Guanabana, frutto dalle mille proprietà benefiche 

Guanabana
Commenti: 0 - Stampa

Guanabana, un frutto da scoprire. I più attenti e informati sulla salute non si saranno fatti scappare il guanabana. Un frutto tropicale originario dell’America latina dalle mille proprietà benefiche comprovate e presunte.

E’ delizioso, un mix tra fragola e ananas con un leggero richiamo alla banana e cocco. Mica male, direi.

All’esterno è ricoperto da una sottile buccia verde, l’interno è fatto di una succosa polpa bianca disseminata di piccoli semini neri commestibili. Siccome la polpa è piuttosto fibrosa, è spesso spremuto per ricavare il succo.

Si fanno degli ottimi succhi di frutta. Al guanabana sono da tempo riconosciute numerose proprietà mediche, ad esempio:

  • Il succo può essere assunto per via orale come rimedio per uretrite, ematuria e disturbi del fegato.
  • I semi, che hanno proprietà di emesi, possono essere utilizzati nel trattamento del vomito.
  • Il decotto delle foglie è efficace contro pidocchi e cimici ed è usato come impacco per ridurre le infiammazioni.
  • Le foglie fresche schiacciate possono essere applicate su eruzioni cutanee per favorirne la guarigione.
  • Una decozione dei germogli o delle foglie è considerato un rimedio per problemi alla cistifellea,
    così come per tosse, catarro, diarrea, dissenteria, febbre e indigestione.
  • I fiori sono utili per alleviare il catarro.

In più, il profilo nutrizionale è notevole, possiamo contare su importanti quantità di vitamina C, vitamina B1 e B2.

Guanabana, frutto di cui sentiremo parlare molto!!

Negli ultimi anni, tuttavia, si è discusso tanto sulle presunte proprietà per la lotta al cancro del guanabana. Sono stati fatti numerosi studi e ancora oggi sono in corso ma nessuno di esso è arrivato a una conclusione certa.

Ad oggi, il guanabana non è considerato una cura alternativa per il cancro in quanto, appunto, non esiste alcuna prova scientifica che dimostri la sua efficacia.

In molti però sostengono che questo frutto tropicale possa rappresentare un’efficace medicamento naturale. Per essi il guanabana sarebbe molto più efficace della chemioterapia per contrastare le cellule maligne.

In particolare sarebbe molto efficace contro il tumore del colon, della prostata, del pancreas e del polmone. Secondo i sostenitori di questa cura alternativa, i risultati sono evidenti. Inoltre, il guanabana oltre a essere una cura efficace non ha effetti collaterali perché attacca solo le cellule cancerogene.

Una risposta certa non esiste, per questo è sempre meglio affidarsi a un medico di fiducia per scegliere insieme il tipo di cura.

Il nome scientifico è il nome di Annona Muricata, il guanabana può davvero fare la differenza in termini di salute e, se consumato con regolarità, costituisce un ottimo rimedio officinale per numerosi disturbi più o meno comuni. Ma vediamo più nello specifico quali sono le proprietà e i valori nutrizionali di questo squisito frutto.

Succo al guanabana: dalla vitamina C ad altri ottimi fitonutrienti

Abbiamo a che fare con un alimento con poche calorie che propone una vasta quantità di nutrienti come la vitamina C e che si rivela un’ottima fonte di antiossidanti, capaci di mantenere giovani i tessuti e rinforzare il sistema immunitario. Al suo interno sono presenti persino discrete dosi di vitamina A, di vitamina B e di minerali, in particolare calcio, fosforo, magnesio, rame e ferro.

Dovreste sapere inoltre che il Succo al guanabana è una valida fonte di proteine e si propone come uno spuntino utile per chi svolge attività fisica o sport, ma anche per chi vuole placare la fame tra un pasto e l’altro.

Quella che possiamo definire la colazione ricca, non è altro che una combinazione di ricotta, caviale e succo di guanabana. Ho scelto questo abbinamento di esempio in quanto è davvero un modo eccezionale per iniziare la giornata: slancio, energia, classe e consistenza!

Come spesso si sente dire, il primo pasto del mattino è quello principale, in cui devono essere ben bilanciati tutti i vari elementi nutrizionali, e farlo mediante l’utilizzo di ingredienti semplici e prelibati, come quelli che vi ho proposto. Volete saperne di più?

colazione ricca

Gli alimenti da portare in tavola, il salato trionfa… ma non è detto!

Il punto cardine della nostra colazione perfetta, ovvero la combinazione che vi sto proponendo oggi, è la ricotta priva di lattosio. E’ ideale per tutte quelle persone che soffrono di intolleranza a questa particolare sostanza contenuta nei latticini. Tuttavia, è ottima per tutti e anche più digeribile persino per coloro che non devono affrontare questa problematica.

Il processo che consente al latte di essere privato del lattosio offre comunque altissima qualità e tanti nutrienti importanti, come appunto vitamine e minerali. Pertanto, grazie a questo alimento, la “colazione ricca” che portiamo in tavola diventa più leggera e viene accompagnata un prodotto alimentare di elevata classe: il caviale. Quest’ultimo è un alimento noto e prelibato, dal pieno sapore di mare.

Popolari per le occasioni eleganti, le uova di storione, offrono un gusto lievemente salato, perfetto per chi non ama il dolce a colazione o che, ogni tanto, ama cambiare. Il caviale è una valida fonte di proteine, vitamine e grassi. Presenta anche una dose di colesterolo, che però non preoccupa se decidiamo di assumerne una moderata quantità. Deliziosa sotto ogni punto di vista, la combinazione tra ricotta e caviale è l’ideale al mattino, ma è ottima persino per tutte le volte che vogliamo servire un antipasto chic!

Si sorseggiano tante vitamine e minerali…

Potete accostare alla ricotta e caviale un semplice succo di guanabana oppure ,  lasciate libero spazio alla vostra fantasia e utilizzate ogni tipo di succo di frutta, seguendo il vostro gusto personale. La parte tendenzialmente zuccherosa della colazione sarà così assicurata anche in questo caso, chiudendo il cerchio di un ottimo bilanciamento nutritivo.

La bevanda che sceglierete (meglio se preparata da voi!) apporterà un ulteriore quantità di vitamine e minerali al vostro pasto. Optare per un succo fresco o una buona spremuta biologica potrà fare la differenza. Non vi resta che provare questa tipica colazione ricca, che non è altro che una deliziosa ed elegante colazione salata con ricotta senza lattosio, caviale e succo… Iniziate la giornata con il piede giusto!

Prepariamo il succo di guanabana

Ingredienti per 2/3 persone

  • 1 frutto guanabana,
  • 1/2 lt acqua naturale,
  • 2 cucchiai sciroppo d’acero,
  • 1 cucchiaino crema di vaniglia,
  • qualche cubetto di ghiaccio

Preparazione

Sbucciate e tagliate la guanabana  Togliete i semi e tagliate a tocchetti

Versate nel frullatore con lo sciroppo d’acero, la vaniglia e l’acqua.

Azionate per qualche minuto

Servite con qualche cubetto di ghiaccio

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ginkgo Biloba

Ginkgo Biloba: una lunga storia di salute

Il Ginkgo Biloba è noto come un “fossile vivente” Il Ginkgo Biloba è un albero dalle grandi potenzialità, che ha una storia lunga secoli e secoli. Infatti, è una delle specie di alberi più...

Shatavari

Shatavari: una pianta che regala giovinezza e salute

Qualche cenno di storia e alcune curiosità sullo Shatavari Lo Shatavari è una pianta molto particolare, il cui nome scientifico è Asparagus Racemosus. è stata usata per secoli come un rimedio...

Tribulus

Tribulus: tutte le potenzialità di questa pianta

Tante spine e altrettante proprietà: ecco il Tribulus Il Tribulus è una pianta fuori dal comune, sia per quanto riguarda il suo aspetto che per le sue potenzialità. Infatti, è quasi...

He Shou Wu Fu Ti

He Shou Wu Fu Ti: giovinezza e longevità

Un nome particolare per una pianta dalla radice molto speciale: He Shou Wu Fu Ti La pianta He Shou Wu Fu Ti è molto utilizzata nell’ambito della Medicina Cinese. È usata da migliaia di anni e...

Epimedium

Epimedium (Horny Goat Weed): una pianta afrodisiaca

Un vegetale davvero speciale: l’ Epimedium L' Epimedium , chiamato anche Horny Goat Weed o Yin Yang Huo ,  fa parte della numerosa famiglia del Berberidaceae. Chi sa cosa significa “Horny Goat...

Chaga

Il Chaga, un fungo unico e speciale

Un fungo strano, ma importante per la salute: il Chaga Ultimamente, si sente molto parlare di funghi benefici e sicuramente il Chaga è uno di questi. Non è molto affascinante e a prima vista non...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-06-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti