Spaghetti alla puttanesca rivisitati, la tradizione con una piccola variante

Tempo di preparazione:

Tutto il gusto della tradizione in un piatto con gli spaghetti alla puttanesca rivisitati

Cosa c’è di più sfizioso e saporito di un primo piatto della tradizione napoletana? Ci sono i miei spaghetti alla puttanesca rivisitati!

Potete stare tranquilli: non ho stravolto la tradizione, ho solo apportato qualche piccola modifica.

Un piatto esplosivo: le olive nere al forno (che sono la mia novità), dal retrogusto leggermente amaro si sposano alla perfezione con la sapidità dei capperi, con il gusto deciso delle acciughe e con la dolcezza del pomodoro fresco.

Il tutto, con la nota sprint del peperoncino.Alcuni utilizzano il prezzemolo o l’origano, io invece ho preferito non usarli, ma la scelta finale sta a voi.

Cosa ne pensate della mia versione degli spaghetti alla puttanesca rivisitati?

Storia di un piatto tradizionale con un nome particolare

Quando si nominano gli spaghetti “alla puttanesca” davanti ai bambini, sgranano sempre gli occhi e pensano che noi adulti abbiamo detto una brutta parola. Ovviamente, non è così, ma qual è l’origine del nome di questo primo piatto?

Me lo sono sempre chiesta, specialmente mentre preparavo gli spaghetti alla puttanesca rivisitati, quindi mi sono informata e, leggete cosa ho scoperto! Sembra che tutto abbia avuto origine a Napoli.

Alcuni dicono che siano stati inventati dal proprietario di una casa di appuntamenti nei Quartieri Spagnoli, che offriva ai suoi clienti questo piatto gustoso, rapido e veloce da realizzare.

Altri, invece, pensano che sia un riferimento ai colori sgargianti e vivaci delle lingerie delle ragazze della casa: pomodoro per il rosso, olive nere per il nero, verde per l’origano o i capperi.È una storia che mi ha fatto sorridere, a voi no?

Spaghetti alla puttanesca

Le acciughe, non solo saporite, ma anche ricche di proprietà nutrizionali 

Gli spaghetti alla puttanesca rivisitati non sarebbero così gustosi e saporiti se non ci fossero le acciughe.

Comunemente le consumiamo sotto-forma di filetti sott’olio, in realtà sono molto gustose anche assaporate semplicemente alla griglia, grazie al loro sapore deciso.

Le acciughe, sono pesci azzurri che vivono sia nell’Oceano Atlantico, sia nel Mar Mediterraneo e nel Mar Nero. Possiedono proprietà nutrizionali davvero importanti per il nostro organismo.

C’è da dire che, come tutti i pesci, le acciughe sono ricche di acidi grassi Omega-3, che aiutano a diminuire il livello di “colesterolo cattivo”, prevenendo, quindi, molte malattie cardiovascolari.

Contengono non solo vitamine A ed E, ma anche sali minerali come calcio (che rafforza le ossa ed i denti), selenio (che contrasta l’azione dei radicali liberi, responsabili del precoce invecchiamento delle cellule), potassio, e zinco.

Sono dunque un alimento interessante per la nostra salute, che è bene consumare spesso, anche in una ricetta gustosa come quella degli spaghetti alla puttanesca rivisitati.

Ed ecco la ricetta degli spaghetti alla puttanesca rivisitati

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr. di spaghetti consentiti
  • 100 gr. di olive nere al forno
  • 3 pomodori kumato
  • 1 peperoncino (facoltativo)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 6 acciughe sott’olio
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Preparare gli spaghetti ai puttanesca rivisitati è un gioco da ragazzi.

Iniziate lavando i pomodori e tritateli con il coltello. Sciacquate bene i capperi e metteteli in una ciotola con l’acqua fredda, in modo da eliminare tutto il sale.

Allo stesso modo, scolate dall’olio di conserva delle acciughe ed asciugatele. In un tegame con l’olio, mettete a rosolare l’aglio ed il peperoncino sbriciolato, dopodiché aggiungete le acciughe.

Schiacciatele con la forchetta e versate i pomodori nel tegame, quindi, unite i capperi interi e le olive. Fate cuocere il tutto per 10 minuti circa.

Mentre aspettate che il suco si rapprenda, mettete a lessare gli spaghetti in acqua leggermente salata. Quando saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo, in modo da far saltare, ed insaporire, i vostri spaghetti alla puttanesca rivisitati.

Come tocco finale, spolverizzate con pepe nero e servite.

Buon appetito!

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *