bg header
logo_print

Cosce di pollo con cipollotti, un secondo tradizionale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cosce di pollo con cipollotti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (6 Recensioni)

Cosce di pollo con cipollotti e piattoni, secondo e contorno serviti

Le cosce di pollo con cipollotti e piattoni sono il classico secondo piatto rustico, realizzato con ingredienti molto reperibili e capaci di sprigionare sapori di sicuro effetto. Di base si tratta di cosce di pollo cotte in padella insieme a delle verdure. Un binomio che sa di genuinità, e che raramente delude. Al di là di ciò, il protagonista della ricetta è ovviamente il pollo. La carne di pollo è la più consumata in assoluto e ciò non dipende solo dalla sua reperibilità. Come ben sapete, propone sentori delicati e capaci di farsi apprezzare da tutti i palati. E’ anche leggera, digeribile e nutriente. Contiene la sua dose di proteine, per la quale non sfigura rispetto alle carni rosse, in media considerate più sostanziose.

Stesso discorso per alcune sostanze tipiche delle carni, come il ferro, che regola l’ossigeno nel sangue e attenua i sintomi dell’anemia. L’apporto calorico della carne di pollo è abbastanza basso. Si alza in maniera drastica, però, se viene conservata la pelle, cosa che accade spesso in quanto molti metodi di cottura le donano una gradevole croccantezza. In occasione di questa ricetta, le cosce di pollo vanno rosolate su un soffritto di cipollotti, sfumate con il vino bianco e portate a cottura insieme ai piattoni, integrando alla bisogna il brodo vegetale. Noi abbiamo utilizzato le cosce di pollo ma si può utilizzare anche il petto di pollo e basterà tagliarlo a pezzetti.

Ricetta cosce di pollo con cipollotti

Preparazione cosce di pollo con cipollotti

Per preparare la ricetta delle cosce di pollo iniziate dai cipollotti. Fateli alla julienne e rosolateli in una padella antiaderente con un po’ di olio, un po’ di sale e un rametto di rosmarino. Poi unite le cosce di pollo e sfumate con il vino bianco, facendo evaporare a fiamma alta. Infine, integrate il brodo e lasciate cuocere per 30 minuti.

Unite i piattoni, lavateli e fatti a pezzettini, poi continuate a cuocere per 20 minuti. Servite le cosce di pollo quando sono ancora calde e buon appetito.

Ingredienti cosce di pollo con cipollotti

  • 4 cosce di pollo
  • 300 gr. di cipollotti
  • 200 gr. di piattoni
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 dl. di vino bianco
  • q. b. di brodo vegetale
  • q. b. di sale.

Cosa sono i piattoni?

I piattoni rappresentano un ingrediente fondamentale per queste cosce di pollo con cipollotti. Si fanno carico della componente “vegetale” e con il loro gusto spezzano la linearità della carne. Cosa sono i piattoni nello specifico? I piattoni sono delle specie di fagiolini che si riconoscono dalla loro forma e dalle dimensioni. Rispetto ai fagioli standard sono più piatti, più larghi e più corti. Inoltre il loro sapore è decisamente rustico, pur abbinandosi bene con la carne e persino con i principali ingredienti di supporto (aglio, cipolle etc.). Sono tendenzialmente più coriacei dei fagiolini, per cui necessitano di una cottura più prolungata (in media una ventina di minuti).

In compenso, sono molto nutrienti e abbondano di vitamina C, che fa bene al sistema immunitario. Ottimo è anche l’apporto di vitamina E, che aiuta a prevenire il cancro. Non difettano nemmeno in vitamina K, che aiuta l’organismo a regolare la densità del sangue, evitando problematiche di tipo trombotico. In quanto a sali minerali si fanno apprezzare per il potassio, il magnesio, il fosforo e tutte quelle sostanze che in un modo o nell’altro contribuiscono alla salute. Infine, sono ricchi di fibre, che giovano all’apparato digerente e favoriscono la digestione. A differenza di molti legumi, hanno un apporto calorico misero, infatti apportano solo 34 kcal.

Cosce di pollo con cipollotti

La differenza tra cipolle e cipollotti

Le cosce di pollo vengono cotte su un leggero soffritto di cipollotti. Questi vengono posti a brasare con un po’ di olio e un rametto di rosmarino, in modo da insaporire la cottura. Ma perché proprio i cipollotti e non le cipolle? Per rispondere a questa domanda è necessario comprendere le differenze tra le cipolle e i cipollotti. Le differenze che non sono botaniche, anche perchè appartengono alla stessa specie. Banalmente, i cipollotti sono cipolle che non hanno ancora completato il loro sviluppo. In ragione di ciò, propongono sempre sentori aromatici, ma meno pungenti, ciò consente di utilizzare dosi ben più generose del solito, senza sbilanciare il piatto lato gusto. Sul piano nutrizionale, non vi sono differenze particolari tra cipolle e cipollotti.

Entrambi sono ricchi di sostanze che fanno bene al cuore e aiutano a prevenire il cancro. Il profilo nutrizionale di comprende sostanze importanti, ma non troppo diffuse, come lo zinco e il selenio, capaci di stimolare il sistema immunitario. Sono anche ricchi di vitamina C e vitamina B6. Quest’ultima impatta profondamente sulla salute, coinvolgendo la tiroide e altri organi. L’apporto calorico, infine, è davvero trascurabile. I cipollotti, in occasione di questa ricetta, vanno tagliati a julienne e messi a soffriggere insieme al rametto di timo. Essendo più acquosi, inoltre, tendono a bruciare di meno. In ogni caso non forzate la mano, e rosolateli quanto basta.

Come preparare un buon brodo vegetale

Il brodo vegetale assolve a una funzione fondamentale per la ricetta delle cosce di pollo con cipollotti e piattoni, ossia consente la completa cottura degli ingredienti. Andrebbe aggiunto all’occorrenza, in modo da non ritrovarsi con un secondo troppo liquido. Alcuni utilizzano i classici dadi industriali, che danno vita a un brodo nel giro di pochi minuti. Tuttavia, vi consiglio è di preparare il brodo in prima persona, in quanto se fatto bene è senz’altro più genuino, leggero e salutare.

Come si prepara un buon brodo vegetale? Per un ottimo brodo vegetale è opportuno abbondare con le verdure, almeno sulla varietà. Oltre ai classici sedano, carota, cipolla è possibile aggiungere una patata e un pomodoro. L’acqua deve essere abbondante, e se possibile arricchita da erbe aromatiche, che vanno aggiunte nelle dosi opportune per evitare che coprano gli altri sapori. La cottura deve essere prolungata, andando oltre al momento in cui l’acqua “si colora”. La trasmissione dei principi nutritivi, infatti, non è cosa immediata.

Ricette con pollo ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...