Cremosità nei ravioli alla crema di mascarpone e zucca

ravioli alla crema di mascarpone e zucca
Commenti: 0 - Stampa

Un primo piatto per attraversare la stagione fredda

I ravioli alla crema di mascarpone e zucca sono un primo piatto caldo e cremoso da assaporare nei mesi autunnali e invernali, magari con un buon bicchiere di vino. Una ricetta per combattere le basse temperature e che vi aiuterà a vivere meglio la stagione fredda. I ravioli, pasta tipica italiana, vengono esaltati da una crema squisita creata dall’unione del mascarpone e della zucca.

Non è un caso se abbiamo scelto proprio la zucca per questa pietanza. Oltre alla sua cremosità, infatti, si tratta di un ortaggio presente durante l’autunno e l’inverno e quindi perfetto per essere utilizzato in questo momento. I ravioli alla crema di mascarpone e zucca conquisteranno voi e i vostri ospiti per il loro sapore dolce e inimitabile.

La zucca, un ingrediente stagionale

Dessert, primi e secondi piatti…la zucca è amata per la sua versatilità. La possibilità di creare creme e di addolcire moltissime pietanze, questo ortaggio non può mancare nella vostra dispensa e nel vostro frigo durante la stagione fredda. Nei ravioli alla crema di mascarpone e zucca, infatti, utilizzerete la caratteristica polpa arancione, ricca di caroteni, vitamine e minerali e ideale per chi è a dieta, grazie al suo basso apporto calorico.

Nei ravioli alla crema di mascarpone e zucca, questo ortaggio viene insaporito non solo dal mascarpone, dalla panna, dal parmigiano e dallo scalogno. La zucca, infatti, viene solitamente preparata con diverse spezie. In questo caso, non possono mancare né il pepe né il rosmarino. Ricordatevi di utilizzare una padella antiaderente per cucinare la zucca!

Zucca e mascarpone, un’accoppiata vincente

Nella ricetta dei ravioli alla crema di mascarpone e zucca il segreto è creare una crema dolce e gustosa da adagiare sulla pasta. Oltre alla zucca, la crema è formata dal mascarpone, un ingrediente 100% made in Italy. Materia prima del famoso tiramisù, questo formaggio, originario della Lombardia, si riconosce per il suo caratteristico sapore dolce. Fate attenzione, però, a non abusarne: ha un contenuto calorico piuttosto alto.

ravioli alla crema di mascarpone e zucca sono un piatto che può essere adattato anche alle esigenze degli intolleranti al lattosio o al glutine, cambiando alcuni degli ingredienti della ricetta. Nella preparazione che vi proponiamo, infatti, sono presenti la panna liquida e il mascarpone. Siete pronti ad assaporare questo primo piatto cremoso?

Ed ecco la ricetta dei Ravioli alla crema di mascarpone e zucca

Ingredienti per 4 persone

  • 75 g di farina di sorgo
  • 75 g di farina di riso integrale
  • 10 g di xantano
  • 250 g di amido di mais
  • 200 g di fecola di patate
  • 400 gr di uova
  • 30 gr. di acqua

Per il ripieno:

  • 250 gr. di carne macinata di bovino adulto,
  • 150 gr. di prosciutto cotto
  • 150 gr. di mortadella,
  • 1 uovo,
  • un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 50 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato,
  • q.b. sale

per il condimento:

  • 300 gr. di zucca
  • 150 gr. di mascarpone Accadi
  • 1/2 bicchiere di panna liquida Accadi
  • 1/2 scalogno
  • 1 mestolino di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • 100 gr. di  Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Setacciate le farine e formate sulla spianatoia una fontana e al centro, aggiungete gli amidi, lo xantano, le uova, e l’acqua

Cominciando dall’interno, mescolate il tutto con una forchetta, prendendo man mano la farina dai bordi; proseguite lavorando con le mani l’impasto dall’esterno verso l’interno, raccogliendo e amalgamando tutta la farina che si trova sul piano di lavoro.

Procedete con la lavorazione per 15-20 minuti aggiungendo un goccio di latte o di acqua se si rende necessario. Tirate l’impasto, ripiegatelo su se stesso, e schiacciatelo con i pugni e questa operazione và ripetuta più volte finché l’impasto non sarà sodo e omogeneo.

A questo punto fatene una palla e mettetela a riposare avvolta nella pellicola trasparente per circa mezz’oretta.

Distribuite sulla spianatoia un po’ di farina, prendete il matterello, infarinatelo e cominciate a tirare la pasta partendo dal centro e dandole una forma tondeggiante

Quando sarà sufficientemente larga, potrete avvolgerla sul matterello sia per stenderla ulteriormente sia per voltarla senza romperla, non dimenticando di spargere ogni tanto una spolverata di farina. Cercate di portare la sfoglia a uno spessore uniforme.

Preparate il ripieno tagliando a coltello la carne, il prosciutto e la mortadella, raccogliendo il trito ottenuto in una ciotola. Aggiungete al composto il parmigiano, l’uovo e il sale; mescolate per amalgamare bene e conservate al fresco.

Tirate la sfoglia piuttosto sottile, tagliatela in strisce di 10 cm circa di larghezza, posizionate al centro il ripieno, e richiudete le sfoglie su loro stesse . Fate una leggera pressione sulla sfoglia con il dito intorno al ripieno in modo da far uscire l’aria all’interno  e a questo punto con un coppa pasta tagliate i ravioli . Occhio a non riempirli troppo, sennò è difficile chiuderli e il ripieno fuoriesce. Con un pennellino bagnate i bordi con dell’acqua per far sì che la pasta si attacchi bene e il raviolo non si apra durante la cottura. Man mano che preparate i ravioli disponeteli su un canovaccio infarinato.

Tritate lo scalogno e tagliate la zucca a cubetti. Versate due cucchiai d’olio e il rosmarino in una pentola e rosolate lo scalogno e la zucca. Non appena saranno rosolati, aggiustate di sale e pepe. Aggiungete un mestolino di brodo e porta quasi a cottura, Quando saranno quasi pronti aggiungete la panna e il mascarpone e amalgamate bene gli ingredienti.

In abbondante acqua salata cuocete i ravioli e quando cotti con un mestolo scolate e versate nella pentola con il sugo. Mescolate delicatamente.

Servite con una spolverata di Parmigiano Reggiano

5/5 (384 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Zuppa con finferli e patate

Zuppa di finferli e patate, abbinamento interessante

Zuppa di finferli e patate, un primo genuino e leggero. La zuppa di finferli e patate è un primo squisito, che riconcilia con quanto di più genuino possa offrire la natura. In effetti è un...

Girelle di pane carasau con prosciutto

Girelle di pane carasau con prosciutto, antipasto unico

Girelle di pane carasau, un antipasto che sa di Sardegna Le girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza sono in grado di stupire gli ospiti. Infatti, non si limitano a proporre un impatto...

Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla milanese, tre varianti classiche

L’ossobuco alla milanese e i suoi accompagnamenti L’ossobuco alla milanese è un classico della cucina lombarda. E’ conosciuto in tutta Italia e anche all’estero, a testimonianza...

Risotto al pino mugo

Risotto al pino mugo, un primo dal sapore...

Risotto al pino mugo, non un semplice risotto Il risotto al pino mugo è un risotto diverso dal solito. I motivi sono diversi e non si limitano a una lista di ingredienti “particolare”. Per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


10-02-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti