bg header
logo_print

Ravioli vegani con hummus, un primo raffinato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli vegani con hummus
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (4 Recensioni)

Ravioli vegani con hummus, un piatto elegante e semplice

Oggi vi presento un piatto speciale, i ravioli vegani con hummus e pomodori secchi. Sono speciali per molti motivi. In primis perché esprimono eleganza e semplicità, mentre i sapori sono rustici ma interpretati secondo i principi della migliore cucina gourmet. In secondo luogo i ravioli che ho utilizzato per la ricetta sono ripieni di carne vegetale. Sono prodotti da De Angelis, che ha inaugurato di recente la linea Beyond Meat. Il prodotto è eccezionale, anche perché le differenze con la carne vera e propria sono minime. A completare il tutto vi è la tradizionale attenzione di De Angelis per la qualità delle materie prime e per la genuinità dei processi. Potete acquistare i ravioli con Beyond Meat di De Angelis anche online.

Io mi approvvigiono sempre da P&T, un e-commerce molto fornito che offre servizi eccellenti. Per quanto concerne la ricetta non pone in essere alcuna difficoltà. Si tratta infatti di saltare la pasta in un soffritto di cipolle e aglio, arricchito da pomodori secchi e hummus. Importante anche il ruolo giocato dalle spezie, che esaltano i sapori senza coprirli. In linea di massima è un primo che può piacere a tutti, sostanzioso, non grasso e facile da realizzare.

Ricetta ravioli vegani

Preparazione ravioli vegani

Per preparare i ravioli vegani con hummus e pomodori secchi iniziate proprio dai ravioli. Lessateli in acqua leggermente salata, poi scolateli al dente e conservateli per dopo. Conservate anche una tazza di acqua della pasta in quanto tornerà utile nella fase di condimento.

Ora versate l’olio in una padella antiaderente, aggiungete la cipolla ridotta a trito fine e soffriggete a fiamma media. Poi incorporate l’aglio schiacciato, il peperoncino e proseguite per un altro minuto circa (giusto per tostare le spezie).

Continuate unendo i pomodori secchi e rosolando per 2-3 minuti. Poi abbassate la fiamma e incorporate l’hummus, il succo di limone e l’acqua della pasta. Mescolate e, alla bisogna, aggiungete altra acqua.

La salsa dovrà risultare densa ed abbastanza omogenea. Infine spegnete il fuoco, unite il basilico tritato e saltate i ravioli. Servite e buon appetito.

Ingredienti ravioli vegani

  • 320 gr. di ravioli freschi con Beyond Meat De Angelis
  • 250 gr. di Hummus Ceci Pomodoro & Basilico Noa
  • 50 gr. di pomodori secchi sott’olio (vedi ricetta sul sito)40 gr. di cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 pizzico di peperoncino
  • 1 mazzetto di basilico
  • succo di un limone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale.

Un hummus dal sapore delicato

Tra i punti di forza di questo primo a base di ravioli vegani spicca il condimento, che si regge quasi interamente sull’hummus. Non si tratta di un hummus qualsiasi, bensì l’hummus di Pomodoro & Basilico di Noa, una linea curata da Exquisa, leader nella produzione degli spalmabili. Questo hummus si fa apprezzare per una texture omogenea, che lo rende perfetto non solo come spalmabile, ma anche come ingrediente di sfiziose ricette.

A livello di sapori, la parte del leone è giocato dai ceci, che rappresentano il 42% della sua composizione. Ben presente è anche la purea di pomodori, così come i pomodori secchi. Si segnalano anche tracce consistenti di aromi e di spezie, come la crema di sesamo, il basilico e la paprika. I grassi sono ridotti al minimo, ovvero a una dose piuttosto equilibrata di olio. Non a caso l’hummus conta solo 174 kcal per 100 grammi.

Quali aromi usare per i ravioli vegani?

I ravioli vegani con hummus e pomodori secchi spiccano per un sapore molto complesso, non privo di note rustiche; ciò è dovuto anche alla presenza di alcune spezie. Niente di esagerato, sia chiaro, stiamo pur sempre parlando di un primo che si inserisce nella tradizione mediterranea. Troviamo però l’aglio, il succo di limone e il basilico. L’aglio è un ingrediente spesso tacciato di pesantezza e di effetti negativi sull’alito. Tutto vero, ma basta utilizzarlo con prudenza per trarne il meglio, infatti l’aglio apporta molti sali minerali non comuni e anche alcuni antiossidanti.

Ravioli vegani con hummus

Per quanto concerne il basilico, invece, si segnalano dosi importanti di calcio, una sostanza che fa bene alle ossa e ai denti. Inoltre contiene grassi benefici, come gli acidi grassi omega tre, che giovano alla salute del cuore e agiscono in funzione antinfiammatoria. Troviamo infine anche la paprika, che conferisce un tocco vivace alla ricetta e un aroma suggestivo. Queste spezie vanno leggermente tostate e devono essere usate con prudenza per non coprire gli altri sapori.

Come preparare i pomodori secchi?

I pomodori secchi impattano profondamente su questi ravioli vegani con hummus. Con il loro sapore tra l’aromatico, l’acidulo e l’amarognolo, completano i sentori corposi della pasta fresca e quelli più delicati degli altri ingredienti. Potete acquistare i pomodori secchi al supermercato, o in qualche negozio di prodotti caserecci, ma io vi consiglio i pomodori secchi fatti in casa in quanto sono molto semplici da preparare. Il primo passo è ovviamente essiccare i pomodori. Al sud Italia si essiccano al sole, ma potete utilizzare l’essiccatore o anche solo il forno, impostando temperature molto basse. Dopodiché si iniziano a riempire i barattoli con delle spezie.

Trovate la ricetta dei pomodori secchi, ma vi anticipo comunque che potete esercitare un certo margine di discrezione. Ad ogni modo non dovrebbero mai mancare l’aglio e il basilico. Dopo aver coperto tutto con l’olio si procede alla pastorizzazione, che avviene mediante “bollitura” dei barattoli chiusi ermeticamente, separati da stracci puliti. In questo modo si evita il contatto del vetro, che può verificarsi ad alte temperature e può causare qualche danno ai barattoli. Con la pastorizzazione i pomodori secchi possono durare anche un anno. Sono ottimi come contorno, come ingrediente per primi piatti, ma anche per il consumo in solitaria.

Ricette di ravioli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...