Tofu impanato: il formaggio … si fa croccante!

Tofu impanato
Commenti: 0 - Stampa

La ricetta ideale per chi ama l’agrodolce: il tofu impanato. Il tofu impanato non può essere ritenuto un piatto originario del nostro paese. E’ perfetto per chi adotta un’alimentazione vegetariana o vegana

Esso, infatti, viene preparato utilizzando questo formaggio da poco divenuto estremamente popolare in Occidente, ma che è nativo dell’estremo Oriente. La sua preparazione si basa dalla cagliatura del succo ricavato da una pianta, la soia, ed è proprio questa sua derivazione a giustificare la sua diffusione anche da noi.

Molto simile in aspetto e consistenza al nostro formaggio fresco ricavato da latte, il tofu è caratterizzato da un sapore più dolce che lo rende ideale ed appetibile sia per le preparazioni salate che per quelle dolci. In questa ricetta, ad esempio, ne scopriamo una versione sui generis che vede protagonisti da una parte la farina per polenta e dall’altra lo zucchero ed i mirtilli.

Tofu impanato: una miniera di proprietà nutritive sottovalutata

I valori nutrizionali del tofu dipendono prevalentemente dal processo di lavorazione per cui è sempre consigliabile leggere con attenzione le tabelle nutrizionali. Il tofu possiede in genere un elevato contenuto di proteine, un moderato contenuto di carboidrati ed una modesta quantità di grassi, in ogni caso è certamente meno calorico dei comuni formaggi utilizzati in cucina.

Il tofu impanato vede un abbraccio tra questo formaggio di soia e la farina di mais per polenta: questo connubio, oltre a rivelarsi originale dal punto di vista visivo, risulta particolarmente gradito anche dal punto di vista organolettico.

La presenza della farina di mais, in genere adatta per i celiaci e usata come addensante, fa di questa preparazione un toccasana per il proprio organismo. Questa farina risulta infatti diuretica e drenante ed ad essa sono riconosciute apprezzabili proprietà antiossidanti, essendo ricchissima di carotenoidi.

Tofu impanato

Rimaniamo in forma … con il tofu impanato!

Le componenti più significative della farina di mais sono l’amido e le proteine, fondamentali, queste ultime, per la formazione dei tessuti del corpo umano. Sono presenti anche sali minerali in buone quantità ma sembra che queste qualità non riscontrino tra i consumatori i favori che meritano, essendo in genere preferita la farina di grano. Ecco un motivo in più per farne uso in questa straordinaria ricetta.

Il tofu impanato, proprio in ragione della presenza di mirtilli freschi e frutta secca a piacere, rappresenta una valida fonte di antiossidanti ed Omega 3. Essi sono alleati del benessere del nostro corpo, utili ad affrontare l’incalzante lavoro dei radicali liberi. E’ bene precisare che tutti gli ingredienti utilizzati in questa ricetta sono privi di lattosio.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr. di tofu consentito,
  • 100 gr farina di mais per polenta istantanea,
  • 1 uovo,
  • 4 noci burro chiarificato,
  • 250 gr mirtilli freschi,
  • 80 gr birra senza glutine Hordeum,
  • 2 cucchiaini zucchero di canna,
  • q.b. sale,
  • q.b. frutta secca a piacere

Preparazione

Sbattete l’uovo e salatelo. Impanate il tofu nella farina di mais. Passatelo poi nell’uovo, e, ancora nella farina di mais. In una padella fate sciogliere il burro e poi rosolatevi il tofu per pochi minuti.

Passate il tofu in forno già caldo a 180° per 3 o 4 minuti, in modo che il calore raggiunga il cuore del trancio.

In una padella preparate una salsa unendo i mirtilli, la birra e lo zucchero di canna. Fate scaldare fino a quando lo zucchero sarà perfettamente sciolto e la salsa risulterà sufficientemente densa.

Versate una piccola quantità di salsa sul fondo del piatto in cui servirete la portata.

Aggiungete un po’ di frutta secca e mirtilli freschi. Adagiate il tofu e servite.

Tofu al forno con zucchine

Tofu al forno con zucchine, olive e curcuma, il giusto mix tra gusto e leggerezza

Il tofu al forno con zucchine, olive e curcuma è un contorno molto elaborato, non tanto per il procedimento – che in realtà è semplice – quanto per la presenza di molti sapori e sentori. E’ raro, infatti, avere a che fare con un contorno così pieno e in grado di soddisfare il palato in modo così completo. Ad ogni modo la ricetta è semplice, infatti basta lavare e tagliare i vari ingredienti, per poi adagiarli su una pirofila.

Il protagonista di questa ricetta, ovvero l’ingrediente che la caratterizza maggiormente, è il tofu. Si tratta di un formaggio di origine orientale, realizzato con la soia. Per questo motivo, è molto apprezzato soprattutto dalla comunità vegana, per quanto si stia facendo spazio anche tra i consumatori “comuni”.

Alcune curiosità sul tofu

Il tofu, utilizzato nella nostra ricetta al forno con zucchine, ha una lunga storia alle spalle. La leggenda vuole che sia stato inventato addirittura nel secondo secolo a.C. da un monaco taoista. A prescindere dal fatto che la leggenda sia vera o falsa, il tofu è oggi uno dei formaggi simbolo tanto del Giappone quanto della Cina. Si caratterizza per un colore bianco perlaceo e per una consistenza morbida, ma non friabile. Può essere consumato in versione fresca o leggermente stagionata. Nel primo caso, il sapore sarà lieve e delicato, nel secondo si noteranno gradevoli elementi di piccantezza. Il tofu si sposa benissimo con gli ortaggi, in quanto è in grado di valorizzare tutte quelle specie vegetali che si caratterizzano per un sapore spiccato, come possono essere le olive e le zucchine. Tra l’altro, è in grado di abbinarsi a molte spezie, come ad esempio alla curcuma.

Il tofu è anche un alimento dalle eccellenti proprietà nutrizionali. Il riferimento è all’abbondantissima presenza di acidi grassi omega tre, che agiscono positivamente sull’apparato cardiocircolatorio e migliorano la funzione cognitiva. Ovviamente il tofu non contiene lattosio, dunque è particolarmente indicato per chi soffre di intolleranza a questa sostanza. Contiene, comunque, molte proteine e svariati aminoacidi essenziali.

Le meravigliose proprietà della curcuma

Tra gli aromi di questo interessante tofu al forno con zucchine spicca la curcuma. Come sicuramente già saprete, si tratta di una spezia dal sapore forte, ma lo stesso tempo gradevole. La curcuma è apprezzata per le sue proprietà organolettiche e per la capacità di “colorare” gli ingredienti. Infatti, si caratterizza per un arancione particolarmente brillante, che si trasferisce facilmente agli altri alimenti, conferendo loro un impatto visivo notevole.

Ad ogni modo, la curcuma, come tante altre spezie, vanta proprietà nutrizionali così elevate da sfociare nello pseudoterapeutico. Il riferimento è alla funzione analgesica e antinfiammatoria, che può essere assimilata a quella dello zenzero. Allo stesso modo, la curcuma è considerata un potente antiossidante, dunque agisce in funzione anticancro, in virtù della sua capacità di contrasto dai radicali liberi. Per quanto il sapore della curcuma sia leggermente meno pungente rispetto alle altre spezie, il consiglio è di non esagerare in quanto potrebbe coprire gli altri sapori.

Le zucchine, degli ortaggi preziosi da molti punti di vista

Anche le zucchine giocano un ruolo da protagonista in questo piacevole contorno al tofu. Le zucchine sono degli ortaggi preziosi, grandemente diffusi e consumati nel nostro paese, ma dati un po’ troppo per scontati. Sono in pochi, infatti, a conoscere le proprietà nutrizionali delle zucchine, che a tutti gli effetti possono essere considerate eccezionali.

A fronte di un apporto calorico basso, pari a 11 kcal per 100 grammi, forniscono tante vitamine e sali minerali. Le zucchine contengono soprattutto potassio, ma anche magnesio e zinco, che fungono da energizzanti e contribuiscono a rafforzare sistema immunitario. In occasione di questa ricetta, le zucchine vanno semplicemente sbucciate, tagliate a cubetti uniformi e inserite nella pirofila insieme agli altri ingredienti.

Ecco la ricetta del tofu al forno con zucchine, olive e curcuma:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di tofu,
  • 400 gr. di zucchine,
  • 15 olive taggiasche,
  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere,
  • 3 cm di radice fresca di zenzero,
  • 1 presa di timo essiccato,
  • 1 presa di rosmarino essiccato,
  • q. b. di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione del tofu con zucchine iniziate preriscaldando il forno a 180 gradi. Intanto sbucciate le zucchine e tagliatele a cubetti uniformi, tagliate allo stesso modo anche il tofu. Lo zenzero, invece, fatelo a fette sottili. Ricoprite con carta forno una pirofila e adagiateci le zucchine, il tofu, le olive taggiasche e lo zenzero. Date una spolverata di curcuma e insaporite con timo e rosmarino sminuzzato, infine aggiustate con un po’ di sale e con olio extravergine di oliva. Mescolate il tutto con delicatezza, poi infornate per circa 20 minuti. Per i primi dieci minuti, però, coprite la pirofila con la carta d’alluminio. Fate riposare un po’ e servite quando la pietanza è ancora calda.

5/5 (401 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.


20-03-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti