bg header
logo_print

Estratto di papaya e albicocca, una ricetta energizzante

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

estratto di papaya e albicocca
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Vitalità e salute ad ogni sorso di estratto di papaya, e albicocca L’estratto di papaya e albicocca costituisce un vero e proprio toccasana per la salute, in quanto ricco di nutrienti essenziali per l’organismo. Questa ricetta dal sapore esotico, infatti, contiene numerose tipologie di vitamine e minerali di cui il corpo non può fare a meno, e vanta di un gusto unico che la rende irresistibile al palato! 

Grazie all’albicocca e alla papaya, questa bevanda naturale assume un aroma dolce piacevolmente contrastato dal sapore selvatico dell’erba perenne Brahmi… Il succo di yumberry, da aggiungere alla fine, dona un tocco di squisitezza in più al preparato oltre a regalare alla ricetta un apporto di minerali e vitamine ancora più ricco! Ma andiamo a scoprire tutte le ragioni per assaporare questo salutare drink…

Ricetta estratto di papaya e albicocca

Preparazione estratto di papaya e albicocca

Nell’estrattore mettete prima la papaya a tocchetti, poi le albicocche tagliate a pezzetti.

Raccogliete il succo ottenuto dai due frutti in una caraffa, aggiungete la polvere di Brahmi e il succo di yumberry.Mescolate bene gli ingredienti e servite.

Ingredienti estratto di papaya e albicocca

  • 5 gr Brahmi in polvere
  • 200 gr succo di papaya
  • 200 gr succo di albicocca
  • 45 gr succo di yumberry Salugea

Le proprietà benefiche di questa fresca bevanda

Questo estratto di papaya e albicocca è dotato di un’elevata quantità di vitamina C, che possiamo trovare sia nel succo di yumberry che nella papaya e nell’albicocca. Questa vitamina ci aiuta non solo a tenere lontani i malanni dovuti al cambio di stagione e all’influenza, ma contribuisce anche a mantenere la nostra pelle sana e i tessuti tonici e giovani. Questa ricetta è inoltre ricca di vitamina A, B ed E, tutte sostanze essenziali per chi vuole fare il pieno di vitalità ed energia. Il Brahmi è una buonissima fonte di bacosidi, ovvero sostanze ad azione antiossidante.

L’estratto di papaya, e albicocca è una ricetta perfetta persino per chi vuole perdere peso in modo naturale e senza rinunciare al gusto. Non a caso, la papaina contenuta nella papaya è in grado di stimolare il metabolismo aiutando il corpo a bruciare più grassi. Questo preparato è utile anche per coloro che desiderano ottenere una sferzata di vitalità…

Infatti, il succo di yumberry è noto da tempo per le sue proprietà stimolanti, che costituiscono un valido aiuto contro stanchezza e stress, e aiutano a ritrovare l’energia psicofisica persa giorno dopo giorno. È un drink perfetto per alleviare i problemi digestivi, in quanto carico di fibre vegetali! Tuttavia, non dimenticate che per preparare una bevanda ottima sotto ogni punto di vista, è opportuno avvalersi di alimenti di prima qualità e, possibilmente, biologici.

Estratto di papaya e albicocca: una ricetta da gustare in qualunque momento

Questo estratto può essere assaporato in diversi momenti della giornata per una pausa energetica, a colazione o comunque durante la mattinata: sarà in grado di donare al corpo la vitalità di cui ha bisogno per arrivare in forma fino all’ora di andare a letto. Mi raccomando però… Per preparare l’estratto di papaya e albicocca, munitevi di un estrattore funzionale e di buona qualità, così da garantirvi un drink perfetto su tutti i fronti!

A mio avviso, la soluzione migliore è puntare su un elettrodomestico che vi permetta di controllare la densità effettiva del succo, grazie a varie funzioni che vi consentano di sceglierne una a vostro piacimento. Alcuni prodotti sono inoltre dotati di speciali modalità di lavorazione e, ad esempio, estraggono il succo molto lentamente tramite una rotazione efficiente.

La tecnologia moderna ci mette a disposizione dei motori da 150 watt, che si rivelano potenti e in grado di offrire notevoli performance e una perfetta elaborazione degli ingredienti. Con un prodotto efficiente e silenzioso, munito di differenti filtri tra i quali scegliere, potrete realizzare degli estratti salutari ogni volta che vorrete, nonché contare su un alleato facile da pulire… I migliori estrattori, grazie al movimento di rotazione e all’aggiunta di acqua, si puliscono automaticamente mentre sono in funzione!

Sinceramente, queste sono le qualità dell’apparecchio che uso e, ogni volta, riesco a preparare un succo in grado di soddisfare ogni esigenza e preferenza. Insomma, ora che vi ho detto tutto, non vi resta altro che preparare e gustare il vostro estratto di papaya e albicocca. In estate, se servito freddo e accompagnato da qualche cubetto di ghiaccio, sarà capace di rigenerarvi completamente! A questo proposito, ecco la lista completa degli ingredienti e le modalità di preparazione.

Brahmi

Due piante curative e un solo nome: Brahmi

Brahmi è un termine utilizzato per descrivere due piante molto note tra i trattamenti ayurvedici: la Centella Asiatica e la Bacopa Monnieri (anche se si usa più volte per denominare la seconda).

Si tratta infatti di una parola sanscrita che è stata scelta per descrivere queste due piante in quanto hanno la capacità di migliorare il funzionamento del cervello e di sostenere e proteggere il sistema nervoso Ma questo, ovviamente, non è tutto.

Infatti, queste piante hanno moltissime altre qualità che le rendono molto simili anche se in realtà sono molto diverse. A questo proposito, ecco tutto quello che dovreste sapere su Centella Asiatica e Bacopa Monnieri.

Brahmi, due vegetali con importanti poteri terapeutici

Sia la Centella che la Bacopa sono dotate di potenzialità molto interessanti e da anni vengono usate per trattare numerose problematiche di salute. Le loro azioni sono molto simili e questo crea ancora più confusione intorno ad esse.

Entrambe queste erbe provocano una serie di effetti molto utili per promuovere la salute del corpo e della mente e, per quanto riguarda l’Ayurveda, si dice che influenzino positivamente anche la coscienza.

Ayurvedic Doctor

Nello specifico, le piante Brahmi possono aiutare ad aprire la mente e fare chiarezza, a rafforzare la memoria e a sviluppare l’intelligenza. Sono erbe ottime persino per migliorare la concentrazione, i livelli di energia, l’umore, il sonno e la salute generale delle cellule, ma anche della pelle e dei capelli.

In pratica, sia la Centella Asiatica che la Bacopa agiscono a livello psicofisico, donando benessere sotto diversi punti di vista.

Anche chi non crede nei principi dell’Ayurveda può usufruire delle potenzialità di queste due piante e godere di tutti gli effetti positivi fisici e fisiologici.

Dovreste sapere inoltre che numerosi studi hanno rivelato che la Centella Asiatica è ottima per ridurre gli inestetismi della cellulite e per riparare, elasticizzare e illuminare la pelle.

Questo accade soprattutto grazie alla sua potenzialità di stimolare la produzione di collagene e migliorare la microcircolazione cutanea.

Come usare questa pianta nella propria vita quotidiana

In commercio, possiamo trovare degli oli o delle pomate a base di Bacopa e Centella, adatti per l’applicazione esterna.

Questi possono ovviamente promuovere la salute della pelle, la guarigione dalle ferite e la funzionalità delle articolazioni.

Se usati per massaggiare il cuoio capelluto, gli oli possono stimolare la crescita dei capelli e influenzare positivamente il sistema nervoso.

Per quanto riguarda la somministrazione orale delle erbe Brahmi, è utile sapere che sono disponibili anche sotto forma di polvere, tavolette o estratti liquidi.

La polvere è solitamente la forma più economica e anche la più versatile per quanto riguarda l’utilizzo.

Il suggerimento è di preparare un infuso con acqua calda o una semplice bevanda fredda, entrambi da bere ogni giorno.

Molti aggiungono la polvere al latte o anche a delle diverse sostanze vettore, in quanto si pensa che ogni bevanda o alimento possa aiutare a dirigere l’erba ad uno specifico tessuto o organo, o magari verso un particolare apparato.

Ad ogni modo, parlare con un medico ayurvedico potrà aiutare a comprendere qual è la migliore modalità di assunzione in base alla situazione o all’eventuale problematica da risolvere.

Ricette estratti ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...

bevanda al tamarindo

Una bevanda al tamarindo per rinfrescarsi con gusto

Come dolcificare la bevanda al tamarindo La bevanda al tamarindo è buona così com’è, soprattutto per chi ama i sapori intensi, aromatici e vagamente astringenti. Tuttavia, potete anche...

Frappe al gianduia

Frappè al gianduia, una versione che sa di...

Come fare un frappè perfetto? Ecco qualche trucchetto Preparare il frappè al gianduia è semplicissimo, basta versare tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare fino a quando non si ottiene...