Spaghetti alla Puttanesca rivisitati

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    5 Minuti
  • Tempo di Cottura
    20 Minuti
  • Tempo Totale
    25 Minuti
puttanesca

Un piatto di pasta dal gusto sorprendente!

Può capitare a volte di avere un celiaco a tavola con noi e non sapere da che parte cominciare. Può capitare che questo ospite conoscendomi mi chieda un piatto rivisitato come gli spaghetti alla puttanesca…..

La prima cosa da sapere è che non  è sufficiente cucinare alimenti senza glutine, ma bisogna prestare molta attenzione  affinché non ci siano contaminazioni tra cibi con glutine e cibi che ne sono privi.

Basta seguire delle piccole regole  e dei piccoli accorgimenti per condividere la gioia di stare a tavola insieme e preparare una cena pressoché perfetta!!!

Si sa che è buona regola usare utensili da cucina dedicati esclusivamente alla preparazione dei cibi “gluten free”, ma in caso di un ospite occasionale l’alternativa è lavare accuratamente tutto ciò che è venuto a contatto con alimenti che contengono glutine.

In caso di utilizzo di piastre già contaminate da glutine è necessario rivestirle con la carta da forno o con  l’ alluminio, in caso di utilizzo di strumenti da cucina non bisogna mai utilizzare gli stessi preparare gli alimenti  con glutine e senza glutine (es. utilizzare una forchetta dedicata per la pasta del nostro ospite).

Anche per quanto riguarda la cottura dei cibi, come ad esempio la bollitura e la frittura,  è necessario è necessario non utilizzare liquidi utilizzati per la cottura  degli alimenti con glutine, ma solo liquidi dedicati alla cottura senza glutine.

Buona norma è tenere separati cibi del celiaco e dell’intollerante al glutine dagli altri, in modo da non rischiare la contaminazione.

Anche i piatti, le posate e le pentole devono essere lavati accuratamente, in lavastoviglie prema di essere messi in tavola perché potrebbero essere comunque contaminati.

E’ importante ricordarsi che il glutine viene spesso utilizzato come addensante ed è presente anche in cibi “insospettabili” quindi è buona regola leggere accuratamente le etichette.

Gli alimenti che si possono utilizzare tranquillamente perché privi di glutine sono:

 Cereali: riso, mais, grano saraceno, miglio, amaranto, manioca, quinoa e sorgo

Secondi piatti : carne e pesce di tutti i tipi uova.

Affettati: solo prosciutto crudo (gli altri devono riportare la dicitura “Non contiene Fonti di Glutine”

Latte, yogurt bianco e panna

Formaggi di tutti i tipi tranne quelli fusi.

Verdure e legumi: tutti i tipi di verdure fresche, essiccate, congelate, surgelate, ma non pre-lavorate.

Frutta: di tutti i tipi

Dolci: miele, radice di liquirizia, zucchero

Grassi da condimento: oli vegetali, burro, lardo, strutto, aceto di vino, aceto balsamico DOP, spezie ed erbe aromatiche, zafferano, passata di pomodoro, pomodori pelati e concentrato di pomodoro

Bevande: vino, spumante, succhi di frutta (non addizionati di vitamine o altro), bevande gasate frizzanti, caffè, caffè decaffeinato, distillati non addizionati di altre sostanze o aromi.

Detto tutto questo non resta altro che preparare un piatto di “puttanesca” gluten free e buon appetito!!!

Per preparare gli spaghetti ho usato questa ricetta e cambiato la trafila!!!!!

 

 

 

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di spaghetti di ceci
  • 500 gr. di passata di pomodoro
  • 6 filetti di alici sott'olio
  • 80 gr. di olive nere denocciolate
  • 30 gr. di capperi sotto sale
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • q.b. di olio d'oliva extravergine
  • q.b. di origano
  • q.b. di sale marino integrale

Procedimento

  1. In una pentola mettete l' acqua, quando bolle aggiungete il sale, aggiungete e portate a cottura la pasta.
  2. In una padella antiaderente padella fate soffriggere l’aglio, il peperoncino e le alici, finché non sono quasi sciolte, aggiungete i capperi dissalati e le olive tagliate a rondelle, fate insaporire un paio di minuti poi aggiungete la passata di pomodoro,. Regolate di sale e mettete l’origano.
  3. Quando la pasta è cotta scolatela al dente e fatela saltare nella padella con il sugo, mescolandola bene.
    Servite gli spaghetti alla puttanesca ben caldi.

Sull’etimologia del singolare nome  di questo piatto di pasta ci sono più ipotesi:  una è  quella che attribuisce il nome ai colori accesi del condimento che in qualche modo evoca quello della biancheria sgargiante delle donne che lavoravano nelle case di tolleranza.

Un altra potesi è quella che  al pittore Eduardo Colucci ha ribattezzato un piatto tipico della cucina marinara con questo nome, mentre la terza è quella che vede  la puttanesca nascere dall’estro dell’architetto Sandro Petti il quale  una sera in cui alcuni o degli ospiti senza preavviso decisero di fermarsi a  decisero di fermarsi a cena da lui disse loro che non aveva nulla da preparare, La loro risposta fu: “Non importa, facci una puttanata qualsiasi…”.

E lui preparò questo meraviglioso piatto con i pochi ingredienti che aveva a disposizione: salsa di pomodoro, alici sottolio, capperi, olive e origano.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *