Un modo diverso di fare la Confettura fresca di mango ai semi di chia

Tempo di preparazione:
Foto MichelaFesta

I semi di Chia sono una soluzione dalle molteplici proprietà benefiche. Provenienti dalla Salvia Hispanica, una pianta che arriva dal Sud America, sono ormai parte integrante dell’alimentazione quotidiana di chi tiene alla propria salute e sa che il benessere comincia dal piatto!

Proprietà dei semi di Chia

I semi di Chia, che a prima vista si presentano con un colore nero e dimensioni molto contenute, sono un concentrato di micronutrienti a dir poco portentoso.

Volete qualche esempio specifico? Perfetto! Allora non mi resta che ricordarvi che sono ricchissimi di fibre – 28 grammi di semi di Chia ne contengono circa 11 di fibre – fondamentali per la regolarità intestinale. La loro assunzione è consigliata anche per la presenza di calcio, manganese e magnesio, minerali in generale importantissimi e ancora più efficaci in periodi particolari come la gravidanza. Sono indicati per tutte le persone che soffrono di pressione alta, per i celiaci, per i vegani essendo ricchi di calcio e vitamine del gruppo B, in particolare la  B12, e per chi soffre di colesterolo. Integrare i semi nella dieta è un’ottima alternativa naturale anche per il basso apporto calorico

Caratterizzati da un apporto calorico molto basso, i semi di Chia sono coltivati solo biologicamente e sono privi di glutine, il che li rende chiaramente perfetti per chi soffre di celiachia (i semi di Chia macinati possono essere quindi utilizzati come ingrediente per i dolci nella dieta di privazione da glutine, l’unica opzione curativa per chi ha problemi di assorbimento di questo complesso proteico).

Semi di Chia: spazio alle proteine

Una caratteristica che rende i semi di Chia particolari è la presenza di un’altra quantità di proteine. Questo fa sì che i semi di Chia siano un’ottima soluzione per chi vuole dimagrire. Per quale motivo? Prima di tutto perché l’assunzione di proteine migliora il livello di sazietà. Credo sia superfluo specificare che i semi di Chia costituiscono un’alternativa validissima per chi ha deciso di abbracciare la dieta vegana o vegetariana e ha quindi la necessità di integrare le proteine da fonti diverse dalla carne.

I semi di Chia sono un grandissimo regalo che la natura ci ha fatto! Assumerli significa prendersi cura della propria salute da diversi punti di vista, facendo attenzione all’apporto vitaminico – sono ricchi di vitamine del gruppo B – e all’importanza di minerali come il calcio e lo zinco, indicati soprattutto per chi svolge un’attività fisica particolarmente intensa.

Introdurre i semi di Chia nella dieta non è difficile, dal momento che si contraddistinguono per un gusto neutro che li rende adatti ad abbinamenti di vario tipo (io tendo spesso a consigliare di aggiungerli allo yogurt e ai piatti di riso).

Ultimo ma non meno importante aspetto da sottolineare riguarda le dosi ideali, che corrispondono a circa 20 grammi al giorno!

Avete mai pensato alla possibilità di preparare una confettura di frutta in meno di cinque minuti? Con i semi di chia è possibile, in quanto il loro potere gelificante  dovuto alla capacità di assorbire acqua gonfiandosi favorisce l’addensamento delle sostanze liquide.

Aggiungendo un certo quantitativo di semi di chia alla polpa di diversi tipi di  frutta fresca dopo poche ore di riposo in frigo otterrete un composto simile alla confettura di frutta, ma dal sapore più fresco e leggero, con numerose proprietà nutrizionali. 

Michela Festa ha preparato questa ricettina un po’ particolare e alternativa per utilizzare questi preziosi semi

Ingredienti

  • 500 g di polpa di mango
  • Un cucchiaio di succo di limone
  • 3 cucchiaini di semi di chia
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave

Procedimento

Sbucciate e tagliate un mango a pezzetti, riducete fino ad un ottenere la polpa con dei piccoli pezzetti, non completamente frullata.

Mescolate la polpa ottenuta con lo sciroppo d’agave ed i semi di chia, trasferire il contenuto in un vasetto sterilizzato, chiudete e mettete in frigo per 3 ore.

Il risultato che otterrete e una confettura densa da utilizzare per la vostra colazione, merenda e qualsiasi preparazione dolce.

Conservare la confettura per 3-4 giorni in frigo.

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *