Peperoni ripieni sfiziosi e sempre pronti all’uso

Peperoni ripieni sfiziosi
Commenti: 0 - Stampa

Oggi vi propongo i Peperoni ripieni sfiziosi. I peperoni sono uno dei miei ortaggi preferiti un po’ per il loro aspetto colorato e allegro, un po’ per la loro versatilità in cucina e un po’, anzi soprattutto, perché fanno davvero bene alla salute. Uno dei più importanti benefici per la salute che i peperoni ci regalano, è la riconosciuta capacità di proteggere l’organismo umano dal cancro.

Non esistono molti studi specifichi che confermino l’attività anti tumorale dei <peperoni, ma sono inseriti in quel vasto gruppo di alimenti che, se consumati abitualmente, possono prevenire il cancro. Tra questi troviamo le patate, i cetrioli, il prezzemolo, il finocchio, ecc.

L’esposizione cronica a infiammazioni e a stress ossidativo (cioè la rottura dell’equilibrio tra produzione ed eliminazione, attraverso gli antiossidanti, dei radicali liberi) sono le condizioni responsabili dell’aumento del rischio di sviluppare la maggior parte dei tipi di cancro.

Entrambi questi fattori possono essere, però, in parte, compensati dalla dieta. La regolare assunzione di nutrienti antiossidanti può ridurre il rischio di stress ossidativo cronico, così come la regolare assunzione di nutrienti antinfiammatori, può abbassare il rischio di infiammazione cronica eccessiva.

Peperoni ripieni sfiziosi

Peperoni come antipasto

I peperoni, così ricchi di fitonutrienti, dalle proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, possono aiutare a compensare questi fattori e aiutare nella prevenzione del cancro.

Tutti i peperoni, indipendentemente dal colore, possiedono pigmenti chiamati carotenoidi. Questi hanno lo scopo di protegge i peperoni dagli effetti nocivi del sole fino a quando non maturano e sono pronti per il raccolto. Ma i carotenoidi non solo proteggono il peperone ma proteggono anche noi umani. I carotenoidi sono degli antiossidanti che se ingeriti aiutano il corpo a liberarsi dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce e di numerose malattie, compreso il cancro. Inoltre, è noto che le vitamine A, C ed E, possono aiutare a proteggere contro vari tipi di cancro per via dei loro effetti antiossidanti.

Le ricerche sugli effetti antitumorali dei peperoni, così come di molte altre tipologie di frutta e verdure vanno aventi e sono sempre più numerosi. Si cerca di capire quale specifica sostanza aiuti la prevenzione di quel specifico tipo di tumore. I risultati a volte sono molto promettenti, a volte sono discordanti e riportano la ricerca al punto di partenza. Ma al di là dei dati scientifici e della rilevanza dei singoli componenti sulla prevenzione del cancro, è riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale che il consumo regolare di frutta e verdura nella dieta quotidiana aiuti a prevenire l’insorgere di numerose malattie, tra cui il cancro.

Un antipasto di peperoni ripieni sfiziosi farciti sott’olio, preparato con le vostre mani, fa sempre colpo sugli ospiti. Non lasciatevi quindi sfuggire l’occasione: seguendo questa ricetta avrete grandi soddisfazioni.

Ed ecco la ricetta dei Peperoni ripieni sfiziosi

Ingredienti per 4 vasi

  • 1 kg papaccelle
  • 800 gr tonno sott’olio
  • 100 gr capperi dissalati
  • 80 gr filetti di acciuga
  • 1 lt aceto di riso
  • 20 gr timo tritato
  • 20 gr origano
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Per la preparazione dei Peperoni ripieni sfiziosi pulite le papaccelle eliminando i peduncoli e i semi. Lavateli e scolateli. In un’altra pentola, portate a ebollizione l’aceto e scottatevi i peperoni per qualche secondo. Scolateli e metteteli capovolti su un canovaccio ad asciugare.

Scolate il tonno e sbriciolatelo con una forchetta. Tritate insieme i filetti di acciuga, i capperi, il timo e l’origano. Amalgamare il trito ottenuto al tonno e con il composto ottenuto, farcite i peperoncini.

Sistemate i peperoni ripieni, separatamente, in alcuni vasetti di vetro senza pressarli troppo, ma muovendo ogni tanto i vasi, perché si assestino. Non spingete le verdure sul fondo, con un cucchiaio: rischierete di sciuparne la consistenza e l’aspetto. Ricopritele con l’olio che deve superare il livello delle verdure di circa 0,5 cm.

Chiudete i vasi. precedentemente sterilizzati, ermeticamente, poi sistemateli in posizione verticale in un posto fresco e lasciate riposare le verdure per almeno due mesi prima di consumarle.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Confettura di uva spina

Confettura di uva spina, una confettura buona e...

Confettura di uva spina, una confettura fuori dal comune La confettura di uva spina è una confettura fuori dal comune. Il motivo risiede nelle peculiarità dell’ingrediente principale, ossia...

aglio marinato

Aglio marinato, una conserva buona e digeribile

Aglio marinato, un’idea utile L’aglio marinato è una splendida idea per una conserva diversa dal solito. Quando si parla di conserva si fa spesso riferimento ai pomodori, melanzane e ortaggi...

Cetrioli sotto aceto

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un’idea sfiziosa

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un contorno sfizioso I cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche sono una splendida idea per un contorno rapido, saporito e leggero. La ricetta è molto...

Marmellata di arance e fiori di sambuco

Marmellata di arance e fiori di sambuco, una...

Marmellata di arance e fiori di sambuco, un abbinamento straordinario La marmellata di arance e fiori di sambuco è una marmellata diversa dal solito. Ciò dipende dalla presenza di un ingrediente...

fave

Le fave, alleate della buona cucina e del...

Le principali caratteristiche delle fave Le fave sono tra i fondamenti della dieta mediterranea. Sono un alimento che arricchisce l’alimentazione europea da millenni, molto apprezzato già...

Friarielli in conserva

Friarielli in conserva, un condimento davvero speciale

Friarielli in conserva, un ottimo condimento pronto per l’uso I friarielli in conserva sono un’idea semplice ma utile per valorizzare uno degli alimenti simbolo della tradizione napoletana e...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


21-09-2014
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti