bg header
logo_print

Insalata con rafano e mele, un contorno agrodolce

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalata con rafano e mele
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (7 Recensioni)

Insalata con rafano e mele, un’idea suggestiva per un contorno diverso

L’insalata con rafano e mele è un contorno corposo, dal grande impatto visivo e molto nutriente. Il sapore è suggestivo, anche perché coniuga sentori dolci, aromatici e aciduli. Di base si tratta di un’insalata di patate, carote e mele, condite con misticanza e rafano grattugiato. Sebbene intervenga solo nella fase finale, il sapore che emerge maggiormente è proprio quello del rafano. Si tratta di una radice utilizzata soprattutto nella cucina orientale, ma che vanta alcune applicazioni anche nella cucina italiana. In genere viene impiegato per realizzare delle creme molto aromatiche, oppure come condimento finale, proprio come accade in questo caso.

Il rafano si fa apprezzare per il suo sapore pungente, in grado di vivacizzare i piatti. Eccelle anche dal punto di vista nutrizionale, in quanto apporta sostanza antiossidanti e antinfiammatorie. Gli antiossidanti riducono l’impatto dei radicali liberi e fungono da alleati per prevenire il cancro. Il rafano aiuta anche la digestione in quanto stimola la diuresi e contrasta la ritenzione idrica. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli minimi, pari a 14 kcal per 100 grammi. Inoltre, si utilizzano in genere dosi molto ridotte.

Ricetta insalata con rafano

Preparazione insalata con rafano

Per preparare l’insalata con rafano e mele iniziate dalle verdure. Lavate con cura le patate sotto l’acqua corrente, poi inseritele nella vaporiera e cuocetele per tutto il tempo necessario. Se le patate sono piccole bastano 20 minuti, se sono grandi possono occorrere anche 40 minuti. Una volta cotte, fate raffreddare le patate, pelatale e tagliatele a tocchetti. Lavate anche le carote sotto l’acqua del rubinetto e pelatele con la mandolina. Riducetele a fette di 3-4 millimetri di spessore e cuocetele al vapore per 10 minuti circa, facendo in modo che rimangano molto croccanti. Infine sbucciate le mele, fatele a spicchi e immergetele nel succo di limone. Ora lavate la misticanza e asciugatela per bene.

Intanto procedete con la preparazione della citronette. Versate in una ciotola il succo di limone, un po’ di sale e mescolate con cura, aiutandovi con una frusta piatta o con un minipimer. Poi unite il pepe e mescolate con energia. Senza smettere di mescolare, unite anche l’olio extravergine di oliva, la scorza di limone grattugiato e un trito fine di erba cipollina. Infine date un’altra bella mescolata e mettete da parte. Ora versate nell’insalatiera la misticanza, le mele, le patate e le carote. Completate con una bella grattugiata di rafano (precedentemente lavato e pelato) e condite con la citronette. Servite e buon appetito.

Ingredienti insalata con rafano

  • 300 gr. di misticanza
  • 2 mele
  • 1 pezzo di rafano
  • 2 carote
  • 2 patate
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • succo e la scorza di un limone biologico
  • 1 cucchiaio di pepe rosa
  • q. b. di steli di erba cipollina
  • q. b. di sale.

Quali verdure usare per questa insalata con rafano e mele?

L’insalata con rafano e mele vede come protagonisti anche degli ortaggi. Nello specifico, le patate e le carote. Le prime conferiscono a questo splendido contorno un sentore corposo, mentre le seconde aggiungono croccantezza e qualche interessante nota dolce. Agiscono anche dal punto di vista visivo, visti i colori vivaci che apportano. Per quanto possa sembrare strano, si sposano molto bene con le mele, specie se si opta per una variante mediamente dolce e molto croccante, come la Golden Delicious. La ricetta comunque lascia ampia libertà sulla varietà delle mele, dunque scegliete quella che più preferite. Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, le patate sono “energetiche”, in quanto ricche di carboidrati. Contengono anche tante vitamine, sali minerali e sono povere di grassi.

Le carote, invece, apportano tanta vitamina A, che fa bene agli occhi. Le patate e le carote incidono solo marginalmente sull’apporto calorico, a tal punto che l’insalata può essere comunque definita leggera. Nello specifico, le patate viaggiano sulle 80 kcal per 100 grammi, mentre le carote sulle 40 kcal. In occasione di questa ricetta, tanto le patate quanto le carote vanno cotte a vapore. Si tratta di un metodo di cottura perfetto, che garantisce il massimo della leggerezza e aiuta a preservare sapori e nutrienti.

Da cosa è composta la misticanza?

Il fondo dell’insalata con rafano e mele è dato dalla misticanza. Di base può essere considerata un mix per le insalate, che contiene specie vegetali selvatiche o di campo. La composizione della misticanza è quindi variabile, soprattutto in base alla stagione. Tuttavia non dovrebbero mai mancare la pimpinella, la cicoria selvatica, il finocchio selvatico, il tarassaco e il raperonzolo. Le varianti più aromatiche contengono anche la rucola, che emerge rispetto a tutte le altre erbe aromatiche.

Insalata con rafano e mele

La misticanza è molto leggera, vista la composizione, ma eccelle dal punto di vista nutrizionale. Tutte le specie qui citate sono ricche di vitamina C, che giova al sistema immunitario, di calcio, di magnesio e di potassio, tutte sostanze tipiche degli alimenti di origine vegetale. Spesso e volentieri, poi, contengono betacarotene, un precursore della vitamina A e dalle ottime capacità antiossidanti.

Come preparare la citronette?

L’insalata con rafano e mele prevede due condimenti: il rafano (che viene grattugiato poco prima del servizio) e la citronette, ovvero un’emulsione leggermente acre. La citronette è molto facile da preparare e rende molto dal punto di vista del gusto. E’ formata da olio extravergine di oliva, succo di limone, scorza di limone, pepe rosa, sale ed erba cipollina. Quest’ultima, nello specifico, aggiunge un tocco aromatico, che bilancia la componente acre e acidula.

Come si prepara la citronette? Niente di più semplice. Si inizia facendo sciogliere il sale nel succo di limone, aiutandosi con una frusta elettrica o con un minipimer. Si prosegue poi aggiungendo il pepe rosa, e si conclude con l’olio extravergine di oliva, l’erba cipollina e la scorza di limone grattugiata. Il pepe rosa aggiunge un tocco leggermente dolce, l’erba cipollina garantisce un aroma “selvatico”, mentre la scorza di limone apporta una gradevole nota amarognola.

Ricette insalate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Insalata di germogli di fagiolo mungo

Insalata di germogli di fagiolo mungo, un contorno...

Cosa sapere sui germogli di fagiolo mungo L’ insalata di germogli di fagiolo mungo ci da l’occasione di parlare di un tipo di fagioli davvero unico. I germogli di fagioli mungo sono dei legumi...

Insalata di Camembert e mele

Insalata di Camembert e mele, un piatto dolce...

Un focus sul Camembert Il vero protagonista di questa insalata è il Camembert. Questo formaggio in crosta bianca cambia le carte in tavola, valorizzando con la sua “delicata sapidità” la...