Crema di patate con dadini di salame campagnolo

Crema di patate
Stampa

Crema di patate con dadini di salame campagnolo, un antipasto elegante

La crema di patate con dadini di salame campagnolo è una di quelle preparazioni che coniugano eleganza, gusto e nutrimento. Tecnicamente, può essere considerato un antipasto, visto le porzioni ridotte e la quantità limitata di ingredienti. Tuttavia è nutriente come un primo piatto, se non addirittura come un pasto completo. D’altronde sono presenti le proteine e i grassi, offerte dal salame, oltre ai carboidrati, che vengono garantiti dalle patate. Per quanto riguarda le patate, avete carta bianca sulla varietà da scegliere. La ricetta “riesce” a prescindere dal tipo di patate che utilizzerete. Tuttavia, vi consiglio di optare per una varietà che possa garantire un’uniformità spiccata e una morbidezza gradevole.

Da questo punto di vista le patate bianche funzionano meglio delle patate a pasta gialla, infatti sono meno sode, più cedevoli e più ricche di amido. Non a caso rappresentano lo standard per la preparazione del purè. Sul piano nutrizionale, amido escluso, le due tipologie di patate sono sostanzialmente identiche. Entrambe sono ricche di carboidrati e povere di grassi. Analogamente contengono buone concentrazioni di vitamine e sali minerali. L’apporto calorico, invece, si attesta sulle 80 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta le patate vengono bollite con la buccia, sbucciate a seguito della cottura, schiacciate e frullate insieme all’olio e allo zafferano diluito. Si ottiene così una crema molto soffice, da arricchire con il salame e valorizzare con un po’ di timo fresco.

Cos’è il salame campagnolo?

Un altro protagonista di questa crema di patate è proprio il salame. Per l’occasione va utilizzato il salame di tipo campagnolo. Si tratta di una varietà molto conosciuta e apprezzata, relativamente facile da preparare in casa. A ben vedere è uno degli insaccati più antichi, realizzati a partire dal basso Medioevo, se non addirittura in età classica. Ciononostante, nel tempo ha acquisito una sua specificità, legandosi in particolare alla tradizione brianzola. Attualmente, pur essendo diffuso in tutto il Paese, è considerato – forse un po’ impropriamente – un salume tipico della Brianza.

Tecnicamente il campagnolo è un salame molto stagionato. E’ realizzato con carne di maiale, arricchita da abbondante grasso, sale e pepe. Nonostante la stagionatura, mantiene una morbidezza tale da poter essere utilizzato anche nelle ricette, e non solo per il consumo a crudo. E’ quanto accade in occasione di questa crema di patate, in cui il salame viene tagliato a dadini e posto sulla crema già distribuita nei bicchieri o nelle coppe.

Il contributo dello zafferano

Anche lo zafferano si rivela importante in questa ricetta, anzi senza questa formidabile spezia, la crema di patate con dadini di salame campagnolo risulterebbe meno saporita e più lineare dal punto di vista organolettico. Stiamo parlando, d’altronde, di una delle spezie più apprezzate, sia per la sua portata aromatica che per l’equilibrio che conferisce alle preparazioni. Tra l’altro lo zafferano colora con il suo giallo-arancione spiccato, migliorando l’impatto visivo dei piatti. Come tutte le spezie spicca per le proprietà nutrizionali, che possono essere intese anche in senso pseudo-terapeutico. Per esempio migliora il tono dell’umore, grazie soprattutto al safranale e alla crocina, che stimolano la produzione di dopamina e serotonina.

Lo zafferano, poi, è un antitumorale, infatti è ricco di antiossidanti che inibiscono i radicali liberi e riducono lo stress ossidativo. Aiuta anche il sistema immunitario, vista l’abbondanza di vitamina C. Essendo uno spasmodico, interviene anche nei casi più lievi di gastrite e contribuisce alla prevenzione dell’ulcera gastrica. Apporta, inoltre, un buon quantitativo di sali minerali, il riferimento è soprattutto al potassio, al magnesio, al calcio e al fosforo. Quest’ultimo, come sicuramente saprete, potenzia le performance cognitive. In occasione di questa ricetta, lo zafferano va diluito in un cucchiaino di acqua di cottura delle patate e frullato con queste ultime.

Ecco la ricetta della crema di patate con dadini di salame campagnolo:

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. patate,
  • 2 gr. zafferano,
  • 4 cucchiai olio extravergine d’oliva,
  • 50 gr. salame campagnolo,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di timo fresco per decorare.

Preparazione

Per la preparazione della crema di patate con salame campagnolo iniziate bollendo le patate con tutta la buccia. Quando sono pronte, prelevate un cucchiaino di acqua di cottura e scioglieteci dentro lo zafferano. Le patate, invece, sbucciatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. Inserite le patate sbucciate in un bicchiere per frullatore ad immersione. Aggiungete lo zafferano diluito e azionate il frullatore, integrando il tutto con olio d’oliva, versato poco alla volta. Infine, regolate di sale e frullate ancora per qualche istante.

Se preferite una crema ancora più morbida, integrate un po’ di acqua calda, altrimenti procedete con la ricetta. Trasferite la crema di patate nelle coppette monoporzione o nei bicchieri. Fate a fettine di mezzo centimetro di spessore il salame campagnolo, poi ricavate dei dadini regolari. Distribuite il salame così tagliato sulla crema (che dev’essere tiepida). Infine, guarnite con un rametto di timo fresco.

 

 

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-04-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti