bg header
logo_print

Cannelloni con zucca e ricotta, dei cannelloni ripieni unici

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cannelloni ripieni di zucca e ricotta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3/5 (1 Recensione)

Tutta la bontà dei cannelloni con zucca e ricotta

I cannelloni con zucca e ricotta sono un primo sostanzioso e delizioso, nonché una ricetta facile, veloce da preparare, gustosa e ricca di nutrienti. In meno di due righe, siamo riusciti ad elencare le principali caratteristiche di questa pietanza che conquista davvero tutti, adulti e bambini.

Tuttavia, riguardo a questo piatto ci sono tante altre cose da dire, ovvero delle valide informazioni che potranno incentivarvi a preparare questo delizioso primo piatto e a portarlo al più presto sulle vostre tavole.

Infatti, anche se questa pietanza fa venire già l’acquolina in bocca e una volta assaggiata può deliziare ogni palato, conoscere le caratteristiche principali dei suoi ingredienti potrà aiutarvi ad assaporare con più gusto ogni singolo boccone! Ecco tutto quello dovreste sapere a riguardo.

Ricetta cannelloni con zucca

Preparazione cannelloni con zucca

  • Preriscaldate il forno a 180 gradi. Pulite la zucca e tagliatela prima a fette e poi a dadini. Affettate molto sottilmente la cipolla.
  • Lavate e asciugate le foglie di salvia.Scolate la ricotta e schiacciatela con una forchetta.
  • Cuocete in padella con una noce di burro e un filo d’olio insieme alla cipolla e alla salvia.
  • Aggiustate di sale e pepe e verificate che i dadini di zucca non si asciughino troppo.
  • Eventualmente allungate la cottura con un po’ di acqua al bisogno.Lasciate cuocere per circa 20 minuti. Una volta cotta, togliete la salvia e frullate il tutto.
  • Nel frattempo preparate la besciamella versando il latte di quinoa e riso in un pentolino, salate e quando bolle aggiungete la farina di riso e mescolate continuamente per almeno 10 minuti.
  • Mescolate la crema di zucca con la ricotta e aggiustate di sale e aggiungete un filo d’olio e con questa crema riempite i cannelloni.
  • Prendete una pirofila da forno e stendete uno strato di besciamella e adagiate in ordine i cannelloni ripieni. Ricoprite con uno strato di besciamella e del Parmigiano.
  • Ripetete l’operazione fino alla fine degli ingredienti e terminate con una spolverata di parmigiano.
  • Ricoprite la pirofila con l’apposita carta da forno e infornate a 180°C per circa 40 minuti. Passati 30 minuti togliete la carta e gratinate per altri 10 minuti circa.
  • Una volta tolta la pirofila dal forno lasciate riposare e intiepidire qualche minuto prima di servire.

Ingredienti cannelloni con zucca

  • 250 cannelloni di riso
  • 1 lt. di besciamella con latte di quinoa e farina di riso
  • 400 gr. di zucca gialla pulita
  • mezza cipolla
  • q. b. di foglie di salvia
  • 20 gr. di burro chiarificato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 250 gr. di ricotta delattosata
  • 30 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato
  • q. b. di sale e di pepe.

Cannelloni con zucca e ricotta, un piatto dolce e nutriente

La zucca, utilizzata nei cannelloni con ricotta, è un gustoso ortaggio dal sapore dolciastro e dalle grandi occasioni, come il Natale. La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e radica le sue origini nell’America Centrale. Attualmente, la zucca viene assaporata in tutto il mondo ed è usata per tante ricette, rivelandosi un ingrediente perfetto per tanti chef e numerosi amanti della cucina.

I cannelloni con zucca sono un primo piatto in cui la zucca è il protagonista. Pertanto, scegliendo di portare in tavola questo piatto, potrete avvalervi di un ottimo apporto nutritivo e di tante proprietà terapeutiche.

A questo proposito, è utile sapere che la zucca è ipocalorica, che è composta in prevalenza da acqua e che si presenta come una ricca fonte di vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, E, K e J, di potassio, magnesio, manganese, calcio, rame, fosforo, zinco, selenio e ferro.

Grazie a tutti questi nutrienti, questo ortaggio può comportare numerosi benefici per coloro che soffrono di stitichezza o di ipertensione, ma può anche garantire una maggiore protezione e salute per quanto riguarda gli occhi e la pelle, e una valida azione antiossidante, diuretica, depurativa e idratante.

La ricotta, un ingrediente che rende speciale i cannelloni con zucca

Che dire della ricotta? Sicuramente, possiamo dire che si tratta di un latticino dal sapore molto buono e delicato, ma anche di un formaggio piuttosto “magro” che, con un 13% di grassi e con un 11% di proteine, ci regala i nutrienti di cui abbiamo più bisogno senza appesantire troppo lo stomaco.

Scegliendo un prodotto delattosato potrete godere di un alimento fresco e genuino, contenente un pizzico di sale, ma una cospicua quantità di minerali, di vitamina A, di vitamina B12 e di riboflavina.

Pertanto, con i vostri cannelloni con zucca e ricotta potrete portare in tavola un piatto ricco di bontà e nutrimento. Il consiglio? Provatelo al più presto!

Come cuocere la zucca

La zucca è un alimento versatile, che si presta alle preparazioni più svariate, risultando compatibile con tanti metodi di cottura. Nei cannelloni con ricotta la zucca subisce un trattamento particolare, finalizzato alla creazione del ripieno. Nello specifico la zucca va tagliata a dadini e rosolata in un soffritto di burro, salvia e cipolle. Poi va allungata (se necessario) con un po’ di acqua calda e portata a cottura, dovrebbero bastare venti minuti. Una volta pronta, la zucca e tutti gli altri ingredienti vanno frullati.

Per quanto concerne la cipolla fate attenzione alla varietà. Dovreste evitare la cipolla bianca, in quanto è molto pungente e in grado di interferire con la delicatezza e la dolcezza della zucca. Optate invece per una cipolla dorata, o per un’aromatica cipolla rossa.

Per quanto concerne la salvia va tolta alla fine della cottura, in questo modo si aromatizza il piatto senza coprire gli altri ingredienti.

Burro e salvia, un binomio perfetto per i cannelloni con zucca e ricotta

La salvia forma con il burro un binomio perfetto, che ricorre spesso nelle ricetta della cucina italiana. Per esempio, rappresenta il condimento standard per molti tipi di pasta fresca, soprattutto per quelli di provenienza emiliana o lombarda. Il sapore corposo del burro contrasta e allo stesso tempo valorizza le note amarognole e ben presenti della salvia, creando così dei cannelloni con zucca e ricotta davvero unici.

Fate attenzione a quale burro utilizzate, a disposizione avete il burro standard e il burro chiarificato. Il burro standard è ricco di caseine, che tendono a carbonizzarsi facilmente ad elevate temperature, e quindi a sprigionare sgradevoli sentori amarognoli. Il burro chiarificato, invece, è privo di caseine, dunque sopporta bene le cotture prolungate. Inoltre, il burro chiarificato è efficace quanto gli oli vegetali in fase di preparazione.

Il burro chiarificato, infine, propone un sapore più delicato che non sovrasta gli altri ingredienti.

Una besciamella davvero delicata per i cannelloni con zucca

I cannelloni alla zucca, proprio come i cannelloni originali, contano sul contributo della besciamella. La besciamella usata in questa ricetta è davvero particolare, in quanto è a base di farina di riso o di farina di quinoa. Potete scegliere tra queste due alternative, ottenendo ovviamente risultati diversi in termini di gusto. La besciamella di riso è più delicata e lascia ampio spazio al burro e al latte. La besciamella di quinoa, invece, è più aromatica e corposa, proponendo sentori tra il cerealicolo e il leguminoso. La quinoa, d’altronde, è un falso cereale, in quanto appartiene a una famiglia botanica completamente diversa e più vicina ai legumi che al grano.

La quinoa è comunque considerata un superfood in quanto è ricca sia di carboidrati che di proteine, una caratteristica che si trova solo in alcuni legumi. Non preoccupatevi, l’apporto calorico non è molto diverso da quello delle altre farine.

La farina di riso, di contro, è un po’ meno calorica ma è comunque nutriente, poiché contiene dosi importanti di vitamine e sali minerali. Allo stesso tempo è povera di proteine e di grassi.

Come rendere i cannelli di zucca a prova di intolleranze alimentari

Questi cannelloni con zucca sono compatibili con le esigenze dei celiaci e degli intolleranti al lattosio? Di base no. E’ vero, la besciamella è realizzata con farina di riso o quinoa, che sono senza glutine, ma i cannelloni sono realizzati con le farine tradizionali. Per fortuna la soluzione è dietro l’angolo, basta utilizzare cannelloni realizzati con farine gluten-free. La più efficace in questo genere di preparazioni è proprio la farina di riso.

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio, l’allergene è presente nel latte utilizzato per la besciamella. Allo stesso modo è sufficiente utilizzare il latte delattosato e tagliare così la testa al toro. Il sapore del latte delattosato è quasi simile a quello “originale”, risulta solo un po’ più dolce. Vi sconsiglio in quest’occasione di utilizzare il latte vegetale. Tutte le soluzioni disponibili, dal latte di mandorle a quello di cocco, passando per quello di nocciola, sono un po’ troppo caratterizzate e potrebbero sovrastare il gusto dei cannelloni ripieni di zucca.

FAQ sui cannelloni con zucca e ricotta

Dove sono nati i cannelloni?

A differenza delle altre paste fresche ripiene, i cannelloni non sono emiliani. Si pensa infatti che siano stati preparati per la prima volta in Campania, intorno alla prima metà dell’Ottocento.

Quante calorie hanno i cannelloni?

Dipende ovviamente dal ripieno. I cannelloni più calorici sono quelli classici, realizzati con la besciamella, con il ragù e ricoperti con la salsa di pomodoro. I cannelloni di zucca, invece, sono decisamente più leggeri, ossia siamo circa sulle 200 kcal per ogni cannellone.

Ricette di cannelloni ne abbiamo? Certo che si!

3/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...