bg header

Patatine novelle allo speck: un contorno polivalente

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Patatine novelle allo speck

Un’idea sfiziosa: le patatine novelle allo speck

 Avete poco tempo a disposizione e vi manca il contorno per il secondo del vostro pranzo domenicale? Oppure vi interessa integrare un pasto al vostro variegato apericena da proporre ai vostri amici? Forse, ho una soluzione semplice e veloce per voi: le patatine novelle allo speck.

Si tratta di un piatto che può essere preparato in poco tempo, in quanto bastano circa 30-40 minuti. Gli ingredienti principali sono sempre disponibili in qualunque momento dell’anno e facilmente reperibili presso ogni supermercato.

Sul piano nutrizionale questo piatto può essere considerato indipendente se si considera che allo stesso tempo avete la possibilità di fare un bel carico di carboidrati ma anche di proteine, rispettivamente assicurati dalle patate e dallo speck per l’appunto.

Pertanto, le nostre patatine novelle allo speck potrebbero diventare anche un unico pasto da consumare a pranzo o a cena. I costi per l’acquisto degli ingredienti, che indichiamo nel paragrafo che segue, sono alla portata di tutti. Adesso concentriamoci sui più importanti valori nutrizionali che caratterizzano le patate novelle allo speck.

Ecco i valori nutrizionali delle patatine novelle allo speck

Le nostre patatine novelle allo speck presentano degli interessanti valori nutrizionali di cui, in modo sommario, vi vogliamo parlare. Partiamo dalla patata. Si tratta di un ortaggio ad elevato contenuto calorico, se si pensa che in 100 g di questo prodotto riscontriamo circa 77 kcal.

Esse sono composte prevalentemente da acqua ed amido. Riscontriamo anche un buon apporto vitaminico, in particolar modo rappresentato dalla vitamina C e dalle vitamine appartenenti al gruppo B.

Al suo interno è un buon quantitativo di sali minerali molto rilevanti per la nostra salute, come potassio, magnesio, zinco, ferro, calcio, fosforo, rame, manganese, selenio, a cui si aggiungono anche delle fibre che stimolano l’attività nel nostro intestino.

Pertanto possono rappresentare un valido sostegno per chi è alle prese con il problema fastidioso della stitichezza.

Adesso occupiamoci di evidenziare i valori nutrizionali dell’altro ingrediente fondamentale di questa ricetta, lo speck. Si tratta di un alimento particolarmente ricco di calorie fornite dai lipidi e dalle proteine.

Vi è una sostenuta quantità di acidi grassi saturi, pertanto chi ha problemi di colesterolo deve cercare di assumerne una quantità moderata.

Trattandosi di un salume dove è importante anche la quantità di sale presente, con un notevole apporto di iodio, lo speck deve essere mangiato con moderazione anche da coloro i quali soffrono di ipertensione.

Tra i sali minerali presenti, segnaliamo una buona quantità di ferro biodisponibile e potassio a cui si aggiungono anche le vitamine del gruppo B (in particolar modo tiamina, niacina, cobalamina, eccetera).

Ingredienti per 4 persone

  • 700 gr di patatine novelle ben lavate
  • alcune fettine di speck sottili
  • qualche filo di erba cipollina
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. pepe

Preparazione

Lavate accuratamente le patate e cuocete con la buccia a vapore. Ci vorrà circa 20 minuti

Avvolgete ognuna in una fettina di speck e legate con un filo d’erba cipollina.

Distribuitele in una tegame antiaderente e fate rosolare velocemente con filo d’olio.

Spolverizzate con il pepe macinato al momento e servite in tavola.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...

logo_print