Pesce finto , più buono di quanto immagini

Prepariamo il pesce finto? Con qualche consiglio e un po’ di inventiva, si può far tutto!

Vi svelo un segreto che mi ha insegnato Sabina, la sorella della signora Piera, per fare il pesce finto. Devo dire che il risultato è stato migliore del previsto… Per fare in modo che la forma rimanga integra e perfetta quando andrete a preparare il piatto, rivestite internamente lo stampo con della garza. Al momento opportuno, mettete il piatto sullo stampo e capovolgetelo, tenendo piatto e stampo saldamente attaccati, con la forza delle vostre mani.

Quindi, con estrema facilità andrete a togliere la garza e vi accorgerete che saranno rimasti dei disegni come fossero squame… e la forma sarà perfetta. Insomma, con poca fatica e un po’ di attenzione, avrete creato un pesce finto stupendo e goloso! Se non riuscirete a trovare lo stampo a forma di pesce, potrete realizzare manualmente la forma che vi riesce meglio. Mio figlio usa lo stampo del budino e, anziché usare la garza, mette la pellicola da cucina. Insomma, ci vuole creatività… Ma andiamo a vedere di che si tratta!

Alla scoperta di una ricetta incredibile…

Il pesce finto è un piatto tipico genovese e solitamente veniva preparato per le festività del Natale. Il nome della pietanza fa pensare che il pesce non ci sia, ma in realtà c’è! Infatti, per l’impasto che utilizzeremo per creare la nostra forma, useremo il tonno, le patate, le acciughe sott’olio, la maionese di riso (più leggera e sfiziosa!), i capperi sotto sale, un po’ di scorza di limone grattugiata, sale e pepe.

D’altra parte, per la decorazione del pesce finto ci serviranno altri golosi ingredienti, come le olive, le uova sode, i peperoni sott’olio, un altro po’ di maionese di riso e i pomodori. In pratica, avremo a che fare con un piatto ricco e completo da un punto di vista nutrizionale, in quanto carico in particolare di proteine, acidi grassi essenziali (quelli buoni per il cuore), antiossidanti, vitamine e minerali. Potrete portare in tavola una pietanza energetica e a dir poco saziante, nonché in grado di conquistare tutti i palati!

Altri consigli e curiosità, poi passiamo alla preparazione del pesce finto!

Oltre a essere un ottimo piatto, si tratta di una pietanza molto economica che piace tanto persino ai bambini, anche a quelli più capricciosi che abitualmente non mangiano pesce! Potrete accompagnare il pesce finto con dell’insalatina tenera, che andrete a disporre attorno alla forma prima di preparare le varie porzioni. Se vorrete ottenere un gusto più deciso, potrete persino aggiungere all’impasto dei cetriolini oppure delle olive verdi o nere tagliate a rondelle.

Personalmente, la maionese adoro farla in casa, ma potrete comunque acquistarla già pronta, prediligendo ovviamente un prodotto di qualità, e vedrete che andrà bene per tutta la famiglia: vi servirà per dare un tocco di gusto in più al vostro pesce finto. Partiamo con la lista degli ingredienti e mettiamoci al lavoro!

Ed ecco la ricetta del pesce finto

Ingredienti per 4/6 persone

Per l’impasto:

  • 500 gr di tonno in vaso di vetro
  • 1 kg di patate
  • 10 filetti di acciughe sott’olio
  • 10 cucchiai di maionese di riso
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • q.b. scorza grattugiata di un limone
  • q.b. sale e pepe

Per la decorazione:

  • q.b. olive
  • q.b. uova sode
  • q.b. peperoni sott’olio
  • q.b. maionese di riso
  • q.b. spicchi di pomodori

Preparazione

Lavate e lessate le patate con la buccia e appena cotte pelatele. Passatele nello schiacciapatate e lasciate intiepidire.Lavate molto bene i capperi.

Nel boccale del frullatore o mixer inserite il tonno ben sgocciolato, i filetti di acciuga, i capperi e la maionese.

In una terrina mescolate il tutto con la purea di patate, salate e pepate e infine profumate con la scorza di limone grattugiata.

Nell’apposito stampo, coperto da una garzina, a forma di pesce versate l’impasto in modo che aderisca bene alle pareti. Coprite con della pellicola da cucina e mettete in frigorifero a raffreddare per qualche ora.

Al momento di servire sformatelo direttamente su di un piatto di portata e decoratelo come piu vi piace.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

8 commenti a “Pesce finto , più buono di quanto immagini

    1. Tiziana Autore articolo

      spero di migliorare la presentazione, parlando con delle amiche foodblogger ho ricevuto dei piccoli consigli……….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *