Minestra di cavolo nero e zucca, primo tradizionale

Minestra di cavolo nero e zucca

Minestra di cavolo nero e zucca, un piatto nutriente e facile da preparare

La minestra di cavolo nero e zucca è un primo molto corposo, che per certi versi può essere assimilato a un risotto. Infatti, gli ingredienti principali, ovvero le verdure e i fagioli, vengono cotti insieme al riso. Manca però il brodo vegetale, che è sostituito dall’acqua; da qui la definizione di “zuppa”. Dal punto di vista organolettico, siamo di fronte a una preparazione molto ricca e con molti ingredienti. Gli abbinamenti, però, sono tutti azzeccati e si valorizzano a vicenda.

Fate particolare attenzione alla cottura dei fagioli, che sono meno semplici di quanto si possa immaginare. Vanno prima ammollati per lungo tempo, in genere si parla di dodici ore, poi vanno cotti in acqua con una foglia di alloro per insaporire. Se la fiamma è medio-bassa, è sufficiente un’oretta. I fagioli, con questo metodo, risulteranno morbidi, saporiti e con tutte le proprietà nutrizionali intatte. Proprietà che sono eccellenti, dal momento che apportano carboidrati e proteine, nonché tante vitamine e sali minerali. Di per sé, i fagioli possono essere considerati degli alimenti completi.

I principi nutritivi del cavolo nero

Tra gli ingredienti più particolari di questa minestra spicca il cavolo nero. Il nome è dovuto proprio alla sua colorazione, che punta al verde scuro. Essa è dovuta alla presenza di molti antiossidanti, come i flavonoidi. Queste sostanze sono fondamentali per la salute dell’organismo, in quanto contrastano i radicali liberi e agiscono in funzione anticancro. Il cavolo nero è considerato un superfood, infatti, oltre agli antiossidanti, contiene notevoli quantità di vitamine, come la vitamina A la C e la E. Quest’ultima, a sua volta, esercita funzioni antiossidanti, dunque si rivela molto preziosa.

Minestra di cavolo nero e zucca

Non mancano ovviamente i sali minerali, rappresentati soprattutto dal calcio e dal ferro. La presenza del calcio in un alimento vegetale non è affatto scontata, dunque va considerata come un punto a favore per il cavolo nero. Ricco è anche l’apporto di fibre, che come sapete bene rappresentano un toccasana per l’apparato digerente e contribuiscono a risolvere i più lievi casi di stipsi. L’apporto calorico, poi, è estremamente contenuto: un etto di cavolo nero apporta solo 32 kcal.

Le peculiarità della zucca mantovana

Un altro ingrediente molto importante della minestra di cavolo nero è la zucca. Nello specifico, consiglio di utilizzare la zucca mantovana, una varietà simbolo dell’agroalimentare lombardo. Si caratterizza per la buccia verdognola e per una polpa dalla consistenza moderatamente dura. Tutto ciò contribuisce a una cottura più equilibrata, infatti la zucca mantovana difficilmente scuoce. Un’altra caratteristica positiva consiste nella sua naturale dolcezza, che arricchisce le ricette e le rende più versatili.

Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, la mantovana non differisce molto dalle altre varietà di zucca. E’ ricca di vitamine e sali minerali, e in particolare di vitamina C e di potassio. La zucca contiene anche il betacarotene, un buon precursore vitaminico che, tra le altre cose, è responsabile anche del colore arancione della polpa. Infine, non possiamo non citare il buon quantitativo di cucurbitina, un buon antiossidante che giova all’organismo da molti punti di vista (anche sull’apparato cardiocircolatorio). L’apporto calorico è anche in questo caso abbastanza ridotto: un etto di zucca mantovana apporta solo 26 kcal.

In queste giornate fredde è l’ideale! Io adoro minestre, zuppe e vellutate. E’ ottima anche la Zuppa di cavolo nero : un primo piatto delizioso. Il cavolo nero si trova sul mercato tutto l’anno, ma il momento più indicato per il consumo sono i mesi più freddi dell’anno, dopo le prime gelate, quando le foglie spesse e bollose diventano più tenere, migliorano il sapore e assumono la croccantezza ideale per preparare zuppe e minestroni.

Ecco la ricetta della minestra di cavolo nero e zucca:

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 120 gr. di riso,
  • 150 gr. di cavolo nero,
  • 150 gr. di zucca mantovana,
  • 150 gr. di fagioli,
  • 1 patata,
  • 1 cipolla bianca,
  • 1 foglia di alloro,
  • 40 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato,
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione della minestra di cavolo nero e zucca iniziate ammollando i fagioli con una foglia di alloro in acqua fredda per una notte. Pulite il cavolo nero, separando su ogni foglia la parte verde dalla costa centrale (quest’ultima va eliminata in quanto troppo dura). Poi, ammollate in acqua fredda le foglie di cavolo nero per il tempo necessario a preparare le altre verdure. Ora pulite la zucca e rimuovete i semi, poi fate la polpa a cubetti. Sbucciate la cipolla e fatela a fette, poi sbucciate le patate e fatele a dadini.

Poi, lessate i fagioli in acqua fredda, sempre con la foglia di alloro. Fatelo a fiamma medio-bassa in modo che possano cuocersi nel giro di un’ora. In una pentola a parte fate scaldare un filo d’olio d’oliva, poi imbionditeci la cipolla, mescolando di tanto in tanto. Unite anche le patate e la zucca, successivamente aggiungete anche il cavolo nero ben scolato e fatto a striscioline. Insaporite il tutto per un paio di minuti, poi coprite con l’acqua e fate andare per 40 minuti circa. In seguito, unite il riso, i fagioli e cuocete per altri 15 minuti. Adesso non rimane che servire la zuppa ben calda con abbondante Parmigiano grattugiato e un filo di olio a crudo per ogni  piatto.

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pasta alla crema di broccoli

Pasta alla crema di broccoli, un piatto da...

Pasta alla crema di broccoli e spalmabile alla Capra, un piatto salutare La pasta alla crema di broccoli e il Fresco Cremoso alla Capra è uno dei primi piatti semplici e capace di regalare molte...

Zuppa di cardi

Zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano,...

Zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano, un piatto sostanzioso e leggero La zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano è un primo piatto ricco di proteine, ma comunque leggero. E’ realizzato con...

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

Zuppa thai con pollo e cocco

Zuppa thai con pollo e cocco, una delizia...

Zuppa thai con pollo e cocco, in diretta dalla cucina thailandese. La zuppa thai con pollo e latte di cocco (Tom Kha Gai ) è un primo piatto dalla texture vellutata, dal gusto complesso ma adatto a...

02-11-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti