bg header
logo_print

Fregola alla spirulina con verdure, una zuppa fantasiosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

fregola alla spirulina con verdure
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (4 Recensioni)

Fregola con verdure croccanti, un piatto diverso dal solito

Oggi vi presento la fregola alla spirulina con verdure croccanti, un piatto che coniuga il rispetto della tradizione con la voglia di sperimentare. E’ una zuppa alla fregola, come se ne preparano tante in Sardegna, ma è realizzata con la fregola alla spirulina, frutto dell’unione con la celebre alga azzurra. Essa garantisce un sapore più sapido, che ricorda i frutti di mare, oltre a fornire un carico di principi attivi che fanno bene alla salute. L’alga spirulina è infatti ricca di sali minerali, grassi benefici e sostanze antiossidanti. Inoltre, contribuisce ad abbassare il colesterolo e i livelli di zucchero nel sangue. Per quanto riguarda la fregola in sé, stiamo parlando di un formato di pasta fresca che è una vera istituzione in Sardegna.

La sua origine è antichissima, infatti si pensa sia stata portata addirittura dai cartaginesi. Questo tipo di pasta ricorda il cous cous arabo, ma in una versione un po’ più grande rispetto ai chicchi del cous cous. Per il resto, il gusto è simile. La fregola è adatta soprattutto alla realizzazione di zuppe e minestre. Il processo di produzione prevede un passaggio al forno e una sorta di tostatura, che crea un delicato contrasto a livello di texture. Questa ricetta coniuga in modo perfetto la croccantezza della fregola e delle verdure con la morbidezza tradizionale della zuppa. In linea di massima è una ricetta sostanziosa, nutriente e capace di esprimere un certo impatto visivo. E’ infatti “colorata”, il che non fa mai male quando lo scopo è quello di garantirsi un’esperienza gastronomica di livello.

Ricetta fregola alla spirulina con verdure

Preparazione fregola alla spirulina con verdure

Per preparare la fregola con spirulina e pesto di erbe aromatiche iniziate proprio dalle erbe aromatiche. Staccate a una a una le foglie di basilico e sciacquatele sotto l’acqua per rimuovere i residui di terriccio, poi asciugatele con della carta da cucina. Fate lo stesso con la maggiorana e il finocchietto. Trasferite tutte le erbe aromatiche nel mortaio, integrate un po’ di olio, un po’ di sale e iniziate a pestare fino ad ottenere una crema.

Ora sbucciate le verdure e lavatele. Poi tagliate i porri a rondelle fini e imbionditeli in una padella con dell’olio extravergine di oliva. Dopo qualche minuto aggiungete la zucca, le carote fatte a dadini e infine la fregola. Coprite il tutto con il brodo vegetale e cuocete per 10 minuti. A questo punto unite le zucchine e i fagiolini fatti a dadini. Infine, regolate di sale e completate la cottura. Servite la fregola insieme al pesto e a una bella sventagliata di pecorino grattugiato.

Ingredienti fregola alla spirulina con verdure

  • 250 gr. di fregola alla spirulina
  • 100 gr. di zucca
  • 100 gr. di zucchine
  • 80 gr. di porri
  • 100 gr. di carote
  • 100 gr. di fagiolini
  • 40 gr. di pecorino sardo stagionato grattugiato
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche (basilico; maggiorana; finocchietto)
  • 1
  • 5 lt. di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale.

Quali verdure usare per questa zuppa gustosa?

Le altre protagoniste della zuppa di fregola alla spirulina sono le verdure. Queste vanno rosolate in modo da risultare croccanti, e infine integrate con il brodo e la fregola in modo da formare la zuppa vera e propria. Di base potete abbondare con le verdure, come da tradizione per alcuni primi piatti sardi. Io, però, vi consiglio di utilizzare la zucca, le zucchine, le carote, i fagiolini e i porri. Così facendo, alternerete dolcezza a corposità, sapidità a delicatezza. Inoltre, renderete la zuppa veramente nutriente. Tutte queste verdure, in modi e in misura diversi, fanno bene alla salute. La zucca e le carote, per esempio, apportano i carotenoidi, sostanze che vantano almeno tre funzioni: fungono da antiossidanti, colorano di arancione l’alimento e aiutano l’organismo ad assorbire meglio alcune vitamine.

fregola alla spirulina con verdure

Per quanto concerne le zucchine, siamo nel campo della leggerezza assoluta, valorizzata da una spiccata abbondanza di oligoelementi. Inoltre, sono ricche anche di vitamina C e potassio. Stesso discorso per i porri, degli ortaggi spesso sottovalutati, ma che possono regalare molte soddisfazioni al palato. Queste verdure, e di conseguenza anche la fregola, vengono arricchite e valorizzate dalle erbe aromatiche e dalla sventagliata di pecorino sardo finale. Il pecorino sardo è uno dei migliori formaggi pecorini d’Italia con un sapore alquanto pungente (alla pari quasi del pecorino romano). E’ molto nutriente e non troppo grasso. Inoltre, è ricco di vitamina D, che fa bene al sistema immunitario, calcio e proteine. L’apporto proteico, in proporzione al resto dei principi attivi, è tanto più alto quanto più lunga è la stagionatura. In breve, si può avvicinare all’apporto proteico del Parmigiano Reggiano.

Il contributo delle erbe aromatiche

Per quanto concerne le erbe aromatiche, queste vanno lavate, pestate e condite con l’olio per formare una delicata salsina. Ma quali erbe utilizzare per la fregola alle verdure? Avete solo l’imbarazzo della scelta, ma vi consiglio di puntare sull’equilibrio tra i sapori. Per questo è bene scegliere il basilico, la maggiorana e il finocchietto. Il basilico garantisce corposità, la maggiorana un po’ di piccantezza e il finocchietto una spiccata sapidità. Queste erbe recano alcune proprietà nutrizionali che aumentano lo “spessore” della ricetta, elevandola a un primo piatto salutare, oltre che squisito.

Di certo tutte e tre le erbe sono ricche di sali minerali e vitamine. Ma c’è di più, come molte spezie contengono sostanze che esercitano funzioni curative, o per lo meno in grado di favorire la guarigione da alcuni disturbi. Per esempio, sono un toccasana per l’apparato digerente, e contribuiscono alla risoluzione degli episodi di stitichezza o di acidità. Fungono anche da antinfiammatori blandi e naturali, nonché come risorsa per contenere il dolore nelle sue forme lievi. Dovete comunque porre la massima attenzione alle dosi. Se esagerate, rischiate di coprire gli altri sapori, e compromettere  la resa finale del piatto. Proprio per questo, attenetevi alle indicazioni della ricetta.

Devo provare a fare anche gli gnocchi alla spirulina. Secondo me verranno molto bene!

Ricette con spirulina ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...