Antipasto con speck, mela verde e miele

Antipasto con speck, mela verde e miele

Antipasto con speck, mela verde e miele. Anche oggi vi accompagno alla scoperta delle meraviglie del finger food. Personalmente non mi stanco mai di esplorare questo straordinario ambito della cucina, di mettermi all’opera mixando sapori di volta in volta diversi per cercare di accontentare i palati più fini. Oggi voglio darvi un utile consiglio in merito suggerendovi un quartetto davvero speciale. Di cosa sto parlando? Di un antipasto con speckmela verde, miele e pepe.

Antipasto con speck, mela verde e miele per i tuoi ospiti

Parlare dei benefici della mela verde vuol dire aprire un capitolo estremamente ampio, riguardante un frutto che non deve mai mancare nella dieta di chi vuole prendersi cura sia della linea, sia dei valori della glicemia e della salute degli organi.

La mela verde, caratterizzata da un alto potere saziante, è infatti ricca di fibre. Cosa significa questo? Che è perfetta per combattere i problemi intestinali, per tenere sotto controllo il peso corporeo, ma anche per contrastare problemi al colon.

La mela verde è una regina della salute in cucina anche per la presenza di pectina – ottimo addensante per le marmellate fatte in casa – una sostanza che agisce diminuendo il livello di zuccheri nel sangue.

Grazie alla presenza delle vitamine A, B e C, questo frutto è la scelta ideale per chi vuole curare la propria pelle anche grazie all’alimentazione.

Le proprietà del miele

Le proprietà del miele sono conosciute da secoli, ma ogni tanto è bene rinfrescare la memoria ed elencare le più importanti. Inizio sottolineando l’alta concentrazione di fruttosio, uno zucchero semplice che ricopre un ruolo fondamentale in un regime alimentare sano.

Grazie alla presenza di zuccheri semplici il miele costituisce un alimento ideale per chi deve recuperare dopo un allenamento particolarmente intenso, ma anche per chi svolge mansioni stressanti dal punto di vista mentale (il cervello lavora meglio se l’apporto di zuccheri è costante).

Il miele – che può essere assunto senza problemi da chi soffre d’intolleranza al lattosio – è perfetto per lenire disturbi stagionali come la tosse o per risolvere problemi infiammatori a carico della gola, questo grazie alla presenza di perossido di idrogeno.

Non è fantastico questo mix? Se poi si aggiungono le note decise del sapore dello speck e del pepe diventa tutto ancora più speciale, un vero omaggio al gusto e alla salute.

Ora vi lascio la ricetta di questo antipasto con speck e mela verde che è alla portata anche di chi è alle prime armi in cucina e ha comunque intenzione di lasciare i propri commensali a bocca aperta!

Ed ecco la ricetta dell’ Antipasto con speck, mela verde e miele

Ingredienti per 4 persone

  • 2 mele verdi o rosse,
  • 1 etto speck,
  • 80 gr. di mini brie Amo Essere,
  • q.b. miele di rosmarino,
  • q.b. trito di aromi consentiti

Preparazione

Tagliate le mele a rondelle. Arrotolatevi una fetta di Speck così da formare una “calla”.

Al centro versate del formaggio brie leggermente scaldato e lavorato in una bacinella così da ammorbidirlo e renderlo facilmente versabile.

“Condite” con un filo di miele e spolverare con un pizzico di trito aromatico.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


06-03-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti