logo_print

Pudding alla ricotta e limone con sciroppo

pudding alla ricotta e limone
Stampa

Oggi vi propongo la ricetta del Pudding alla ricotta e limone con sciroppo. La prima volta che ho assaggiato un pudding è stato a Londra mentre ero in visita dai miei zii.

Sbagliai clamorosamente la pronuncia ma mi rifeci con i complimenti a mia cugina che l’aveva preparato per accompagnare il thè pomeridiano.

Il suo non era un pudding alla ricotta e limone, e mai mia cugina avrebbe pensato ad inserire il timo in un dolce. Questa ricetta condensa infatti i sapori preferiti dai miei fratelli, i sapori che ricordano loro l’estate e che puntualmente mi chiedono di riproporre in pieno autunno!

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Rosa D’anna

Ed ecco la ricetta del Pudding alla ricotta e limone con sciroppo

Ingredienti per 6 persone

Per i pudding

200 gr burro morbido
200 gr zucchero semolato
3 uova medie
60 ml latte
50 ml succo di limone
125 gr farina 00
240 gr ricotta
10 gr bicarbonato
1 cucchiaio zeste di limone

Per lo sciroppo

200 gr zucchero semolato
180 ml acqua
130 ml succo di limone
2 rametti di timo
1 cucchiaio di zeste di limone
Panna fresca da montare leggermente zuccherata q.b.

Preparazione

Per i pudding

Preriscaldare il forno statico a 160°.
Imburrare ed infarinare gli stampi monoporzione in ceramica.
Montare burro e zucchero in una ciotola.
Separare i tuorli dagli albumi ed aggiungere i primi al burro montato.
Aggiungere il latte, la farina setacciata con il bicarbonato, la ricotta e mescolare bene. Per ultimo aggiungere il succo di limone e gli albumi montati a neve fermissima, incorporando questi ultimi con movimenti che vanno dal basso verso l’alto.
Riempire gli stampini per 3/4 ed infornare per 25 minuti circa.

Per lo sciroppo

Portare a bollore tutti gli ingredienti e far cuocere per 5 minuti.
Lasciar intiepidire prima di bagnare i pudding e servire il tutto con una quenelle di panna montata leggermente zuccherata.

 


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.


15-11-2015
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti