bg header
logo_print

Zuppa di cavolo nero e baccalà, un primo completo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zuppa di cavolo nero e baccalà
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Zuppa baccalà e cavolo nero, una raffinata combinazione di sapori

La zuppa di cavolo nero e baccalà è un primo piatto dal sapore molto complesso e dal valore nutrizionale elevatissimo. Dunque, può essere considerato quasi un pasto completo per le fredde giornate invernali. D’altronde la lista comprende ingredienti capaci di apportare vitamine, sali minerali, carboidrati e soprattutto proteine. E’ infatti una delle poche zuppe che contiene sia un elemento di pesce che un elemento di carne, ovvero il baccalà e il guanciale. Il baccalà è una delle preparazioni a base di pesce più apprezzate in assoluto. Il suo sapore è intenso e valorizza al meglio la materia prima, ossia il merluzzo. Non va confuso con lo stoccafisso, quest’ultimo è infatti stagionato, mentre il baccalà viene messo sotto sale. Ciò impone una fase di risciacquo abbondante, e una certa prudenza nel salare gli ingredienti che lo accompagnano.

Il baccalà non è solo squisito, ma anche ottimo dal punto di vista nutritivo. E’ tra gli alimenti più proteici e può apportare tra il 50 e il 66% di proteine. E’ allo stesso tempo ricco di sali minerali, come il fosforo e il magnesio, che fanno bene alle ossa, alle funzioni cerebrali e a quelle cardiache. L’apporto calorico è all’apparenza alto, ma in realtà è falsato dalla quasi totale assenza di acqua per effetto della salatura. In occasione di questa ricetta il baccalà viene sciacquato con cura, cotto in padella per qualche minuto e aggiunto alla zuppa. Per quanto concerne il guanciale, va tagliato dadini e cotto sul soffritto di porri, che accoglierà via via gli altri ingredienti. Anche in questo caso occorre stare attenti al sale in quanto il guanciale è abbastanza salato, inoltre apporta un notevole quantitativo di proteine.

Ricetta zuppa di cavolo nero e baccalà

Preparazione zuppa di cavolo nero e baccalà

Per preparare la zuppa cavolo nero e baccalà dovrete iniziate dalle verdure. Tagliate i porri a rondelle sottili e rosolateli leggermente in una padella con un po’ di olio extravergine di oliva (dovrebbero bastare 2 o 3 minuti). Poi unite il guanciale fatto a cubetti e il cavolo nero lavato e fatto a pezzettini. Infine, versate il brodo vegetale e sobbollite per 20 minuti a fiamma moderata.

Ora lavate e sbucciate le patate, poi fatele a cubetti e versatele nella padella. Ripetete l’operazione con i pomodori e lasciate cuocere per 40 minuti, aggiungendo un po’ di sale e un po’ di pepe. Intanto sciacquate il baccalà in acqua fredda e fatelo a dadini. Cuocetelo in una padella a parte con poco olio per 5 minuti. La zuppa di cavolo nero è pronta! Impiattate e servite insieme al baccalà quando è ancora calda. Se lo desiderate, potete accompagnare la zuppa con del pane tostato.

Ingredienti zuppa di cavolo nero e baccalà

  • 300 gr. di baccalà dissalato
  • 400 gr. di cavolo nero
  • 100 gr. di porri
  • 300 gr. di patate
  • 100 gr. di pomodori ramati
  • 1 lt. circa di brodo vegetale
  • 50 gr. di guanciale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale e di pepe.

Le proprietà aromatiche del cavolo nero

Nonostante l’abbondanza di ingredienti, il sapore che emerge più chiaramente in questa zuppa con il baccalà è quello del cavolo nero. Perché proprio questa varietà? Ebbene, il cavolo nero è decisamente più aromatico del cavolo normale. Il colore, inoltre, rende la zuppa più interessante sotto il profilo estetico e bella da vedere. Tra l’altro, il colore è determinato dall’abbondanza di una particolare classe di antiossidanti, che fanno bene all’organismo a agiscono in funzione preventiva sui tumori. Il cavolo nero eccelle dal punto di vista nutrizionale, infatti abbonda di vitamina C, una sostanza antiossidante che migliora le performance del sistema immunitario. E’ ricco anche di calcio, che fa bene alle ossa, ai denti e ad altri organi.

Il cavolo nero è anche ricco di acqua, dunque depura e stimola la diuresi. Inoltre, apporta un notevole quantitativo di fibre, che agevolano la digestione e aiutano la flora intestinale. L’apporto calorico, infine, è paragonabile a quello delle altre varianti di cavolo, dunque pari a 32 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta, il cavolo nero va tagliato a pezzetti e inserito quasi subito in pentola, dopo aver soffritto il porro.

Una zuppa completa e davvero nutriente

La zuppa di cavolo nero e baccala si fregia anche della presenza di altri ingredienti, ognuno capace di portare qualcosa in termini di gusto, colore e valore nutrizionale. Troviamo per esempio le patate, che regalano tanti carboidrati. A dispetto di quanto pensa, le patate non sono grasse, ma contengono solo tracce di lipidi. Il loro apporto calorico si aggira intorno alle 80 kcal, dunque non dovrebbero impensierire da questo punto di vista. In compenso sono ricche di vitamine e di sali minerali. In occasione di questa ricetta le patate vanno aggiunte quasi alla fine, insieme ai pomodori e agli altri ingredienti della ricetta. Inoltre vivacizzano la resa visiva della zuppetta, grazie al loro colore rosso acceso, e aggiungono un gradevole tocco di acidità.

Infine troviamo i porri, che vanno soffritti per primi. I porri sono abbastanza aromatici da reggere la presenza delle patate, del cavolo nero, del guanciale e dei pomodori. Sono anche ricchi di vitamina E, che funge da antiossidante, e di vitamina K, che regola la densità del sangue. Infine, sono ricchi di fibre e di acqua, dunque hanno ottime capacità digestive e depurative. Tutti questi ingredienti vanno cotti nel brodo vegetale. A tal proposito, potete decidere di utilizzare il classico dado da supermercato, oppure prepararlo in casa. Vi consiglio ovviamente quest’ultima scelta, d’altronde ci vuole ben poco per realizzare un brodo degno di questo nome. Se lo desiderate, ecco la ricetta per un brodo vegetale davvero perfetto.

Ricette baccalà ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

1 commento su “Zuppa di cavolo nero e baccalà, un primo completo

  • Mer 23 Nov 2022 | Rufina ha detto:

    Ottimo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...