Erba d’orzo: il germoglio ricco di sostanze nutritive

Ecco un incredibile “superfood”: l’erba d’orzo

Molti pensano di non conoscere l’erba d’orzo, ma la verità è che si tratta semplicemente del primo germoglio verde che poi darà vita a uno dei cereali più amati nel mondo. Questo germoglio è stato scoperto circa 40 anni fa da alcuni scienziati giapponesi e, dopo numerosi studi, è stato riscontrato che vanta di numerose proprietà benefiche per la nostra salute e che contiene una grandissima quantità di sostanze nutritive essenziali per il nostro organismo.

Questo germoglio è un vero è proprio superfood, un concentrato di benessere ancor più potente dell’orzo che noi tutti conosciamo e mangiamo in varie forme. Pertanto, è opportuno conoscere questa erba nel dettaglio: ci sono tantissime ragioni per le quali dovremo introdurla nella nostra alimentazione. Andiamo subito ad analizzarle.

Erba d’orzo: un concentrato di vitamine, minerali e non solo

Essendo ancora un germoglio, presenta una buona quantità di clorofilla che, a sua volta, si rivela un’ottima fonte di magnesio. Questo significa che il vegetale si presenta come un toccasana nei momenti di stanchezza, stress o scarsa concentrazione. Tra le altre potenzialità, è utile considerare che il consumo di questa pianta consente di godere di un efficace effetto cicatrizzante, ma anche antianemico in quanto promuove la sintesi dell’emoglobina.

L’erba d’orzo contiene elevati di vitamina A, B1, B2, B6, B12, E e K; ma anche di cromo, magnesio, potassio, fosforo, selenio, zinco, ferro, calcio, rame e iodio. Contiene anche tutti gli aminoacidi e gli acidi grassi essenziali, nonché dei buoni livelli di betaglucano, una sostanza utile per favorire la riduzione del colesterolo. Si presenta come un valido aiuto per le donne che soffrono di dolori mestruali e che si sentono in subbuglio durante la sindrome premestruale.

Inoltre, è stato dimostrato che la clorofilla è una valida alleata della microcircolazione e, pertanto, può anche a prevenire la fragilità capillare e tutti i problemi ad essa correlati. Il consumo di questo vegetale permette persino di promuovere il corretto funzionamento dell’intestino, di rallentare il naturale processo di invecchiamento delle cellule, di contrastare i danni dei radicali liberi, e di smaltire le tossine e le tante sostanze dannose per l’organismo.

Uno stile di vita più sano grazie all’erba d’orzo

È utile sapere che questo germoglio ha la potenzialità di alcalinizzare le cellule, un procedimento molto importante in quanto, al contrario, l’acidità nel corpo è quasi un invito per le malattie degenerative e per tanti problemi di salute. Pertanto si tratta di un vegetale capace di contrastare l’acidificazione dei tessuti provocata principalmente da un’alimentazione sbagliata, ovvero ricca di alimenti raffinati e confezionati.

Pensando soprattutto a questa proprietà alcalinizzante, il suggerimento degli esperti è quello di assimilare più spesso possibile l’erba d’orzo in polvere, aggiungendola alla vostra insalata, alle ricette che preferite, ma anche alle centrifughe e ai succhi di frutta e/o di verdura fresca oppure ad un semplice bicchiere d’acqua tiepida: ogni metodo è quello giusto e vi consentirà di godere del supporto e dell’azione dei tantissimi micronutrienti presenti in questo germoglio.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *