Ricetta veloce: Spaghetti alla puttanesca

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    5 Minuti
  • Tempo di Cottura
    20 Minuti
  • Tempo Totale
    25 Minuti

Un piatto di pasta dal gusto sorprendente!

Un primo piatto veloce e alla portata? Spaghetti alla puttanesca!

Gli spaghetti alla puttanesca  è un primo piatto molto popolare nel nostro paese ed è anche parecchio apprezzato per la semplicità nella sua preparazione: infatti, in media, occorre circa una mezz’oretta per portarli a tavola. Gli ingredienti sono sempre disponibili in ogni momento dell’anno e il loro acquisto non comporta il dispendio di tante risorse economiche. Gli spaghetti alla puttanesca, considerata la presenza delle acciughe nella lista degli ingredienti che indichiamo di seguito, potrebbe benissimo entrare a far parte di un menù a base di pesce.

È sicuramente un’idea allettante per chi ama le spaghettate notturne insieme agli amici. Ma potrebbe essere un’ altrettanta ottima soluzione da proporre soprattutto ai propri figli per invogliarli a mangiare la pasta. Sul piano prettamente energetico gli spaghetti alla puttanesca hanno tutte le carte in regola per conferire le sostanze di cui ha bisogno il nostro organismo. A tal fine, nel paragrafo successivo, ci occuperemo di mettere in evidenza le caratteristiche benefiche dei principali ingredienti che dobbiamo utilizzare per preparare i nostri spaghetti alla puttanesca.

Spaghetti alla puttanesca: i valori energetici di maggior rilievo

Uno dei principali ingredienti che caratterizzano la ricetta per la preparazione dei nostri spaghetti alla puttanesca sono le acciughe. Trattandosi di un pesce azzurro, l’ acciuga è molto ricca di grassi omega3 a cui si aggiungono anche le proteine e degli importanti sali minerali per l’attività del nostro organismo, quali fosforo, selenio, ferro  e calcio. Il selenio è importante per la funzione della nostra tiroide.

Protegge il nostro corpo dall’insediamento dei radicali liberi e previene eventuali patologie che interessano il sistema cardiovascolare. Il calcio, com’è noto, svolge una funzione fortificante sia per le nostre ossa che per i nostri denti.

Può diventare un valido alleato in presenza di osteoporosi oltre che contro alcune forme tumorali al colon e al seno. In appena 100 g di prodotto riescono conferire circa 130 kcal. Al loro interno non sono presenti carboidrati. Risulta adeguata, invece, la  presenza di aminoacidi.

Nella lista degli ingredienti è immancabile, per la realizzazione di questo primo piatto, la presenza delle olive nere. Gli antiossidanti presenti al loro interno riducono le probabilità che possa insorgere l’aterosclerosi.

Essi fanno incrementare la quantità di colesterolo buono. I grassi monoinsaturi che li caratterizzano, secondo quanto è stato dimostrato da studi condotti recentemente, possono aiutare a ridurre la pressione del nostro sangue. Possono far aumentare il senso della sazietà se vengono consumate in quantità piuttosto elevate. Le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie delle olive nere, inoltre, possono prevenire il cancro.

La vitamina E presente, infatti, può neutralizzare la proliferazione dei radicali liberi, assicurando un livello di protezione maggiore per le nostre cellule. Una dieta che si basa sull’utilizzo dell’olio d’oliva, secondo degli studi recenti, fa ridurre in maniera notevole la probabilità di insorgenza del cancro al colon.

Detto tutto questo non resta altro che preparare un piatto di “puttanesca” gluten free e buon appetito!!!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di spaghetti di quinoa
  • 500 gr. di passata di pomodoro
  • 6 filetti di alici sott'olio
  • 80 gr. di olive nere denocciolate
  • 30 gr. di capperi sotto sale
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 peperoncino piccante
  • q.b. di olio d'oliva extravergine
  • q.b. di origano
  • q.b. di sale marino integrale

Procedimento

  1. In una pentola mettete l' acqua, quando bolle aggiungete il sale, aggiungete e portate a cottura la pasta.
  2. In una padella antiaderente padella fate soffriggere l’aglio, il peperoncino e le alici, finché non sono quasi sciolte, aggiungete i capperi dissalati e le olive tagliate a rondelle, fate insaporire un paio di minuti poi aggiungete la passata di pomodoro,. Regolate di sale e mettete l’origano.
  3. Quando la pasta è cotta scolatela al dente e fatela saltare nella padella con il sugo, mescolandola bene.
    Servite gli spaghetti alla puttanesca ben caldi.

Sull’etimologia del singolare nome  di questo piatto di pasta ci sono più ipotesi:  una è  quella che attribuisce il nome ai colori accesi del condimento che in qualche modo evoca quello della biancheria sgargiante delle donne che lavoravano nelle case di tolleranza.

Un altra potesi è quella che  al pittore Eduardo Colucci ha ribattezzato un piatto tipico della cucina marinara con questo nome, mentre la terza è quella che vede  la puttanesca nascere dall’estro dell’architetto Sandro Petti il quale  una sera in cui alcuni o degli ospiti senza preavviso decisero di fermarsi a  decisero di fermarsi a cena da lui disse loro che non aveva nulla da preparare, La loro risposta fu: “Non importa, facci una puttanata qualsiasi…”.

E lui preparò questo meraviglioso piatto con i pochi ingredienti che aveva a disposizione: salsa di pomodoro, alici sottolio, capperi, olive e origano.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *