bg header
logo_print

Alici marinate al limone, un antipasto estivo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Alici marinate al limone
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Alici al limone, un antipasto davvero salutare

Le alici marinate al limone sono un antipasto leggero estivo e molto gustoso. Sono anche facili da preparare, dal momento che non richiedono la cottura, ma solo una breve marinatura. La marinatura avviene in frigorifero per mezzo di un’emulsione aromatica, che aggiunge sapore, oltre a rendere il piatto adatto al consumo. Nello specifico, l’emulsione per la marinatura si ottiene frullando assieme succo di limone, aglio, pepe rosa, aceto e una pianta a propria scelta tra melissa e menta. Il risultato finale esalta sia gli aromi che il pesce. Le protagoniste della ricetta, infatti, rimangono le alici, dei pesci azzurri di piccola taglia, che si fanno apprezzare per il sapore sapido e delicato, nonché per la morbidezza delle loro carni. Le alici spiccano anche per le buone proprietà nutrizionali e per un apporto calorico superiore alla media, ma non eccessivo.

L’apporto calorico è legato soprattutto al metodo di conservazione sott’olio. Buono è anche l’apporto di proteine, che eguaglia quello delle più rinomate carni rosse. Infine, straordinario è il quantitativo di sali minerali, con il fosforo e il magnesio a farla da padroni. Le alici non difettano nemmeno in vitamina D, fondamentale per il sistema immunitario, e in grassi benefici. Questi  ultimi fanno parte degli acidi grassi omega 3, che giovano al cuore e aiutano il corpo a guarire dagli stati infiammatori. Prima di essere marinate, le alici andrebbero pulite, eliminando il budello e la testa, e abbattute per scongiurare qualsiasi tipo di carica batterica.

Ricetta alici marinate al limone

Preparazione alici marinate al limone

Per preparare le alici marinate al limone iniziate pulendo le foglie di menta (o di melissa), poi mettetele ad asciugare. Intanto ricavate dai limoni il loro succo e pelate lo spicchio di aglio. Ora trasferite nel mixer il succo di limone, l’aceto di vino bianco, la menta (o la melissa), un pizzico di sale, l’olio extravergine di oliva e l’aglio. Infine, frullate il tutto fino ad ottenere un’emulsione leggera e uniforme.

Pulite le alici eliminando la testa, apritele a libro e tirate via e le interiora. Sciacquale le alici sotto l’ acqua corrente eliminare eventuali residui e squame. Con le dita fare pressione per aprirle in due ed eliminate la lisca centrale . Capovolgete,  sollevate e tagliate via la pinna dorsale. Man mano che sono pronte mettetele a scolare su della carta assorbente da cucina. Le vostre alici marinate limone e menta sono pronte!

Ora trasferite le alici in una teglia, adagiandole ben estese e con la parte interna rivolta verso l’alto. Poi distribuite in modo uniforme l’emulsione e aggiiungete il pepe rosa in grani. Infine, mettete la teglia e lasciate marinare in frigorifero per almeno 5 ore. Trascorso questo lasso di tempo mettete le alici in un piatto da portata e servite. Le alici marinate possono conservarsi un giorno in frigorifero, purché coperte con la pellicola trasparente.

Ingredienti alici marinate al limone

  • 500 gr. alici pulite e abbattute
  • 4 limoni
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 manciata di grani di pepe rosa
  • q. b. di foglie di melissa (o di menta)
  • 30 ml. di aceto di vino bianco
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale.

Perché abbiamo scelto il pepe rosa?

Il liquido di queste alici marinate al limone spicca per sapore ed equilibrio. Nell’emulsione troviamo una componente acida, rappresentata dal succo di limone e dall’aceto, e una componente balsamica, rappresentata dalla melissa o dalla menta. Infine, troviamo anche delle note aromatiche date dal pepe rosa. Il pepe rosa in realtà non è un pepe, ma viene chiamato così in quanto la sua forma assomiglia ai grani del pepe e le sue applicazioni sono tutto sommato simili. In realtà, il pepe rosa è una semplice bacca, che nasce in America del Sud, pur essendo ormai diffusa un po’ dappertutto. In passato era utilizzato come farmaco della medicina naturale per via di alcune sue interessanti proprietà. E’ infatti un discreto stimolante, un eccellente diuretico e un ottimo analgesico. In parole povere, aiuta ad alleviare le sintomatologie dolorose.

Alici marinate al limone

Il pepe rosa conferisce ai piatti un lieve ed equilibrato sapore agrodolce, rendendoli più complessi e gradevoli. Nondimeno, il pepe rosa spicca per le sue proprietà nutrizionali e per un apporto calorico quasi nullo: tre bacche non raggiungono 1 kcal. In compenso è ricco di vitamina C e di potassio, due sostanze fondamentali per il sistema immunitario e per la circolazione del sangue. Il sapore del pepe rosa non è molto forte, ma rischia comunque di coprire gli altri ingredienti, quindi è bene inserirlo con prudenza nelle preparazioni. Ciò vale ovviamente anche quando interviene come ingrediente di marinatura.

Melissa o menta, quali spezie aromatiche utilizzare?

Le acciughe marinate limone e menta si fregiano anche della presenza di foglie aromatiche, tra cui spiccano la melissa o la menta (in base alla vostra scelta). Dal punto di vista funzionale, i due tipi di spezie si comportano allo stesso modo, ossia rendono le carni delle alici morbide e commestibili anche in assenza di cottura. In termini di sapore, invece, presentano delle peculiarità differenti. La melissa, per esempio, sa di limone, ossia presenta sentori agrumati coinvolgenti, pur celando un retrogusto gradevolmente selvatico. La melissa è molto utilizzata in cucina, in quanto insaporisce i piatti senza coprire gli altri ingredienti. Inoltre, esercita alcune interessanti proprietà digestive, rilassanti, e a protezione del sistema immunitario. A tal proposito, è molto utile l’utilizzo della tisana di melissa.

Discorso diverso per quanto riguarda la menta, che ha un sentore più forte rispetto a quello delle altre piante aromatiche, dunque va utilizzata con prudenza. La menta gioca un ruolo importante tanto nelle ricette dolci quanto in quelle salate. La cucina siciliana, a cui appartiene questo piatto, fa ampio uso della menta per condire pesce, carni e ortaggi. Anche la menta ha proprietà digestive e in particolare anti-nausea. Nondimeno, aiuta a risolvere l’alitosi grazie alla presenza del mentolo, responsabile dell’aroma e in grado di prevenire le formazioni tumorali. Dunque, cosa scegliere tra melissa e menta? Se gradite sapori agrumati, optate per la melissa, se invece preferite sentori balsamici scegliete la menta.

L’ultimo consiglio è molto importante! Per chi vuole consumare il pesce crudo, la migliore contromisura per neutralizzare l’Anisakis consiste nel congelare il pesce prima di mangiarlo.

Per distruggere tutte le larve del parassita è necessario tenere il pesce per almeno 24 ore a -20°C al cuore del prodotto. Questo trattamento è obbligatorio per legge per i ristoranti che vogliono servire pesce crudo.

Per le preparazioni domestiche il consiglio è di metterlo in congelatore per 96 ore a -18°C . il pesce se non è già state abbattuto dal pescivendolo. Questo per la vostra sicurezza.

Ricette con alici ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...

Uova in crosta di sfoglia

Uova in crosta di sfoglia, una ricetta facile...

Qualche consiglio sulla cottura delle uova sode La ricetta delle uova in crosta è davvero semplice, l’unica difficoltà risiede nella preparazione delle uova sode. Il rassodamento è considerato...