bg header
logo_print

Acqua detox con ibisco, due soluzioni squisite e salutari

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Acqua detox con ibisco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (4 Recensioni)

Acqua detox con ibisco, due bevande alla frutta davvero salutari

Oggi vi presento l’acqua detox con ibisco, un’ottima acqua aromatizzata, nonché una bevanda detossinante che depura l’organismo, abbastanza leggera e salutare. In realtà le ricette sono due. Entrambe sono realizzate con acqua naturale, frutta e ibisco. La prima prevede l’aggiunta delle fragole e delle more, mentre la seconda  prevede la mela verde, il mango e l’arancia. Quale scegliere? Io consiglio di prepararle entrambe, tuttavia se cercate un sapore acidulo, puntate sulla prima versione. Se invece cercate un sapore più dolce, puntate sulla seconda ricetta.

La ricetta è in ogni caso molto semplice. Si tratta infatti di versare gli ingredienti in una caraffa piena d’acqua e di lasciare la bevanda in infusione. L’ibisco impiega molto a infondere i suoi principi attivi, oltre al sapore e al colore. Il risultato è comunque straordinario sotto tutti i punti di vista. La bevanda si presenta con un colore acceso, seppur capace di conservare una spiccata trasparenza, il sapore invece è molto tenue e gradevole.

Ricetta acqua detox con ibisco

Preparazione acqua detox con ibisco

Per preparare l’acqua detox all’ibisco dovrete in ogni caso lavare e sbucciare per bene la frutta. Se avete scelto la soluzione con more o fragole, lasciate intatte le more e rimuovete la parte superiore dalle fragole, poi tagliatele in quattro parti. Versate more e fragole in una caraffa di vetro, aggiungete l’acqua e l’ibisco. Infine, lasciate in infusione per una notte intera. Trascorso questo lasso di tempo, filtrate in un colino a fori piccoli e servite.

Se avete scelto invece il detox con ibisco, mela verde, mango e arancia, sbucciate la frutta e tagliatela a cubetti. Poi ripetete il procedimento: versate la frutta nella caraffa, versate un litro di acqua e l’ibisco. Infine lasciate in infusione per una notte e filtrate prima di servire.

Ingredienti acqua detox con ibisco

  • 1 lt. di acqua naturale
  • 20 gr. di ibisco
  • 4 fragole e 100 gr. di more (o in alternativa 1 mela verde o 1 arancia e 1 mango).

Le ottime proprietà dell’ibisco

L’acqua detox con ibisco è preparata con una pianta in grado di regalare splendidi fiori di un rosso intenso, che declina facilmente in un viola altrettanto brillante. L’ibisco, o karkadè che dir si voglia, trova la sua massima espressione nelle tisane, che sono tipiche di alcuni paesi dell’Asia meridionale. Tuttavia, i fiori di ibisco possono essere impiegati anche in altri modi in virtù della loro versatilità e del sapore ben riconoscibile rispetto ad altri fiori. L’ibisco, infatti, è considerato un fiore “mangereccio”.

Acqua detox con ibisco

L’ibisco trova applicazioni soprattutto in pasticceria dove viene impiegato per abbellire torte, ma anche per formare impasti per dessert, sorbetti, budini e mousse. Di tanto in tanto fa capolino nelle ricette salate, ma solo in una prospettiva sperimentale e decisamente creativa. L’ibisco vanta anche buone proprietà nutrizionali, a tal punto da essere utilizzato nella medicina naturale. Di questo fiore si apprezzano in particolare le capacità antinfiammatorie e antibatteriche. E’ anche capace di abbassare il colesterolo cattivo e il livello di zuccheri nel sangue, una notizia non da poco per chi soffre di problemi cardiaci e per i diabetici. Ovviamente l’ibisco vanta anche ottime proprietà detossinanti e depurative, che vengono trasferite nell’acqua durante la fase di infusione.

Quali frutti utilizzare per questa acqua detossinante?

In realtà la ricetta fa riferimento a due varianti di acqua detox con ibisco. L’ibisco è una componente fondamentale della bevanda in quanto conferisce sapore. La frutta invece cambia in base alle due versioni che vi propongo. La prima, come già anticipato, comprende more e fragole. Una scelta che punta ai sentori più aciduli, sebbene in una prospettiva di dolcezza. Sia le more che le fragole sono ricche di vitamine e sali minerali, e in particolare di calcio. Contengono anche antiossidanti, che fanno bene all’organismo e allontanano lo spettro del cancro. Il riferimento è al licopene per le fragole e alle antocianine per le more. La seconda versione vede l’utilizzo della mela verde, dell’arancia e del mango. Tutti e tre i frutti contengono tanta vitamina C, una sostanza che funge da antiossidante e stimola il sistema immunitario. Buono è anche l’apporto di sali minerali, e in particolare di potassio.

Ovviamente ciascun frutto ha le sue peculiarità. Per esempio, la mela verde contiene la pectina, una fibra che aiuta la digestione e gioca un ruolo importante nella prevenzione dei problemi cardiaci. Contiene anche la quercetina, un antiossidante che stimola le difese contro i virus. L’arancia, poi, è ricca più di ogni altro frutto di vitamina C. Inoltre contiene l’acido citrico, presente un po’ in tutti gli agrumi, che fa bene alla circolazione e previene i calcoli renali. Il mango, infine, è ricco di carotenoidi, sostanze antiossidanti in grado di favorire l’assorbimento della vitamina A, utile per la vista. Può sembrare strano ma questi tre frutti, per quanto molto diversi, interagiscono molto bene tra di loro. Il mango offre una dolcezza spiccata, la mela un tipo di dolcezza acidula, mentre l’arancia sentori lievemente acri.

Come abbinare l’acqua detox?

L’acqua detox con ibisco può essere bevuta in solitaria per assolvere al suo compito principale, ossia per depurare l’organismo. Tuttavia, vista la presenza di ingredienti di un certo peso, può fungere da accompagnamento per alcune preparazioni in occasione di un aperitivo leggero e creativo. Di base può sostituire sia l’acqua che i cocktail analcolici. L’acqua detox dà però il meglio di sé con i dolci, soprattutto se si opta per la seconda variante, quella con la mela verde, l’arancia e il mango.

Un’idea potrebbe essere associare l’acqua detox a una bella torta alla frutta, piuttosto che a una crostata con la marmellata. Ad ogni modo, avete ampio margine di discrezione in merito. Si tratta pur sempre di un’acqua aromatizzata, che spicca per la sua versatilità. Ci tengo a precisare, infine, che non ci sono limiti al consumo, visto che non apporta calorie.

Ricette acque detox ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Bloody mary analcolico pomodoro e fragole

Bloody Mary analcolico, buono come l’originale ma leggero

Guarnizione ed origini del Bloody Mary La guarnizione del Bloody Mary analcolico è affidata a uno spiedino di frutta e verdura, una scelta che punta alla freschezza, soprattutto se si considera che...

Purple Cosmopolitan

Purple Cosmopolitan, la ricetta fruttata del famoso cocktail

Come preparare il liquore alle violette L’elemento che più caratterizza il Purple Cosmopolitan, almeno rispetto al Cosmopolitan propriamente detto, è il liquore di violette. E’ un liquore...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...