Insalata di cicorie, kiwi e mandarini

Tempo di preparazione:

La cicoria belga è, per così dire, una verdura mol­to giovane: attorno al 1845 il capo-giardiniere Brézier, del Giardino Botanico di Bruxelles, scoprì per caso che nell’oscurità della can­tina di casa sua alcune ra­dici di cicoria avevano ger­mogliato. I germogli si di­mostrarono all’assaggio particolarmente delicati e gustosi. Da quel momento si andò avanti per 20 anni con continui esperimenti per cercare di migliorare la qualità, la forma e il sapore di questo ortaggio.

Il risul­tato? Un’insalata tenera e sana come poche. La cico­ria è infatti straordinaria­mente indicata nelle diete dimagranti, perché contie­ne soltanto 17 calorie ogni 100 gr., contro le 27 in media delle altre insalate.

È inoltre diuretica e acidi­ficante, ricca di idrati di carbonio, insulina e mine­rali come il calcio e il fo­sforo. Il suo leggero sapore amaro agisce come stimo­lante dell’appetito e per il suo alto contenuto di vitamine « C» è pre­feribile consumarla cruda in insalata, anziché cotta. La cucina francese, che fa uso della cicoria belga fin dal 1872, la chiama « in­divia belga », il che forse è più giusto, perché col nome di cicoria si indi­cano per lo più le qua­lità spontanee e di campo.

La semina della cicoria belga avviene in aperta campagna durante la pri­ma vera; dai semi nascono sotto terra lunghe radici e all’esterno un ciuffo ver­de rigoglioso. In autunno, quando viene falciata l’er­ba, si estraggono dal terre­no le radici. Queste vene gono innestate in speciali rape, preparate allo scopo, dalle quali trarranno la lin­fa per germogliare nel buio di capannoni in lamiera ondulata. Durante il loro sviluppo, speciali condut­ture sotterranee provvedo­no a mantenere le piante alla giusta temperatura. Il periodo della raccolta va da dicembre a febbraio.

Intanto godetevi l’insalata che si è fatto il mio piccolo…………..

Ingredienti per 4 persone:

  • 80 g di indivia riccia,
  • 80 g di cicorino,
  • 1 cespo di cicoria belga,
  • 2 cespi di radicchio di Treviso tardivo,
  • 2 kiwi
  • 4 mandarini,
  • 1 gambo di sedano bianco,
  • 1 barbabietola,
  • succo filtrato di 1 limone,
  • 20g di olio extravergine di oliva,
  • 1 cucchiaio di aceto balsa­mico,
  • sale e pepe

Preparazione

Mondate, lavate e asciugate le insalate e il sedano. Spezzettate (con le mani) le foglie di Indivia riccia; suddividete le foglie di cicorino e dell’insalata belga; tagliate i cespi di radicchio a quarti e affettate sottile il sedano

Sbucciate i kiwi e i mandari­ni, affettate i primi a rondelle e dividete i mandarini a spicchi, possibilmente privandoli della pellicina.

Cuocete a vapore la barbabie­tola, la pelate e la frullate con il succo di limone, l’olio, l’aceto balsamico e sale a pia­cere.

Preparate l’insalata disponendo In una ciotola le foglie di insalata e i cespi di radicchio, distribuia­mo sopra il sedano affettato e la frutta, condiamo con la salsina alla barbabietola e a piacere con pepe macinato al momento.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *