logo_print

Tagliatelle con la spirulina, integratore naturale

Tagliatelle con la spirulina
Stampa

Tagliatelle con la spirulina , un’alternativa naturale agli integratori e non scherzo….La spirulina è un’alga che solitamente viene venduta in polvere come integratore naturale, ma è anche un ottimo ingrediente molto versatile da utilizzare in cucina che dona ai nostri piatti un bel colore verde e un gusto molto piacevole e saporito.

La spirulina è  un’alga di acqua dolce, molto ricca di proteine facilmente assimilabili da parte del nostro organismo, Ricca di aminoacidi essenziali, di minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio e selenio, vitamine B, A, C ed E e acidi grassi essenziali mono e polinsaturi, con prevalenza degli omega-6  e con elevate quantità di acido gamma linolenico è considerata un alimento completo.

I suoi i nutrienti,  sono in grado di normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue, di  partecipare alla formazione delle guaine mieliniche che rivestono i nervi e  di ottimizzare la funzionalità del sistema immunitario.

Conosciuta  sin dall’antichità dai popoli della regione tropicale, la spirulina oggi è coltivata soprattutto nei laghi artificiali del Messico e della Cina ed è considerata il“super alimento” del XXI secolo per le sue proprietà nutritive.

Per l’ elevato apporto vitaminico, gli integratori a base di alga spirulina sono molto utilizzati da chi fa sport, soprattutto agonistico, e da chi cerca un’alternativa naturale agli integratori multivitaminici-minerali e ai ricostituenti di sintesi.

Il suo alto contenuto proteico  lo rende un alimento utile sia a chi fa vita sedentaria mentre gli aminoacidi essenziali in essa contenuti forniscono il fabbisogno proteico giornaliero nelle persone che seguono una dieta vegetariana o una dieta vegana.

spirulina

Ed ecco la ricetta delle Tagliatelle con la spirulina

Ingredienti per 6 persone

  • 190 gr di farina di riso
  • 10 gr di spirulina
  • 100 gr di farina di tapioca
  • 5 gr. di guar
  • 3 uovo
  • 2 gr di sale

Procedimento con il mattarello

In una terrina capiente, miscelate tutti gli ingredienti secchi e disponeteli poi a “fontana” sulla spianatoia. Nel mezzo inserite le uova e unite il tutto lentamente, e impastateli con le mani fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo come per una normale pasta all’uovo.

Stendete la sfoglia con un mattarello; per renderla più sottile dovete arrotolarne circa un quarto sul mattarello, poi premendo con le mani dovete farlo scorrere in avanti e indietro, infine srotolate completamente la sfoglia sulla spianatoia ripassando su di essa il mattarello in modo che sia liscia e dello stesso spessore.
A questo punto ritagliate le vostre tagliatelle fino ad uno spessore di circa 2 mm, poi infarinatela, arrotolatela e tagliatela formando delle tagliatelle della larghezza di 7/8 mm.

con la macchina tirasfoglia

Volendo potete passare l’impasto nella macchina tirasfoglia leggermente infarinata fino a raggiungere lo spessore di 6 e 8 decimi di millimetro.
Arrotolate l’impasto 5 volte su se stesso in modo da ottenere un rettangolo largo 3 dita.
Tagliate lungo il lato corto del rettangolo in modo da ottenere le tagliatelle di circa 7 mm.

Cottura delle tagliatelle

Lessate le tagliatelle al dente in abbondante acqua salata, scolatele bene e conditele a piacere


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


05-06-2015
Scritto da: Colombo Tiziana
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti