Spaghetti di primavera con verdure: nutrienti e sfiziosi!

Spaghetti di primavera con verdure
Stampa

Spaghetti di primavera con verdure che bella idea per il pranzo (e non solo)!

Per chi è vegetariano o, in generale, per gli amanti dei prodotti della terra, gli spaghetti di primavera con verdure si rivelano un primo piatto originale, fresco, saziante e rapido da preparare. Può essere mangiato sia caldo che freddo ed è ideale per chi ha poco tempo a disposizione e magari non è un professionista dei fornelli. Infatti, questa è una pietanza molto semplice da preparare, ma al contempo in grado di conquistare tutti e di rivelarsi perfetta per ogni occasione.

A pranzo o a cena, con gli ospiti o da soli, per i ritrovi domenicali in famiglia e non solo, questo primo piatto colorato e nutriente vi conquisterà e non potrete fare a meno di riprepararlo ancora e ancora! Tuttavia, nasconde tante interessanti caratteristiche. Pertanto, prima di assaporarlo, cosa dovreste sapere degli ingredienti? Ecco una panoramica che vi renderà ancor più propensi ad assaggiare questa pietanza al più presto!

Gli ingredienti fanno  la differenza e contano molto per la buona riuscita di questo piatto, sia per quanto riguarda l’apporto nutrizionale che per l’intento di favorire il benessere del nostro organismo. Pertanto, se pensate di realizzare questo primo, scegliete con attenzione agli ingredienti: è preferibile acquistare alimenti freschi e non congelati. Facendo così, di sicuro noterete la qualità della materia prima, le più accentuate proprietà organolettiche e potrete godere di tanti nutrienti in più!

Tutte le vitamine, i minerali e gli antiossidanti, contenuti in un piatto di spaghetti di primavera con verdure

Scegliendo verdure di qualità, gioirete di validi effetti antiossidanti, idratanti, depurativi, disintossicanti e antinfiammatori, e di un notevole apporto vitaminico, utile per rafforzare il sistema immunitario e per favorire il benessere del corpo a livello generale. Ovviamente, anche i minerali non mancheranno!

Tante ottime informazioni, non è vero? Per concludere, possiamo dire che gli spaghetti di primavera con verdure sono facili e veloci da preparare, oltre che gustosi. Avrete a che fare con un piatto decisamente genuino, originale e ricco di potenzialità. Se volete provare a servirlo a parenti ed amici, ecco la lista completa degli ingredienti e le specifiche modalità di preparazione!

Spaghetti di primavera, un caleidoscopio di colori

Gli spaghetti di primavera sono un raro esempio di ricette che riunisce tutti i pregi di un primo piatto completo e sano. Si tratta di una ricetta poco calorica (nonostante la presenza della pasta), nutriente, dal buon impatto visivo e gustosa. Tra l’altro, è anche molto semplice da preparare. Il condimento è davvero facile da realizzare, infatti basta sbollentare alcune verdure e farle saltare insieme ai pomodorini su un leggero soffritto di scalogno.

Per quanto concerne la pasta, io consiglio gli spaghetti in quanto danno il meglio di sé quando il condimento non è liquido. Consiglio anche di scolarli al dente per poi saltarli in padella per qualche altro minuto di cottura. Il condimento di questi spaghetti primavera è diverso dal classico primo all’italiana, anche se è comunque presente il pomodoro (o meglio i pomodorini), che vengono saltati anch’essi insieme alle verdure. I pomodorini aggiungono colore, sapore e un gran numero di antiossidanti, il riferimento è al licopene, che è presente in tutte le varietà di pomodoro e in particolar modo nella loro buccia.

Spaghetti di primavera con verdure

Tutto i pregi delle cimette di broccoli

Tra gli ingredienti degli spaghetti primavera spiccano le cimette di broccoli. Stiamo parlando di un ingrediente incredibilmente leggero, ma anche piuttosto versatile. Si presta alla preparazione di contorni, ma può fungere anche da condimento (principale o non) di primi a base di riso e di pasta. E’ anche ricco dal punto di vista nutrizionale, anzi, da questo punto di vista, non si segnalano differenze rispetto al broccolo propriamente detto. Sono presenti, inoltre, grandi quantità di vitamine e sali minerali. Le cimette di broccoli apportano tanta vitamina C, alcune vitamine del gruppo B (caratteristica non scontata per un alimento di origine vegetale), calcio, ferro, fosforo e potassio.

Le cimette di broccoli, e i broccoli in generale, contengono il sulforafano, un antiossidante che ottimizza i processi di riproduzione cellulare ed esercita un’azione preventiva nei confronti dei tumori alle vie respiratorie e all’apparato digerente. Notevole è anche il contenuto di fibre, che come già saprete aiutano a risolvere i problemi più lievi di stipsi. Per quanto concerne l’apporto calorico, infine, siamo su livelli davvero bassi: un etto di cimette di broccoli apportano solo 39 kcal.

Le proprietà nutrizionali dei peperoni

Un altro elemento che spicca nella ricetta degli spaghetti primavera è il peperone. Anzi, nello specifico la lista comprende un peperone giallo e un peperone rosso. Dal punto di vista nutrizionale, sono praticamente identici. Tuttavia, il peperone giallo contiene più betacarotene, che può essere definito come un precursore della vitamina A (che aiuta la vista, le ossa e la pelle). Per quanto concerne l’apporto di vitamine, entrambi le varietà offrono tantissime soddisfazioni. Il riferimento è in particolar modo alla vitamina C, che è presente in una quantità del tutto paragonabile a quella di molti agrumi.

I peperoni (sia gialli che rossi) contengono un antiossidante particolare, la capsaicina, che è contenuta anche dai classici peperoncini. La capsaicina, oltre a svolgere una funzione antiossidante, e quindi anti-cancro, esercita un impatto positivo sulla salute dell’apparato cardiovascolare. Va sfatato il mito secondo cui i peperoni siano pesanti. Casomai è il metodo di cottura ad appesantirli (ad esempio la frittura), così come una cattiva pulizia. Di base, si dovrebbe rimuovere il sottile e impalpabile strato di cellulosa che li ricopre. E’ proprio questo strato a risultare lievemente indigesto e a restituire quella sgradevole sensazione di pienezza.

Ecco la ricetta degli spaghetti primavera:

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di spaghetti consentiti,
  • 20 punte di asparago,
  • 1 peperone rosso,
  • 1 peperone giallo,
  • 200 gr. di piselli finissimi,
  • 2 carote,
  • 250 gr. di cimette di broccoli,
  • 15 pomodorini piccoli a metà,
  • 1 scalogno,
  • q. b. di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di basilico e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione degli spaghetti primavera iniziate tagliando le carote e i peperoni a dadini, poi sbollentateli in acqua leggermente salata per 3 minuti insieme alle cimette di broccoli, alle punte di asparago e ai piselli. Ora prendete una pentola mettete a scaldare l’olio extravergine d’oliva, poi imbionditeci lo scalogno tritato.

A questo punto unite le verdure sbollentate e ben scolate. Unite anche i pomodorini (lavati e ben scolati) e fate saltare il tutto per circa 4 minuti. Infine, lessate gli spaghetti in abbondante acqua un po’ salata e terminate la cottura quando sono ancora al dente. Ora scolateli per bene e saltateli per qualche istante in padella insieme alla verdure. Servite gli spaghetti caldi mettendo sopra un po’ di pepe e qualche foglia di basilico.

 

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


27-04-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti