bg header
logo_print

Penne al tonno e pomodori secchi, un primo gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

penne al tonno e pomodori secchi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (48 Recensioni)

Penne al tonno e pomodori secchi, un piatto rivisitato davvero delizioso

Le penne al tonno e pomodori secchi sono una rivisitazione della tradizionale pasta al tonno. Un primo piatto rapido da preparare per i vostri pranzi da soli o con la famiglia. Può essere una valida alternativa anche se avete degli ospiti a casa, grazie all’utilizzo di ingredienti tradizionali e genuini. Per questa ricetta vi consigliamo di utilizzare della pasta integrale il cui sapore si combina alla perfezione con il condimento proposto.

Il gusto forte del tonno e dei pomodori secchi si legheranno alla tradizionale polpa di pomodoro a cui verranno aggiunto, inoltre, due filetti di acciughe. Le penne al tonno e pomodori secchi vi farà uscire dalla solita routine e vi permetterà di gustare un primo piatto diverso dal solito. La ricetta che vi proponiamo è per quattro persone.

Ricetta penne al tonno

Preparazione penne al tonno

  • Scaldate l’olio con l’aglio in un tegame; quando inizia a rosolare, togliete l’aglio e unite le acciughe, schiacciandole bene con la forchetta.
  • Versate quindi la passata di pomodoro e cuocete per 10 minuti. Unite a questo punto il tonno sbriciolato e regolate di pepe.
  • Lessate in abbondante acqua leggermente salata la pasta e scolate al dente  Spadellate la pasta aggiungendo i pomodori secchi tagliati a filetti e fate saltare per qualche istante.
  • Servite in tavola.

Ingredienti penne al tonno

  • 280 gr. di penne integrali o senza glutine
  • 400 gr. di polpa di pomodoro
  • 160 gr. di tonno sott’olio ben scolato
  • 4 pomodori secchi sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 filetti d’acciuga sott’olio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Una pasta al tonno rivisitata

Esistono mille versioni della pasta con il tonno. Moltissime famiglie utilizzano questa ricetta perché è semplice da preparare e prevede l’utilizzo di pochissimi ingredienti che solitamente sono sempre presenti in dispensa. Le penne al tonno e pomodori secchi riescono ad abbinare la semplicità e la rapidità di elaborazione con l’originalità. Fatevi sorprendere da nuovi accostamenti e non potrete più farne a meno!

Nella ricetta delle penne al tonno e pomodori secchi, uno degli ingredienti principali è chiaramente il tonno. Sul mercato si possono trovare tantissime varianti, da quello in scatola a quello nei vasetti, da quello al naturale a quello all’olio extravergine d’oliva. Scegliete quello che più vi piace, ricordando però di sgocciolare il tonno per evitare di aggiungere olio in eccesso al condimento.

Le proprietà del tonno

Il tonno insieme ai pomodori secchi è il condimento principale di questo primo piatto a base di penne, quindi è utile spendere qualche parola a tal riguardo. Tanto per cominciare in questa ricetta potete utilizzare il classico tonno sott’olio, che va sgocciolato per bene. L’olio va poi conservato per la fase di condimento e arricchimento della pasta. Ovviamente il tonno sott’olio è più calorico del tonno fresco, in quanto supera le 200 kcal per 100 grammi.

Al di là di ciò spicca per l’abbondanza di proteine, che si pone al medesimo livello delle carni rosse e non ha nulla da invidiare ad altri pesci considerati più pregiati. Il tonno è anche ricco di omega tre, acidi grassi che giovano al cuore e alla circolazione, e allo stesso tempo aiutano a risolvere gli stati infiammatori.

Il tonno contiene anche la vitamina D, una sostanza utile per il sistema immunitario ma molto rara in natura. Infine è ricco di fosforo, che impatta in modo positivo sulla salute delle ossa e sulle attività cognitive.

penne al tonno e pomodori secchi

Come fare i pomodori secchi?

Anche i pomodori secchi giocano un ruolo di fondamentale importanza per le penne al tonno. I pomodori secchi aggiungono una texture sia croccante che morbida, inoltre garantiscono un colore granata molto acceso. I pomodori conferiscono anche gusto, che in questo caso è una diretta derivazione non solo della materia prima, ma anche del trattamento che viene loro riservato. A proposito, come si preparano i pomodori secchi?

Il processo è lungo ma niente affatto complicato. Tanto per cominciare dovete essiccare i pomodori. La soluzione più rapida consiste nell’impiego dell’essiccatore, oppure potete utilizzare il forno a temperatura minima. Infine, potete procedere anche essiccando i pomodori al sole, ben distesi sul parapetto di un balcone e su un tavolo del cortile.

Per quanto concerne la fase di composizione basta versare i pomodori disidratati nei barattoli sterilizzati, poi vanno aggiunte le spezie, gli aromi e infine l’olio. A tal proposito avete ampio margine di discrezione, ma vi consiglio di inserire come minimo aglio e basilico. L’ultimo passaggio consiste nella pastorizzazione dei vasetti, che rende più sicura la conserva e ne allunga la durata.

Pomodori secchi e passata di pomodoro

Noi italiani non possiamo fare a meno dei pomodori. Dalla pizza alla pasta, dalle insalate alle bruschette, questo ortaggio (più precisamente si tratta di un frutto) è alla base di numerose ricette tradizionali e non. Nelle penne al tonno e pomodori secchi utilizzeremo sia la tradizionale passata che i pomodori secchi. In quest’ultimo caso, i pomodori vengono fatti essiccare al sole o in forno e poi conservati sott’olio. Una delizia da utilizzare per spuntini, primi e secondi piatti.

Nelle penne al tonno e pomodori secchi, inoltre, non possono mancare due filetti da acciuga sott’olio da cucinare con la salsa di pomodoro e che daranno un tocco in più a questo primo piatto. Ricordate di seguire le dosi proposte nella nostra ricetta: il segreto è quello di permettere ai sapori di trovare un equilibrio senza nascondere il gusto dei singoli ingredienti. Che aspettate? Provate subito questa ricetta!

Il ruolo dell’aglio nelle penne al tonno

La lista degli ingredienti delle penne al tonno e pomodori secchi comprende anche l’aglio. La sua presenza è necessaria, anche perché funge da base per la cottura delle acciughe e per l’addensamento della passata. Alcuni temono l’aglio per la sua pesantezza e per l’effetto sull’alito, tuttavia è sufficiente prendere qualche accorgimento per sfruttare l’aroma dell’aglio senza subirne gli effetti negativi. Non bisogna dimenticare che l’aglio fa bene al cuore e al sistema cardiovascolare, soprattutto se si pensa all’abbondante contenuto di allicina.

Tanto per cominciare è bene utilizzare poco aglio, in questo caso basta un solo spicchio. In secondo luogo occorre cuocerlo a dovere senza farlo bruciare, ossia è necessario aggiungere le acciughe subito dopo la prima cottura e non ritardare troppo l’integrazione della passata.

FAQ sulle penne al tonno e pomodori secchi

Che pasta si usa per il tonno?

Potete utilizzare il formato di pasta che più vi aggrada, tuttavia vi consiglio la pasta corta, che è la migliore quando i condimenti sono solidi. In questo caso le penne sono perfette allo scopo.

Cosa sta bene con il tonno?

Il tonno è un alimento versatile, dunque va bene un po’ su tutto. Il merito va al suo sapore corposo e in un certo senso neutro. In questo caso si abbina ai pomodori secchi, formando un’accoppiata molto saporita e rustica.

Quante calorie hanno le penne con il tonno?

Le penne con il tonno e pomodori secchi sono meno caloriche di quanto si immagina, infatti non raggiungono le 500 kcal a porzione, sebbene il computo finale dipende da quanto bene è sgocciolato il tonno.

Ricette con le penne ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...