bg header
logo_print

Gnocchi con gorgonzola e liquirizia, un primo innovativo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gnocchi con gorgonzola speck e liquirizia
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Gnocchi con gorgonzola e liquirizia, un piatto nato per caso

Oggi prepariamo degli gnocchi con gorgonzola, speck e liquirizia. Questa ricetta nasce dopo aver comprato al supermercato il vasetto di liquirizia in polvere.

Mi sono chiesto dove potevo abbinarla? La risposta sta tutta in questo piatto…Il bello che quando iniziate a mangiare gli gnocchi la liquirizia non si sente, ma dopo qualche istante eccola che arriva !!!

Ricetta gnocchi con gorgonzola

Preparazione gnocchi con gorgonzola

In una padella fare scaldare lo speck, tagliato a strisce piccole rendendolo croccante, mettere da parte. In un pentolino fare scaldare il latte con la gorgonzola tagliata a fette.

Aggiungere un cucchiaino di liquirizia e la fecola di patate, mescolare bene in modo da non formare grumi. Utilizzare se il caso un frullatore a immersione in modo da ottenere un crema omogenea.

Far cuocer gli gnocchi in a abbondante acqua salata e con un filo d’olio. Quando gli gnocchi saranno tutti a galla, portarli in una padella e farli saltare insieme ad una parte di crema. Se il caso aggiungere acqua di cottura

Per impiattare mettere la crema avanzata come fondo aggiungere gli gnocchi, pistacchi precedentemente sbriciolati, lo speck croccante e una leggera spruzzata di pepe nero profumato al limone e parmigiano

Ingredienti gnocchi con gorgonzola

  • 120 gr. gnocchi consentiti senza glutine
  • 100 gr. latte
  • 60 gr. gorgonzola
  • 1 cucchiaio fecola di patate consentita
  • 50 gr. speck a fette
  • q. b. lamponi
  •   mirtilli  e frutta secca
  • 1 cucchiaino liquirizia in polvere
  • q. b. pistacchi non salati
  • 2 cucchiai di  olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe nero al limone
  • q. b. di Parmigiano.

Gnocchi con gorgonzola speck e liquirizia, un primo sontuoso

Oggi cuciniamo gli gnocchi con gorgonzola, speck e liquirizia, un primo piatto che si ispira alla tradizione italiana ma che non ha paura di innovare. Lo si può intuire dalla lista di ingredienti, che propone combinazioni interessanti benché inusuali. Specifico che la ricetta non è mia, bensì di Nicola Territo, che l’ha elaborata in occasione del contest “Le intolleranze? Le cuciniamo“.

Ho indetto questo concorso per dimostrare quanto sia facile gestire le intolleranze alimentari, se si assumono come stelle polari la buona cucina e la creatività.

Gli gnocchi con gorgonzola speck e liquirizia sono un ottimo esempio di ciò. Infatti, è semplice adattare gli gnocchi alle esigenze dei celiaci: basta utilizzare una qualsivoglia farina senza glutine, come può essere la farina di riso, quella di mais, grano saraceno e fonio.

Allo stesso modo, il piatto può essere rimaneggiato a uso e consumo degli intolleranti al lattosio: la ricetta prevede l’impiego del latte, ma si fa presto a reperirne una versione delattosata. Il gorgonzola – altro derivato del latte presente in lista – è invece naturalmente senza lattosio.

Gnocchi con gorgonzola e liquirizia, una combinazione interessante

Gli gnocchi con gorgonzola proposti da Nicola Territo stupiscono per le combinazioni di ingredienti arditi ma azzeccati. Mi riferisco soprattutto all’inedito connubio tra speck e liquirizia. Il primo viene passato in padella, reso croccante e posto sugli gnocchi già conditi a mo’ di guarnizione. La liquirizia, invece, viene mescolata ai derivati del latte per formare una crema delicata e aromatica, ma mantiene comunque una sua specificità.

La presenza dello speck e della liquirizia conferisce al piatto sentori variegati, tra il sapido e il dolce, a metà strada tra il corposo e l’aromatico.

Nondimeno, questi abbinamenti incidono sul piano nutrizionale. D’altronde lo speck è calorico, ma anche estremamente proteico, senza considerare il carico di sali minerali che apporta (in particolar modo ferro e magnesio). La liquirizia, dal canto suo, è ricca di antiossidanti, sostanze che fanno bene in quanto aiutano a prevenire il cancro e rallentano l’invecchiamento.

Una salsa al gorgonzola davvero eccezionale

Tra i punti di forza di questi gnocchi con gorgonzola e speck figura il condimento, ossia la salsa deputata a valorizzare gli gnocchi stessi. È una salsa particolare, ottenuta dall’unione di ingredienti che sembrano agli antipodi.

Si inizia scaldando il latte arricchito con abbondanti fette di gorgonzola dolce, poi si aggiunge un po’ di fecola di patate, utile ad addensare il tutto, e si rifinisce con un bel cucchiaio di liquirizia.

I sapori che emergono di più sono quelli della liquirizia e del gorgonzola. Quest’ultimo è un formaggio nobile, un erborinato di classe in grado di apportare grassi ma anche tutti i principi attivi dei migliori prodotti caseari. Inoltre, contiene molte proteine e non è affatto privo di vitamina D (sostanza fondamentale per il sistema immunitario) e di calcio, che giova alle ossa e ai denti.

Va detto, poi, che il gorgonzola è naturalmente senza lattosio, proprio in virtù del processo di erborinatura. Dunque, può essere consumato liberamente dagli intolleranti al lattosio.

Come guarnire gli gnocchi con gorgonzola e speck?

Un altro punto di forza di questi gnocchi con gorgonzola e speck è dato dalla guarnizione. Essa garantisce l’elemento croccante, conferendo al piatto una certa varietà in termini di texture. Nondimeno, incide anche sul piano estetico, proponendo colori più vivaci.

Il protagonista della guarnizione è lo speck, che viene spadellato e reso croccante. In aggiunta troviamo il pistacchio, che viene posto sotto forma di granella. Infine, vale la pena parlare del pistacchio, un alimento spesso poco valutato.

Il pistacchio è calorico, ma ciò è dovuto all’abbondanza di grassi benefici, come gli omega tre, che esercitano una funzione protettiva per il cuore. Inoltre, è ricco di vitamina E, sostanza che giova al sistema immunitario ed esercita una funzione antiossidante. Stesso discorso per i sali minerali, tra cui spicca il magnesio, che mantiene elevati i livelli di energia dell’organismo.

Il piatto può essere completato anche da frutti rossi, lamponi e mirtilli. Questi aggiungono un tocco di colore al piatto e conferiscono allo stesso tempo un sentore acidulo.

Contest – Le intolleranze? Le cuciniamo

Ricetta di Nicola Territo

Gnocchi con gorgonzola e speck

Ricette gnocchi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...