Ginseng, la radice dalle mille proprietà benefiche

Ginseng
Commenti: 4 - Stampa

Ginseng, la radice dalle mille proprietà benefiche. A questa radice biforcuta sono riconosciuti innumerevoli benefici, alcuni di essi rimangono nell’ambito della tradizione popolare (soprattutto cinese), altri, invece, sono riconosciuti dalla medicina occidentale, perché frutto di studi e ricerche. Tanto che, oggi, è uno dei rimedi a base di erbe più popolari al mondo.

Tra le sue mille proprietà, riconosciute e non, si ritiene che sia in grado di donare energia (anche a chi è debilitato), di diminuire i livelli di zucchero e colesterolo nel sangue, di ridurre lo stress, di favorire il rilassamento e di trattare la disfunzione erettile.

Ovviamente, non sempre le ricerche portano a risultati univoci, così le proprietà terapeutiche del ginseng sono spesso messe in discussione da scienziati e medici.

Ginseng, la radice dalle mille proprietà benefiche

Ma vediamo nel dettaglio alcune delle più note proprietà del ginseng.

  • Stimola le funzioni fisiche e mentali. Può aiutare a stimolare l’attività fisica e mentale quando è richiesto un maggiore sforzo o per le persone che sono deboli e stanche a causa di stress e malattia. In alcuni studi è stato dimostrato che è utile nei soggetti che lamentano esaurimento psicofisico perché aumenta la capacità psicologica e riduce la stanchezza agendo come tonico generale. A causa degli effetti di miglioramento della memoria e della concentrazione, si sta studiando un collegamento tra le proprietà del ginseng e un possibile trattamento del morbo di Alzheimer, ma le ricerche sono ancora lontane da una conclusione.
  • Cura la disfunzione erettileGli uomini possono ricorrere al ginseng per il trattamento della disfunzione erettile. Diversi studi supportano l’uso per via orale per trattare l’impotenza maschile. In particolare, uno studio coreano del 2002 ha rivelato che il 60% degli uomini oggetto dello studio che hanno preso il ginseng, ha notato un miglioramento dei sintomi.
  • Attiva il sistema immunitario. Diversi studi dimostrano l’efficacia di questa radice nella proliferazione dei linfociti. È stato dimostrato, inoltre, che è utile per aumentare la capacità delle difese immunitarie contro gli agenti tossici come il virus dell’influenza e raffreddore e migliorare gli effetti del vaccino influenzale. È, poi, molto utile per gli anziani e pazienti con capacità immunitaria depressa.
  • Combatte l’invecchiamento a causa del suo effetto benefico sul sistema immunitario e la memoria, il ginseng è in grado di migliorare la qualità di vita degli anziani. Inoltre, potrebbe avere un ruolo nella riduzione della perdita di neuroni cerebrali dovuti all’avanzamento dell’età.

E’ generalmente considerato sicuro, tuttavia può avere effetti indesiderati come mal di testa, elevata frequenza cardiaca, nausea, irrequietezza, disturbi del sonno.  Inoltre, i medici consigliano di non prendere il ginseng insieme con alcuni medicinali come una classe di antidepressivi chiamati inibitori della monoamino-ossidasi (MAO) e alcuni farmaci per il cuore e la coagulazione del sangue.

Per questo e anche per evitare un pericoloso sovradosaggio, è sempre meglio consultare il medico prima di intraprendere qualsiasi terapia a base di ginseng.

CONDIVIDI SU

4 commenti su “Ginseng, la radice dalle mille proprietà benefiche

  • Mer 28 Apr 2021 | Roberta ha detto:

    Buona sera,
    vorrei sapere se il ginseng contiene nichel e se c’è una marca da poter comprare se è possibile in capsule. Grazie

    • Lun 3 Mag 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Roberta, il mio medico mi ha sostituito il caffè tradizionale con quello al ginseng proprio per le sue benefiche proprietà. Io acquisto King Cup Coffee al ginseng in capsule.

  • Mar 1 Giu 2021 | maria gallo ha detto:

    ho notato che ..da quando bevo il ginseng sono aumentati i batti e mi sento come un nodo in gola..da sapere che prendo tanti farmaci come..tare 120mg cardioaspirina..adenuric 80mg..lasix..lobivon..e vastat..un consiglio grazie

    • Mar 1 Giu 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Gli effetti collaterali del ginseng, se l’uso è prolungato e ad alti dosaggi, sono pressione alta, tachicardia, palpitazioni, insonnia, ansia, tremori e diarrea. In ogni caso, la somministrazione non va protratta oltre i tre mesi consecutivi e va evitata dopo le 16-17 poiché potrebbe interferire con il riposo. Il ginseng può interferire con alcuni farmaci tra cui anticoagulanti, antidrepressivi e stimolanti del sistema nervoso centrale. Se si assumono medicinali o integratori è bene parlarne con il proprio medico

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ginkgo Biloba

Ginkgo Biloba: una lunga storia di salute

Il Ginkgo Biloba è noto come un “fossile vivente” Il Ginkgo Biloba è un albero dalle grandi potenzialità, che ha una storia lunga secoli e secoli. Infatti, è una delle specie di alberi più...

Shatavari

Shatavari: una pianta che regala giovinezza e salute

Qualche cenno di storia e alcune curiosità sullo Shatavari Lo Shatavari è una pianta molto particolare, il cui nome scientifico è Asparagus Racemosus. è stata usata per secoli come un rimedio...

Tribulus

Tribulus: tutte le potenzialità di questa pianta

Tante spine e altrettante proprietà: ecco il Tribulus Il Tribulus è una pianta fuori dal comune, sia per quanto riguarda il suo aspetto che per le sue potenzialità. Infatti, è quasi...

He Shou Wu Fu Ti

He Shou Wu Fu Ti: giovinezza e longevità

Un nome particolare per una pianta dalla radice molto speciale: He Shou Wu Fu Ti La pianta He Shou Wu Fu Ti è molto utilizzata nell’ambito della Medicina Cinese. È usata da migliaia di anni e...

Epimedium

Epimedium (Horny Goat Weed): una pianta afrodisiaca

Un vegetale davvero speciale: l’ Epimedium L' Epimedium , Chiamato anche Horny Goat Weed,  fa parte della numerosa famiglia del Berberidaceae. Chi sa cosa significa “Horny Goat Weed”,...

Chaga

Il Chaga, un fungo unico e speciale

Un fungo strano, ma importante per la salute: il Chaga Ultimamente, si sente molto parlare di funghi benefici e sicuramente il Chaga è uno di questi. Non è molto affascinante e a prima vista non...

05-04-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti