata di olio su ciascuno dei quadratini e sovrapponete tre strati alla volta in modo da ricreare una stella. Date una spennellata anche su uno stampo per muffin e copritene l’interno con la pasta fillo “a stella”, premendo bene in modo da formare una specie di cestino. Fate lo stesso per tutte le cavità dello stampo (quattro) e poi infornate per 10-15 minuti in forno a 180 gradi già riscaldato e posto in modalità ventilata.

I cestini, badate bene, devono essere dorati e croccanti. Una volta pronti, fateli intiepidire ed estraeteli dallo stampo, infine posizionateli sui piatti da portata. Adesso preparate la crema. Amalgamate il formaggio spalmabile utilizzando una spatola in silicone o una frusta, aggiungete lo zucchero, l’estratto di vaniglia e mescolate fino ad ottenere una crema fluida, ma abbastanza densa. Versate la crema in una sac à poche e con questa riempite i cestini. Spolverate la superficie con un po’ di granella di pistacchio. Ora occupatevi della frutta: tagliate il mango a cubetti regolari (non più di 2 cm per lato), e dopo aver lavato e asciugato i frutti di bosco posizionateli sulla superficie. Decorate con qualche foglia di menta fresca e fate riposare mezz’ora in frigorifero. Infine servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo al mango

Semifreddo al mango, un dessert fresco e fruttato

Semifreddo al mango, un dessert diverso dagli altri Il semifreddo al mango è un dessert squisito, diverso dagli altri per gusto, impatto visivo e procedimento di preparazione. Inoltre, viene...

Quadrotti in crosta con tartufo

Quadrotti in crosta con tartufo per la Festa...

Quadrotti in crosta con fonduta di tartufo, tra il rustico e il gourmet I quadrotti in crosta con fonduta di tartufo sono un primo piatto molto corposo, tra il rustico e il gourmet. I sapori sono...

Tartufini di pan di Spagna al cocco e riso

Tartufini di pan di Spagna al cocco per...

Tartufini di pan di Spagna: una coccola per la festa della donna E' arrivata la festa della donna! Quest’anno ditelo con i tartufini di Pan di Spagna al cocco e riso nero. Non c’è gesto più...

Bocconcini mimosa

Bocconcini mimosa, ideali per la Festa della Donna

Bocconcini mimosa, un’idea semplice ma azzeccata I bocconcini mimosa sono un’idea suggestiva, gustosa e facile da preparare per la Festa della Donna. Sono anche a tema, in quanto rievocano i...

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella

Bicchierini di crema allo zafferano e cannella, buoni sempre I bicchierini di crema allo zafferano e cannella con crumble al cacao sono un’idea davvero sfiziosa, colorata per un dessert in...

Teglia di rape e patate

Teglia di rape e patate gratinate allo zafferano

Teglia di rape e patate gratinate, il contorno ideale per la Festa della Donna La teglia di rape e patate gratinate allo zafferano è un contorno molto abbondante. Anzi, proprio per l’elevato...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti