bg header
logo_print

Pasta frolla al cacao, un’alternativa senza glutine e lattosio

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pasta frolla al cacao
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Oggi vi presento la pasta frolla al cacao, un’alternativa particolare della classica frolla ed è fra le ricette base della pasticceria. E’ particolare per almeno tre motivi. In primo luogo, è aromatizzata al cacao, un ingrediente che interviene nelle fasi iniziali e compone l’impasto al pari delle farine. Secondariamente, è realizzata con una farina senza glutine, sicché può essere consumata anche dai celiaci. Tuttavia, è ideale anche per chi non presenta questo tipo di disturbo alimentare. Infine, la frolla al cacao contiene più ingredienti leganti, in modo da produrre basi più elastiche e solide. Il prossimo passo sarà la ricetta pasta frolla al cioccolato.

Ricetta pasta frolla al cacao:

Preparazione pasta frolla al cacao

Per preparare la pasta frolla senza glutine e lattosio al cacao versate in una ciotola la farina di riso, l’amido di mais, l’olio di semi, la fecola di patate, il cacao, lo zucchero integrale di canna, un pizzico di lievito e l’uovo. Mescolate con cura gli ingredienti, poi lavorateli e impastateli per bene fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Formate il panetto classico, che coprirete con della pellicola trasparente da cucina. Fate riposare il panetto in frigo per almeno 30 minuti, meglio ancora per un’ora circa, o almeno fino a quando non dovrete utilizzare la frolla.

Con questa pasta frolla potete realizzare biscotti al cacao oppure utilizzarla come base per preparare una crostata o una torta.

Ingredienti pasta frolla al cacao

  • 150 gr. di farina di riso
  • 40 gr. di cacao amaro senza glutine
  • 20 gr. di amido di mais
  • 40 gr. di fecola di patate
  • 120 ml. di olio di semi di mais
  • 1 uovo intero
  • 150 gr. di zucchero integrale di canna
  • 1 pizzico di lievito.

Una pasta frolla cacao e farina di riso senza glutine

L’uso della frolla al cacao non differisce dalla frolla “normale”, sebbene il sentore di cacao suggerisce abbinamenti un po’ ricercati. Dunque sì alle marmellate che possano convivere con il cacao, per esempio è ottima in abbinamento alla marmellata di arance e potrete preparare un’ottima crostata senza glutine e lattosio o dei biscotti al cacao senza glutine.

L’altro sentore che emerge prepotentemente è la farina di riso, un tipo di farina molto utilizzata dai celiaci in quanto produce sapori gradevoli e alquanto delicati. Fa spesso coppia con l’amido di mais, in quanto hanno sapori molto compatibili. L’assenza di glutine non è l’unico pregio della farina di riso, infatti è anche ricca di sali minerali e di amido, una sostanza molto utile per gli impasti. La farina di riso è povera di grassi e di proteine, inoltre il suo apporto calorico è paragonabile a quello delle altre farine.

Gli ingredienti leganti della frolla al cacao

La lista degli ingredienti della pasta frolla al cacao per crostata o biscotti contiene due leganti in particolare: l’amido di mais e la fecola di patate. La presenza dell’amido di mais non è una novità quando la ricetta contempla l’uso della farina di riso. I due ingredienti, infatti, vengono combinati in quanto sono in grado di “sostenersi a vicenda” e sono compatibili come sapore. Al di là di questo, l’amido di mais presenta un discreto profilo nutrizionale, tale da valorizzare le ricette che lo vedono partecipe. E’ infatti ricco di sali minerali, come il potassio, il calcio, il ferro e il magnesio, sostanze che a più riprese fanno bene all’organismo. Di contro, l’amido di mais non è particolarmente ricco di fibre e proteine, mentre i grassi sono quasi del tutto assenti.

L’amido di mais non va confuso con la farina di mais. L’amido è realizzato con la parte interna del chicco, mentre la farina con il chicco intero, che viene macinato a secco. Discorso simile per la fecola di patate, che viene utilizzata per addensare e legare il composto. La fecola si ottiene dalla semplice macinatura delle patate, tradizionalmente ricche di amido. Per il resto, la fecola è ricca di glucosio, fibre e sali minerali, mentre scarseggia l’apporto di grassi. La fecola è utilizzata soprattutto in pasticceria, ma non di rado viene impiegata per addensare primi piatti “liquidi” come zuppe e minestre. L’amido di mais, la fecola di patate e la farina di riso sono tutti ingredienti senza glutine, e fanno di questa frolla una risorsa per i celiaci e una buona alternativa per chi non soffre di questo disturbo.

Pasta frolla al cacao

Il cacao, un ingrediente sottovalutato

Il cacao contiene glutine? NO di norma non ne contiene. Al di là di tutti questi ingredienti, il protagonista di questa frolla è proprio il cacao. Se non altro, è l’ingrediente che la contraddistingue maggiormente, segnando una profonda differenza con gli altri tipi di frolla. Il cacao interviene fin dall’inizio e partecipa attivamente all’impasto, quindi il suo peso specifico è importante, visto che la ricetta ne richiede una parte ogni tre parti di farina. La presenza del cacao rende la frolla più scura e bella a vedersi. Inoltre, proprio per questo ingrediente, la frolla cambia gusto e profilo nutrizionale. Il cacao, infatti, è ricco di sostanze antiossidanti in grado di prevenire il tumore.

Buono è anche l’apporto di sali minerali, mentre dal punto di vista calorico il cacao è abbastanza oneroso: siamo sulle 220 kcal per 100 grammi. Tuttavia, di solito se ne usa poco negli impasti, dunque il problema è abbastanza relativo. Il cacao fa bene anche all’umore, una verità suffragata da  recenti ricerche scientifiche. Il cacao, però, ha delle piccole controindicazioni, che generano effetti solo se il consumo è elevato. Per esempio, contiene molta caffeina, che può provocare un aumento della pressione e un momentaneo stato di stress. Per questo motivo, andrebbe consumato con cautela dagli ipertesi e dalle donne incinta, di per sé soggette a pressione alta.

Ricette con pasta frolla ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

crostata banane e cioccolato

Pasta frolla senza burro, un’ottima base senza lattosio

Come preparare la pasta frolla? La pasta frolla senza burro è davvero speciale e diversa dalle altre, allo stesso tempo è anche semplice da realizzare. E’ sufficiente creare un mix secco con...

glassa reale

Ghiaccia reale, la regina delle decorazioni in pasticceria

Come usare la ghiaccia reale sulle torte La ghiaccia reale è una risorsa inestimabile per chi prepara le torte, a tal proposito vanta almeno due applicazioni. La prima è anche la più ricorrente,...

glassa all'acqua

Glassa all’acqua colorata, un modo creativo per decorare

Come scegliere i coloranti alimentari I coloranti sono un elemento fondamentale per questo peculiare tipo di glassa all’acqua, in quanto la vivacizzano e gli conferiscono un certo potenziale...