Come preparare il risotto peperoni e melanzane

risotto peperoni e melanzane
Stampa

Da una rivista di cucina a un piatto di risotto con peperoni e melanzane.

Come preparare il risotto peperoni e melanzane. Oggi vorrei condividere con voi la ricetta del risotto con peperoni e melanzane. Come mi è venuto in mente? Beh, io adoro sfogliare le vecchie riviste di cucina! Ho una quantità pazzesca sia di libri che di riviste e alcuni sono della mia mamma e della mia nonna. Sin da ragazza, ho iniziato a raccogliere tutto quello che mi era possibile su questo argomento, finché poi è diventata una passione vera e propria.

Quando vedevo mia mamma prendere spunto da queste ricette e tentare di stupire tutti con i suoi piatti, dicevo tra me e me “anche io da grande sarò così brava!!!!” e, se ci penso ora, mi dico che mi accontentavo… Poi sono cresciuta e, con l’aiuto di libri e riviste, ho iniziato a pasticciare anche io… Una valanga di ricette, foto, consigli, trucchi… che ci raccontano la storia della nostra cucina, da come eravamo e come siamo cambiati in questi anni a tavola.

Relax, riviste e nuove idee…

Stamani, con i figli impegnati a loro modo, la Roby in giardino con Erika, Stefano intento a riordinare la sua stanza e Paolo concentrato con i compiti, mi sono rilassata sul divano e mi sono messa a rispolverare qualche rivista e ho trovato questa ricetta: un piatto che avevo già cucinato alcune volte e che era piaciuto molto a tutti.

Così, ripensando al risotto con peperoni e melanzane, ho deciso di scrivere questo post e condividere con voi questa ricetta ricca di fibre, amidi, carboidrati, minerali, vitamine e antiossidanti in quantità! Grazie alle verdure protagoniste del piatto, possiamo portare in tavola un primo ricco di bontà, colori e proprietà interessanti come quella depurativa e diuretica. Ovviamente, dopo la cottura i valori nutrizionali saranno calati… ma fortunatamente non troppo.

risotto peperoni e melanzane

In particolare, potrete gioire di un delizioso apporto di vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C, contribuendo così a vari processi metabolici, proteggendo la vista, i tessuti e l’epidermide, senza dimenticare il rinforzo che potremo dare al sistema immunitario. Soprattutto, nei mesi in cui i malanni sono sempre dietro l’angolo, mangiare un primo così… è decisamente una buona idea!

Volete provare il risotto con peperoni e melanzane?

Questa pietanza è facilmente digeribile e perfetta per favorire il corretto funzionamento dell’apparato gastrointestinale. Quindi, abbiamo proprio tante buone ragioni per assaporarla, non è vero? Oltre al riso e alle verdure, questa ricetta vi regala il sapore e il nutrimento di un ingrediente genuino come il Parmigiano Reggiano.

Potrete insaporire il vostro risotto con peperoni e melanzane con un tocco insolito, ovvero un po’ di sidro, senza dimenticare i consueti alimenti sempre utili in cucina: il brodo vegetale, l’olio extravergine d’oliva e il sale quanto basta… Buon appetito!

Ed ecco la ricetta del risotto peperoni e melanzane

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr di riso carnaroli Riserva San Massimo
  • 1 peperone rosso
  • 1 melanzana grande
  • 1 scalogno
  • 30 gr di parmigiano reggiano grattugiato 36 mesi
  • ½ bicchiere di sidro
  • 1 lt e 1/2 di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. di sale

Preparazione:

Lavate e mondate  la melanzana. Dovo averla asciugate, pelate e togliete le estremità, tagliatete a cubetti e metteteli in uno scolapasta con un pizzico di sale in modo da eliminare l’acqua di vegetazione.

Lavate e mondate il peperone, lavatelo e tagliatelo a metà, togliete semini e filamenti e tagliatelo a dadini. Pulite lo scalogno e affettatelo finemente.

Con un po’ di sidro fate rosolare a fuoco vivace lo scalogno, i dadini  di peperone e i cubetti di melanzana. Unite il riso e lasciate che prenda sapore per qualche minuto. Sfumate il riso con il restante sidro e lasciate che evapori, poi aggiungete qualche mestolo di brodo ben caldo. Lasciate cuocere il riso a fuoco basso versando via via il brodo e mescolando continuamente.

A cottura ultimata aggiustate di sale e spegnete il fuoco. Mantecate il tutto per qualche minuto con il parmigiano reggiano. Servite subito in tavola.

CONDIVIDI SU

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-10-2013
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo aka Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Riso rosso con zucchine e menta

Riso rosso con zucchine e menta, un primo...

Riso rosso con zucchine e mente, altro che risotto Il riso rosso con zucchine e menta è una suggestiva alternativa al risotto. Anche perché rispetto a quest’ultimo porta spunti differenti. E’...

Vellutata di lattuga con gamberi

Vellutata di lattuga con gamberi, un primo leggero

Vellutata di lattuga con gamberi, un piatto elegante e leggero La vellutata di lattuga con gamberi e spuma di mozzarella è un primo che coniuga eleganza, gusto e leggerezza. Propone abbinamenti...

culurgiones con salsa di bottarga

Culurgiones con salsa di bottarga, primo sardo

Culurgiones con salsa di bottarga, un primo che parla della Sardegna I culurgiones con salsa di bottarga sono un primo che si ispira alla tradizione sarda. Una tradizione che vanta alcune...

Lasagna con erbe spontanee

Lasagna con erbe spontanee, un piatto colorato e...

Le peculiarità della lasagna con erbe spontanee La lasagna con erbe spontanee è un primo piatto dai contorni davvero particolari. In primis, è 100% vegano. Un dettaglio non da poco, se si...

Spaghetti con aglio nero e ricotta

Spaghetti con aglio nero e ricotta, un primo...

Spaghetti con aglio nero e ricotta, colori intensi e sapori veraci Gli spaghetti con aglio nero e ricotta sono un primo piatto che coniuga sapori rustici con un impatto visivo da cucina gourmet....

Vellutata di carote e barbabietola

Vellutata di carote e barbabietola, un primo delizioso

Vellutata di carote e barbabietola con Skyr, un primo davvero squisito La vellutata di carote e barbabietola con Skyr è un primo piatto di semplice preparazione, che propone sapori diversi dal...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti