bg header
logo_print

Torta caprese, un dolce leggero e gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta caprese
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
4.3/5 (4 Recensioni)

Torta caprese, uno splendido esempio di pasticceria

Oggi vi presento la torta caprese, un dolce tipico della pasticceria napoletana. Può essere preparata sia con le mandorle vere e proprie sia con la loro farina. In ogni caso, delizia il palato in quanto gustosa, morbida e leggermente croccante fuori. La caprese non è tra i dolci più antichi della cucina napoletana, ma ha raccolto un immediato successo entrando a far parte a pieno titolo della tradizione. Attorno alle sue origini si sono sviluppate alcune leggende. Molto interessante quella che vede il re di Napoli desideroso di riprodurre per sua moglie, di discendenza austriaca, la famosa torta sacher. I cuochi di corte, senza conoscere nulla della ricetta originale, prepararono una torta che vi assomigliava per aspetto, ma diversa per gusto.

Un’altra leggenda particolare vede come protagonista il pasticciere Carmine Di Fiore che un giorno, preso dall’ansia di realizzare una torta alle mandorle per dei malavitosi, dimenticò la farina. La torta risultò comunque buonissima, sicché l’errore venne “integrato” nella ricetta. Al di là di queste leggende, la ricetta della torta caprese è molto semplice. Si tratta, infatti, di realizzare un normalissimo impasto con mandorle o farina di mandorle, uova, burro, zucchero e cioccolato. Importante è la fase di guarnizione, che va realizzata con lo zucchero a velo in modo da creare un bel contrasto tra il bianco e il marrone dell’impasto.

Ricetta torta caprese

Preparazione torta caprese

Per preparare la torta caprese iniziate dal cioccolato. Riducetelo a pezzettini e mescolatelo con il burro (che deve essere portato a temperatura ambiente). Versate questo mix in una pentola e cuocete a fiamma bassa a bagnomaria, mescolando fino ad ottenere un composto uniforme e privo di grumi. Poi spegnete il fuoco e tenete il composto da parte.

Separate dalle uova i tuorli e gli albumi. Ora montate per pochi minuti i tuorli insieme allo zucchero e alla vaniglia, in modo da ottenere un composto uniforme e spumoso.

Integrate il composto a quello al burro e cioccolato, poi mescolate il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema liscia e morbida. Ora integrate la farina di mandorle e amalgamate il tutto con una spatola.

In un’altra ciotola montate a neve gli albumi insieme allo zucchero rimanente, utilizzando una spatola per amalgamare il tutto con movimenti dal basso verso l’alto. Dovreste ottenere una spuma voluminosa. Ora unite i due composti e cospargete una teglia di 26 cm di diametro di burro e farina. Versate il composto e livellatelo il più possibile.

Cuocete al forno in modalità statica per 35 minuti a 180 gradi. Mi raccomando, il forno deve essere già caldo. Per verificare l’avvenuta cottura fate la prova dello stecchino: infilatelo nella torta, se è leggermente umido nella parte centrale allora il dolce è pronto. Sfornate la torta e fatela riposare nella teglia per circa 30 minuti, Questo passaggio è fondamentale in quanto la torta rischia di rompersi se la sformate subito. Infine, fare raffreddare su una gratella e cospargete con lo zucchero a velo prima di servire.

Ingredienti torta caprese

  • 150 gr. di burro chiarificato a temperatura ambiente
  • 130 gr. di zucchero semolato
  • 3 uova
  • 120 gr. di cioccolato fondente al 70%
  • 180 gr. di farina di mandorle
  • 1 cucchiaino di polvere di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • q. b. di zucchero a velo per decorare
  • q. b. di mandorle sgusciate.

Un focus sulla farina di mandorle

La versione di torta caprese che vi presento qui devia un po’ dalla ricetta originale in quanto non è  realizzata con le mandorle, bensì con la farina di mandorle. Questa innovazione è giustificata dalla qualità della farina di mandorle, che panifica molto bene e interagisce al meglio con gli altri ingredienti. Ha inoltre il pregio di essere priva di glutine, sicché può essere consumata senza alcun timore dagli intolleranti a questa sostanza e dai celiaci. A differenza di altre farine senza glutine, come quella di riso, la farina di mandorle non necessita di amidi o altre polveri, in quanto stabile di per sé. La farina di mandorle eccelle anche sul piano nutrizionale. E’ un po’ più grassa rispetto alle altre, ma i suoi grassi sono benefici e giovano al cuore e alla circolazione.

E’ inoltre ricca di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alla vitamina E, che agisce in qualità di antiossidante e aiuta a prevenire il cancro. Stesso discorso per il magnesio e il fosforo, che aiutano a concentrarsi meglio e a mantenersi attivi. Un altro motivo per utilizzare la farina di mandorle, anziché le mandorle, riguarda gli effetti sull’impasto, che rimane morbido e appare più stabile. In questo modo la ricetta diventa più semplice e alla portata dei principianti.

Torta caprese

Quale cioccolato utilizzare?

E’ impossibile verificare che le leggende sulla nascita della torta caprese siano vere, ma un fatto è certo, ossia assomiglia alla famosa torta sacher. Se infatti da un lato manca la marmellata di arance, dall’altro sono presenti abbondanti dosi di cacao, in questo caso apportate direttamente dal cioccolato fondente. A tal proposito, vi consiglio di optare per il cioccolato fondente al 70%, che esalta il sapore del cacao ma non esagera con i sentori amari. Ovviamente, se gradite un sapore ancora più intenso optate pure per fondenti di gradazione più elevata. Che ruolo gioca il cioccolato fondente per questa ricetta? Molto banalmente, va prima tritato e poi mescolato con il burro. Dopo una rapida cottura, il composto viene poi integrato alle altre miscele, come la montata di albumi e la montata di tuorli.

Il cioccolato fondente non si limita a conferire un gusto spiccato al dolce, ma impatta anche dal punto di vista nutrizionale. Infatti è tra i pochi alimenti che, se consumati con moderazione, è buono e allo stesso tempo fa bene alla salute. Il merito va ai tanti ossidanti che contiene, nonché ad alcune vitamine e sali minerali. Il cioccolato, poi, fa bene all’umore. Una verità che tutti gli amanti del cioccolato conoscono, ma che è stata dimostrata anche da alcuni studi scientifici. L’unico difetto del cioccolato fondente è l’apporto calorico, che supera le 530 kcal per 100 grammi.

Ricette torte al cioccolato ne abbiamo? Certo che si!

4.3/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE