Involtini di melanzane al prosciutto cotto: la tradizione

involtini di melanzane al prosciutto cotto
Commenti: 0 - Stampa

Una vera delizia!

Oggi voglio proporvi una ricetta interessante al proposito. Di cosa si tratta? Degli involtini di melanzane al prosciutto cotto.

Perfetti per chi soffre di celiachia e intolleranza al lattosio, sono caratterizzati dall’utilizzo di un ingrediente speciale. Si tratta del prosciutto cotto C’era una Volta, una vera eccellenza italiana priva di glutine, lattosio e proteine del latte.

In questo caso il nome dice davvero tutto. Il prosciutto cotto C’era una volta di Parmacotto è un omaggio agli antichi metodi di cottura. 100% italiano, viene cotto lentamente per esaltarne al massimo il sapore.

Privo di aromi artificiali, ha un sapore unico, che ricorda quella dedizione e quell’amore tipici di chi, quando c’erano meno mezzi rispetto ad oggi, si metteva in cucina consapevole dell’importanza di ritmi della natura.

Come già detto, è privo sia di glutine sia proteine del latte. Non c’è che dire: quando si soffre d’intolleranza al lattosio o di celiachia, non si deve certo dire addio al buon cibo! Questo prosciutto è un’ottima testimonianza al proposito.

involtini di melanzane al prosciutto cotto

Melanzana: le principali proprietà e varietà

A questo punto è il caso di approfondire le proprietà dell’altro ingrediente principale di questi involtini, ossia la melanzana. Quali sono i suoi benefici? In primo piano troviamo senza dubbio la presenza di potassio, un minerale essenziale per l’efficienza della circolazione ematica e del sistema nervoso.

Le melanzane, inoltre, sono ricche di vitamina A, una sostanza caratterizzata da un’importante efficacia dal punto di vista antiossidante. Le melanzane sono associate alla famiglia delle solanacee. Fruttificano a partire da una pianta di piccole dimensioni, che raramente supera il metro di altezza. Le melanzane non sono molto esigenti al punto di vista della coltivazione. Tuttavia, detestano i climi troppo freddi e troppo caldi, e preferiscono terreni ben irrigati. Sopportano bene la luce solare, ma è bene che crescano in un posto ben riparato.

Le melanzane sono tra gli ortaggi più consumati, sono buone, leggere e nutrienti. Rappresentano un’eccezionale fonte di potassio, fosforo e magnesio. Ottimo anche l’apporto di vitamine, e in particolare della vitamina C e della K. Inoltre stimolano la produzione di bile e contribuiscono a mantenere sotto controllo il colesterolo. Soprattutto, sono ricche di antocianine, antiossidanti che fanno bene al cuore e aiutano a prevenire il cancro. L’apporto calorico è davvero basso, pari a 18 kcal per 100 grammi.

Le proprietà benefiche della melanzana non finiscono certo qui! Da ricordare è anche il fatto che sono ricchissime d’acqua. Questa peculiarità le rende particolarmente adatte alle diete depurative. La melanzana è ottima pure per stimolare la produzione di bile e per tenere basso il colesterolo cattivo LDL, con ovvi vantaggi per la salute del cuore! Provare per credere!

I tipi più conosciuti di melanzane

Le melanzane sono coltivate da millenni, dunque non stupisce l’abbondanza di varietà. Esse si distinguono per gusto, colore e sapore. Ecco quelle più consumate.

  • Tonda-ovale (o violetta messinese). E’ quella più diffusa, il suo colore va dal viola al nero e la sua polpa è piuttosto spugnosa.
  • Lunga. La forma è allungata e il colore è scuro. Il sapore è invece deciso e piccante. E’ ottima da fare alla griglia o fritta.
  • Viola. E’ simile alla tonda-ovale. Si caratterizza, però, per il colore viola chiaro e per la quantità limitata di semi.
  • Striata. Si caratterizza per il sapore, che è spiccatamente dolce. Spesso è utilizzata anche in pasticceria.
  • Baby. Simile alla melanzana lunga, ma più piccola e con un sapore più dolce.
  • Bianca. Si caratterizza per il colore chiaro, un sapore intenso (ma non piccante) e una polpa molto compatta.
  • Perline. Si tratta di un ortaggio dalla forma fine e allungata. Si tratta di un incrocio fra vari tipi di melanzane ma con meno semi e polpa rispetto alle melanzane comuni.

Fantastico, vero? Certo che sì! La natura ci fa dei regali meravigliosi, che possono essere utilizzati per preparare ricette speciali come questa. Pietanza sana, gustosa e genuina, incanterà i vostri ospiti soddisfacendo anche i palati più esigenti.

Non rimane che prepararla! Vi assicuro che è facilissima e che il risultato sorprenderà sia voi, sia le persone più care con le quali condividerete la cena o il pranzo.

il motto: #stabenecontutto

Ecco a voi la ricetta degli Involtini di melanzane al prosciutto cotto

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane grandi
  • 8 fette di prosciutto cotto C’era una volta Parmacotto
  • 8 fette di scamorza Deliziosa
  • 10 cucchiai di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Tagliate a fette le melanzane e grigliatele da tutte e due le parti. Lasciate che raffreddino leggermente poi mettete sopra ad ogni fetta di melanzana grigliata prima una fetta di prosciutto e una di scamorza

Arrotolate la fetta di melanzana su se stessa e chiudete con due stuzzicadenti.

Nel frattempo cuocete la passata di pomodoro con un pizzico di sale, pepe e olio extravergine

Oliate una pirofila, versate sul fondo il pomodoro, adagiate gli involtini. Profumate con del timo e cuocete a 180 gradi per 20 minuti circa.

5/5 (521 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


21-11-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino e anguria, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino e anguria, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino e anguria è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo...

Pesce spada con melanzane

Pesce spada con melanzane, un secondo corposo

Pesce spada con melanzane, un piatto semplice e squisito Il pesce spada con melanzane è un secondo semplice da realizzare, capace di proporre sentori genuini e apportare i nutrienti più vari. Il...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Pesce spada con verdure

Pesce spada con verdure, un piatto semplice e...

Pesce spada con verdure, un’idea davvero sfiziosa Il pesce spada con verdure è una ricetta semplice in grado di valorizzare appieno gli ingredienti. Lo fa grazie a degli abbinamenti suggestivi,...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...

Carpaccio di salmone

Carpaccio di salmone, un secondo dal gusto delicato

Carpaccio di salmone, un secondo gourmet pieno di gusto e colore Il carpaccio di salmone è un secondo dal sapore delicato, raffinato e adatto a tutti i palati. E’ anche piuttosto complesso, non...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti