bg header
logo_print

Minestra con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Minestrone con finocchi e cavolfiore
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 20 min
cottura
Cottura: 00 ore 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.6/5 (5 Recensioni)

Minestra con cavolfiore e finocchi, quando un piatto classico è anche buono

La minestra con finocchi e cavolfiore è un primo piatto tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in grado di regalare gusto e nutrimento. In quest’ottica si pone anche il cavolfiore gratinato, di cui trovate la ricetta qui sul sito. La lista degli ingredienti  di questa minestra è davvero salutare, molto varia e con numerosi ortaggi. Ad emergere con più forza, però, è il cavolfiore. Il cavolfiore è un ortaggio spesso sottovalutato, benché ben integrato nella cucina italiana, è apprezzato per la sua versatilità e per le proprietà nutrizionali, che non hanno nulla da invidiare agli altri alimenti di origine vegetale. Il riferimento è all’abbondanza di vitamina C, la cui concentrazione è paragonabile a quella degli agrumi. Ricco è anche il contenuto di sali minerali, soprattutto potassio. Si segnala anche un impatto positivo sul controllo della glicemia, un dettaglio importante per chi soffre di diabete.

Le verdure scelte per questa Minestra con finocchi e cavolfiore hanno un apporto calorico davvero contenuto, pari a 40 kcal per 100 grammi. Il cavolfiore partecipa alle preparazioni in qualità di ingrediente, tuttavia può essere impiegato anche in altri contesti, per esempio per creare delle centrifughe. In particolare la centrifuga di cavolfiore è considerata un rimedio contro le affezioni respiratorie più lievi e un utile risorsa per stimolare il funzionamento della tiroide. Il ruolo del finocchio è di simile importanza. Esso, infatti, aggiunge gusto e un aroma spiccato, oltre a proprietà nutrizionali davvero straordinarie. Il finocchio è ricco di vitamina A, C, potassio, magnesio e calcio. Inoltre è anche un eccellente depurativo, vista l’abbondante presenza di acqua, e una buona fonte di flavonoidi, sostanze che impattano positivamente sull’organismo e a più livelli.

Ricetta minestra con finocchi e cavolfiore

Preparazione minestra con finocchi e cavolfiore

Per la preparazione della minestra con finocchi e cavolfiore iniziate sbucciando l’aglio e la cipolla, poi ricavatene un trito molto fine. Ora lavate il finocchio, pulitelo e fatelo a fette sottili. Lavate anche il cavolfiore e fatelo a pezzi. Poi lavate le carote e le patate, che sbuccerete e farete a tocchetti. Infine, lavate e rimuovete i semi dal peperoncino.

Rosolate l’aglio e la cipolla in una padella con due cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungete il finocchio, unite altri due cucchiai di olio e lasciate andare per 3 minuti circa. Unite il cavolo e continuate la cottura per altri 3 minuti. A questo punto, integrate l’olio rimasto, le patate, le carote, e fate cuocere a fiamma moderata per 3 minuti. Ora versate il brodo vegetale ed aggiungete i pomodori, il succo di limone, il peperoncino, il cumino in polvere, la noce moscata e una foglia di alloro. Mescolate e cuocete senza coperchio per 30 minuti. Aggiustate di sale e servite il piatto caldo con una macinata di pepe e dei crostini di pane tostato.

Ingredienti minestra con finocchi e cavolfiore

  • 200 gr. di cavolfiore
  • 1 finocchio
  • 2 carote
  • 3 patate
  • 1 peperoncino rosso (facoltativo)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • 1 lt. di brodo vegetale
  • 400 gr. di pomodori
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1 foglia di alloro e una grattatina di noce moscata
  • 2 cucchiaini di cumino in polvere
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e pepe.q.b. crostini di pane tostato.

Quali spezie usare per questo minestra?

La minestra con finocchi e cavolfiore è valorizzata dalla presenza di alcune spezie. Il loro apporto è comunque moderato, d’altronde stiamo parlando di un piatto della cucina italiana, che non punta all’abbondanza di spezie. Ad ogni modo, spiccano su tutti l’alloro, la noce moscata e il cumino. L’alloro è una pianta officinale che agisce come calmante e rappresenta un valido aiuto contro i casi di insonnia, inoltre è un formidabile digestivo.

Per quanto concerne il cumino, possiamo affermare di essere di fronte a una spezia che fa il suo dovere in questo tipo di preparazioni. Il cumino sprigiona un ottimo aroma, che si sposa con ingredienti dal sapore corposo e moderatamente salato. Tra i benefici del cumino troviamo le proprietà antiossidanti, nonché la funzione detossinante, che giova soprattutto al fegato.

Alcuni accorgimenti sulle patate

Anche le patate emergono distintamente tra i sapori di questo minestrone con finocchi e cavolfiore. Per quanto concerne le patate, avete il massimo margine di discrezione, ovvero sta a voi la scelta della varietà. A tal proposito, sono meglio le patate a pasta gialla o le patate bianche? Dipende dall’effetto che intendete riprodurre. Se desiderate un minestra un po’ cremosa, forse simile a una vellutata, dovreste optare per le patate bianche. Infatti, queste sono più cedevoli e più ricche di amido. Queste due caratteristiche conferiscono a queste patate la capacità di rendere più dense le preparazioni.

Se desiderate, invece, una minestra classica, che alterni brodo a elementi solidi, allora optate per le patate a pasta gialla. Esse, infatti, mantengono una discreta consistenza anche se sottoposte a cotture prolungate. Certo, diventano morbide ma non si sfaldano eccessivamente. Per inciso, le proprietà nutrizionali non cambiano da una varietà all’altra, infatti entrambe sono povere di grassi e ricche di carboidrati, vitamine, sali minerali.

Ricette con cavolfiore ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...